Ardor San Francesco Sciolzen Seconda Categoria i giallorossi
Ardor San Francesco Sciolzen Seconda Categoria i giallorossi

Un pareggio che con un occhio alla classifica nel prepartita si poteva pronosticare come papabile tra le due formazioni scese in campo. Ardor che si dimostra più propositivo ma non riesce a concretizzare in zona gol, lo Sciolze non concede tantissimo ma non crea nemmeno grandissimi grattacapi a mister Ferrazzola. Ad approfittarne alla fine sono il Castiglione ed il Ciriè che entrambe vincenti muovono la classifica a loro favore conquistando una posizione ciascuna. Si parte a ritmi blandi nei primi venti minuti di gioco l’unica cosa a decollare sono gli aerei dal vicino aeroporto di Caselle, non la gara, da segnalare solo una conclusione di Catania potente ma centrale tra le braccia di Chiartano. La prima vera occasione si presenta al 20’ con un traversone su calcio piazzato insidiosissimo ad opera di Alestra: pallone che sfila veloce in area e raggiunge Chervatin che da solo a un metro dalla linea di porta calcia addosso al portiere. Sciolze che cerca le ripartenze ma con poca precisione nelle fasi di transizione, il pressing dell’Ardor non lascia spazi per eventuali ribaltamenti di fronte. Al 33’ Orlando ci prova per gli ospiti con un colpo di testa, conclusione che termina a lato senza colpo ferire. una manciata di minuti e sono i padroni di casa a provarci con un gran controllo di Saccullo che si porta avanti palla sulla destra e prova a incrociare sul palo lontano, palla fuori di poco, sarebbe stato un gran gol se la palla fosse entrata. Due minuti dopo e ancora l’Ardor a cercare la via del gol; Alestra dalla trequarti si inventa una parabola di precisione a scavalcare il portiere avversario, pallone preciso ma lento che non beffa Chiartano che devia e manda in angolo, è l’ultima azione che annotiamo per questa prima frazione di gara. Si riprende con gli stessi uomini in campo e nessuna variazione di tattica degna di nota, ma è ancora l’Ardor far girare meglio il pallone sfruttando la velocità in fascia di Di Benedetto che nel corso della partita cambierà diverse volte il corridoio esterno di competenza senza dare punti di riferimento e conquistando parecchi falli nella trequarti avversaria. Al 12’è però lo Sciolze a rendersi pericoloso con Pasquero che fa partire un ottimo tiro che Santomauro neutralizza bene deviando il pallone contro la traversa. Siamo al 14’ ed ecco che nonostante le corde vocali di Ferrazzola siano già state messe a dura prova, ci pensa Alestra a peggiorare le cose divorandosi a tu per tu con il portiere una ghiotta occasione, pallonetto troppo lezioso e palla sparacchiata malamente alta. Giallorossi che provano ad alzarsi rischiando qualcosa in contropiede, ma lo Sciolze non è abbastanza disinvolto per approfittarne, ed è ancora la squadra di casa che può provare la zampata vincente con Di Benedetto che da solo contro Chiartano gli calcia praticamente addosso. La partita non propone altri spunti e termina con i due portieri in Clean Sheet sullo 0-0, da segnalare la buona prova delle linee verdi subentrate nel secondo tempo da entrambe le parti, un esempio su tutti Ruscio, classe 2001, giovane interessante del vivaio che ha dimostrato gran carattere in mezzo al campo.

Ardor San Francesco Sciolze Seconda Categoria Gli Orange
Ardor San Francesco Sciolze Seconda Categoria Gli Orange

Ardor SF 0
Sciolze 0
Ammoniti: Santomauro (A), Pasquero (S), Magnesi (S), Audino (S), Rosso (S).
Arbitro: Rossetti di Collegno 6, clemente su alcune possibili seconde ammonizioni e qualche fuorigioco da rivedere, per il resto vede bene quasi tutti i contatti.

Ardor SF 4-3-3

All. Ferrazzola 6.5 Fare a meno di Bertolami, Faggio e soprattutto di Petrarca non disponibili non aiuta di certo, ma la squadra lavora bene e il pareggio forse alla fine è anche un po’ stretto.
Santomauro 6 Poco impegnato, ma attento e vigile quando chiamato in causa
Chervatin 6.5 buona gara sulla destra, si propone anche bene in alcune occasioni.
Nalli 6.5 Marcature e fase difensiva molto buona, meno in impostazione.
Santomauro 7 Non concede campo agli avversari, tiene bene la linea difensiva
Ossola 7 Anche lui cura bene le marcature, non perde mai di vista l’avversario
Spiga 6.5 buona gara la sua, cala nel secondo tempo, gli anni ci sono.18’st Carraro 6 lavora bene molti palloni e si propone con frequenza
Saccullo 6.5 ottima gestione della palla, ha gamba e diventa pericoloso quando va sul fondo 30’st Daniele 6.5 buon ingresso, corre e si danna per cercare di proporsi.
Alestra 6 Spreca l’occasione per portare in vantaggio i suoi, ma i suoi calci da fermo sono sempre pericolosissimi
Catania 6.5 lavora molto bene, fa salire molto bene la squadra e si appoggia altrettanto bene, preziose le sue palle spizzate.
Di Benedetto 7 Grandissimo lavoro di corsa e sacrificio su tutto il fronte offensivo, non si prende un cartellino nonostante la miriade di falli subiti che avrebbero innervosito chiunque.
Giordano 6 Manca qualche volta la giocata decisiva, ma il fraseggio è positivo. 22’st Ruscio 6.5 ingresso molto positivo, ha grinta da vendere ed è giovane, pochi minuti ma tocca molti palloni, bravo ottimo futuro.

Sciolze 4-3-1-2

All. Croveri 6 Sostituisce mister Arena oggi assente, non esprime un gran calcio ma tiene comunque in parità la gara.
Chiartano 7 decisivo in più occasioni, ottima gara, prezioso anche in uscita alta, dà sicurezza.
Audino 5.5 non riesce a sfondare e fatica in difesa, condizionato anche da un giallo preso troppo presto.
Vasini 5.5 poca spinta anche in copertura non eccezionale.
Fenoglio 6 qualche contrasto vinto, ma molti passaggi non perfetti
Orlando 6.5 partita ordinata, non si fa portare fuori posizione
Rosso 6 qualche sbavatura di troppo
Pasquero 6.5 qualche bello spunto, ma anche tanti errori e soprattutto falli in cui rischia molto il secondo giallo 21’st Balasso 6 non si propone molto in fase di costruzione ma non demerita
Casalegno 6 qualche lancio preciso ma nulla di più
Cavazzi 6 pochi spazi per lui non si vede molto
Magnesi 5.5 ci si aspettava qualcosina di più ma segue l’andazzo dei compagni
Costarelli 6 anche lui fermato quasi sempre, mai pericolosissimo

Giuseppe Servidio