Chi dice che in collina ci stanno solo i “fighetti” dovrebbe vedere il Castiglione, squadra tosta che, con le unghie e con i denti, è riuscita a portarsi a casa i tre punti contro un Tridinum che le ha tentate tutte per cercare di uscire dall’attuale crisi di risultati. La goffa autorete di Gianluca Boido ha deciso il risultato, ma i ragazzi di casa in più di un’occasione hanno costretto agli straordinari il portiere Salvato, che almeno in tre occasioni ha “salvato” il risultato. Sul fronte Tridinum certamente lodevole l’impegno e lo sforzo profuso nel corso dei 90 minuti, ma sotto porta non ci siamo ancora. Nonostante il modulo iperoffensivo, le occasioni sono arrivate col contagocce.

Padroni di casa pericolosi fin dai primi minuti: al 12′ Musa va al tiro da fuori area, ci vuole un gran colpo di reni di Salvato per deviare la palla sulla traversa e poi in corner. Sul successivo tiro dalla bandierina di Bulgarini, Merico salta libero in area e insacca. I trinesi rischiano spesso sui calci piazzati, mentre in avanti faticano a trovare spazi. Al 20′, però, su un calcio di punizione da metà campo, l’arbitro vede una cintura di Marotta ai danni di Florea e indica il dischetto. Calcio di rigore che Milazzo realizza in sicurezza. La risposta dei ragazzi di Rollè è in una bella punizione di Mattioli al 26′, Salvato si rifugia ancora in corner, e in un’occasione in mischia subito dopo per Caruso. Bulgarini, poco prima del riposo, tira bene da fuori area, Salvato c’è sempre.

La ripresa inizia con un rigore a favore dei padroni di casa, per un fallo di mani in area, ma Salvato, bravissimo, ci arriva sul tiro angolato di Merico e tiene in vita i suoi. Nulla può, però, al 15′, quando Gianluca Boido intercetta una palla filtrante di Musa per Bulgarini, ma ne viene fuori un pallonetto stile Mai dire Gol, che va ad insaccarsi sotto la traversa. Il Tridinum si ributta in avanti a capofitto, ma anche le rare volte che riesce ad arrivare al tiro, la mira è sempre sballata, come al 25′, quando Mardi da buona posizione spara altissimo. Finale piuttosto nervoso, l’arbitro Di Simone, che tutto sommato aveva visto bene sui rigori, perde un po’ la bussola e alcune decisioni sono sembrate piuttosto superficiali. L’espulsione finale di Mattioli costringe il Castiglione a chiudere con un po’ di affanno, ma Witteween, a parte qualche uscita in mischia, non viene mai seriamente chiamato in causa.

 

IL TABELLINO DI CASTIGLIONE TRIDINUM 2016 SECONDA CATEGORIA

Castiglione – Tridinum 2016            2-1
RETI: 13′ Merico (C), 20′ (rig.) Milazzo (T), 15’st aut. Boido G. (T).
CASTIGLIONE (4-4-2): Witteveen 6.5, Crisantino 6, Martini 6.5, Marotta 6, Merico 6, Leonardi 6.5, Mattioli 6, Re 7, Musa 6.5 (29’st Pedron 5.5), Bulgarini 6.5 (42’st Naso s.v.), Caruso 6 (38’st Piras s.v.). A disp. Orlando, Vercelli. All. Rollè 6.
TRIDINUM 2016 (4-3-3): Salvato 7.5, Chamouti 6, Boido G. 5.5, Ballanca 6, Guaschino 5.5, Boido P. 6 (44’st Casagrande s.v.), Milazzo 6, Tiso 5.5, Florea 5.5, Lavazza 5.5, Mardi 5.5 (32’st La Loggia 5.5). A disp. Ottavis, Peruzza, Valentino, Bobba, Spinoglio, Viazzo. All. Mussetti 5.5.
ARBITRO: Di Simone di Torino 5.5.
ESPULSI: 41’st Mattioli (C) per doppia ammonizione, 45’st il tecnico Mussetti (T) e il dirigente Orlando (C).
AMMONITI: Marotta, Martini, Guaschino, Mardi, Florea.
NOTE: Al 2’st Merico ha fallito un calcio di rigore.

LE PAGELLE DI CASTIGLIONE TRIDINUM 2016 SECONDA CATEGORIA

CASTIGLIONE (4-4-2)
Witteveen 6.5 Punte spuntate, ma lui è vigile.
Crisantino 6 Diligente sulla fascia desta.
Martini 6.5 Le sue lunghissime rimesse laterali sono un vero schema offensivo.
Marotta 6 Cerca spesso l’anticipo, e spesso gli riesce.
Merico 6 Poteva fare la doppietta, e invece…
Leonardi 6.5 Gode di ampi spazi a destra, ma non li sfrutta al meglio.
Mattioli 6 Lottatore in mezzo al campo.
Re 7 Regna in mezzo al campo, con le sue giocate.
Musa 6.5 Meglio nel primo tempo, quando gioca dietro Bulgarini (29’st Pedron 5.5 Si nasconde un po’).
Bulgarini 6.5 Ha qualità superiore alla categoria, non la sfrutta.
Caruso 6 Qualche spunto interessante nella ripresa.
All. Rollè 6 Squadra grintosa, con buoni spunti in attacco.

TRIDINUM 2016 (4-3-3)
Salvato 7.5 Si rifugia spesso in corner, poco da fare sui gol.
Chamouti 6 Sfida pari con Caruso.
Boido G. 5.5 Autorete sfortunata, partita così così.
Ballanca 6 Davanti alla difesa prova a imbastire il gioco.
Guaschino 5.5 Bulgarini è un brutto cliente.
Boido P. 6 Se la cava con qualche affanno.
Milazzo 6 Freddo sul rigore, poi scompare.
Tiso 5.5 Ci mette grinta nel mezzo, ma incide poco.
Florea 5.5 Si vede quando ottiene il rigore, e quando va in fuorigioco.
Lavazza 5.5 Manca di intensità, che per uno che si chiama Lavazza…
Mardi 5.5 Si muove molto, ma combina veramente poco (32’st La Loggia 5.5 Anche lui non crea pericoli).
All. Mussetti 5.5 La voglia c’è, le idee offensive ancora no.

ARBITRO: Di Simone di Torino 5.5 Non combina disastri, ma nella ripresa riesce a innervosire tutti.

LE PAROLE A FINE GARA: ROLLE DEL CASTIGLIONE

LE PAROLE A FINE GARA: MASSIMILIANO MUSSETTI DEL TRIDINUM