11 Luglio 2020 - 13:34:00

Venaria – Città di Cossato coppa Promozione: Di Bari apre e decide l’andata dei quarti

Le più lette

Ponte San Pietro, la presentazione del nuovo ds Roberto Passoni: «Mi sento già la maglia addosso»

Adesso è ufficiale, Roberto Passoni è il nuovo direttore sportivo del Ponte San Pietro. Ecco la presentazione del club...

Castelleone Under 19, un ritorno per la panchina: il nuovo allenatore è Andrea Terletti

Andrea Terletti è il nuovo allenatore del Castelleone Under 19. Per lui si tratta di un ritorno, e nell'ultima...

San Gallo Settimo: nuova scuola individuale e nuove ambizioni

Sul numero in edicola di SprinteSport di lunedì 6 luglio, servizo speciale dedicato alle rinnovate ambizioni del San Gallo...
Roberto Bucci
Roberto Bucci
"Chi sa solo di calcio non sa niente di calcio"

In punta di piedi, quasi a non farsi sentire, il Venaria sta coltivando il sogno del double campionato-coppa Promozione in questa stagione; il secondo posto nel girone B a meno uno dalla capolista Rivarolese e la rete di Marco Di Bari che fa vincere ai cervotti l’andata dei quarti di finale della coppa contro il Città di Cossato, 1-0 il risultato finale, aumentano le speranze tra i tifosi del Don Mosso. Impronosticabile una situazione del genere a settembre quando dopo un campionato stradominato in Prima Categoria, i verdearancio si sono presentati al via con l’obiettivo primario della salvezza in un girone che vedeva come favorite le corazzate Union Bussolenobruzolo e Lascaris; invece la squadra di Giovanni Pasquale ha messo in fila tutte e a dieci giornate dalla fine punta anche al posto al sole occupato attualmente dal gruppo di Vito Scardino.

Uno dei punti di forza è sicuramente la profondità della rosa con tanti fuoriquota che nella scorsa annata hanno vinto il campionato Under 19 Provinciale e ora stanno facendo faville anche in quello regionale; un fattore ribadito dal tecnico in seconda Davide De Vita che ha guidato come primo il match di coppa «I giovani entrati nella ripresa sono quelli che regolarmente si alternano in campionato, stiamo cercando di gestire i tre impegni in campionato. Guardiamo di partita in partita, abbiamo l’ambizione di restare lassù fino alla fine, visto che abbiamo la fortuna di avere una rosa ampia e completa stiamo cercando di gestire al meglio tutti gli effettivi per poter poi avere l’apporto di tutti nel rush finale». Una difesa che ancora una volta non subisce gol, la migliore del girone B con 22 subite al pari di Ivrea e Union Bussolenobruzolo, e che ha contenuto i tentativi dei biellesi; la rete iniziale di Di Bari ha però paradossalmente abbassato il ritmo invece di aumentarlo «Giocando l’andata in casa era fondamentale non prendere gol, forse per assurdo aver segnato subito ci ha un po’ spenti invece di continuare sulle ali dell’entusiasmo, andiamo con un piccolo vantaggio a giocarci la gara di ritorno».

Sulla sponda cossatese invece Thomas Forzatti ritiene positivo il fatto di potersi giocare tutto in casa al ritorno, con il tecnico che ha dovuto schierare una formazione rimaneggiata «Teniamo questa qualificazione aperta, arrivavamo da un momento positivo di risultati ma negativo dal punto di vista degli infortuni; abbiamo dato spazio a chi ha giocato di meno, usciamo da questa gara con la consapevolezza che stiamo crescendo e siamo in un buon momento. Affrontata una squadra di assoluto valore e abbiamo giocato con una discreta personalità». I gialloblù hanno risalito la china in campionato ottenendo quattordici punti nelle ultime sei partite, tutte quelle del 2020, che li pongono in zona playoff nonostante la defezione pesante del centravanti Andrea Romussi.

De Vita parte con tre cambi rispetto all’undici iniziale che ha asfaltato il San Mauro nell’ultima di campionato; Nocera, Porrone e Napoli al posto di Celozzi, Muratore e Virardi nel 4-4-2. Ben sette invece per Forzatti, la squadra che ha battuto di misura il Bianzè è quasi totalmente rivoluzionata con il 4-3-3 che vede Salgarella e Rosina sulle fasce affiancare il 2001 Abbruzzo. I cervotti non perdono tempo e passano subito in vantaggio con un’azione combinata dei due suoi attaccanti: Napoli imbecca Di Bari che supera Cairola con un tocco sotto dopo una fitta rete di passaggi. Padroni di casa che conducono il gioco senza però riuscire più a sfondare e allora ci prova Marteddu nel finale di primo tempo a impensierire Nocera ma la sua conclusione finisce alta, il numero 10 ospite è il più propositivo dei biellesi. A inizio ripresa i due tecnici cominciano la girandola di cambi e a beneficiarne di più è il Città di Cossato: un cross insidioso di Fasson da sinistra mette i brividi con Marra che non impatta il pallone per un niente al centro dell’area piccola; l’ingresso di Marra è rivitalizzante per le speranze di pareggio ed è ancora il numero 19 ad essere protagonista con un diagonale ad incrociare fuori di poco, così come la conclusione a due minuti dalla fine dopo aver ricevuto spalle alla porta da venti metri. Nel mentre però il Venaria rischia il raddoppio con Daniele Virardi a fil di palo; tutto rimandato l’11 marzo all’Ezio Abate di Cossato.

TABELLINO DI VENARIA CITTÀ DI COSSATO COPPA PROMOZIONE

VENARIA-CITTÀ DI COSSATO 1-0

RETE: 3′ Di Bari
VENARIA (4-4-2): Nocera, Tambuzzo, Vasario, Zanchi (29′ st Virardi), Mezzela, Alestra, Arabia (39′ st Furcas), Porrone, Di Bari (27′ st Muratore), Napoli (15′ st Papagno), Dosio (21′ st Veneziano). A disp. Nicola, Pasquale, Gagliardi. All. De Vita.
CITTÀ DI COSSATO (4-3-3): Cairola, Rocco (5′ st Scarlata), Fasson, Badan, Ndiaye, Adamo, Salgarella (10′ st Marra), Nocella, Abbruzzo (15′ st Rizzato), Marteddu (27′ st Ferron), Rosina (37′ st Fila). A disp. Bruscagin, Cavalli, Ramella, Mattioni. All. Forzatti.
AMMONITO: 40′ Virardi (V).
ARBITRO: Miletto di Bra
COLLABORATORI: Ambrosino di Nichelino e Gallo di Nichelino


Vivi Sprint e Sport al 100%, scarica l’applicazione e scopri tutte le sue funzioni.

L’APP PER ANDROID

L’APP PER IPHONE

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli