Villarbasse
I torinesi ad un passo dalla finale

Il Villarbasse ingrana la quarta e si dirige tranquillamente verso la finale di categoria. Il poker rifilato al Cisterna, ma soprattutto la differenza di qualità vista in campo, consente ai ragazzi di Lucibello di affrontare il ritorno di domenica prossima con animo piuttosto sereno. Il Cisterna, retrocesso, tutto sommato non ha sfigurato, colpendo anche due pali. Ma di fronte si è trovato un Villarbasse, che non solo ha vinto il suo Girone, ma presenta una struttura e un gioco che ben poche squadre, anche in Prima Categoria, possono vantare. I ragazzi di Lucibello impostano la manovra fin dalla propria area, palla al piede, Berti guida il gioco con sicurezza, mentre in avanti Federico Miraglio e Pignataro, pur giocando larghi, sono sempre pronti a colpire. Il match sostanzialmente è durato una mezzora, il tempo di fare 3 gol sotto la pioggia e poi contenere il prevedibile ritorno del Cisterna. Al 9′ Pignataro dal limite indirizza la palla sotto la traversa, errore del marcatore che lo lascia girare, e anche un po’ del portiere… Al 13′ Gatto Monticone atterra Federico Miraglio in area, l’arbitro indica il dischetto, al tiro va Berti che raddoppia. Federico Miraglio ancora protagonista al 21′, quando al termine di un contropiede magistrale, dal vertice sinistro dell’area, si aggiusta il pallone e con un destro a giro stile Insigne sigla il terzo gol. Nel mezzo va segnalata anche la reazione dei padroni di casa: al 19′ Cerrato, il migliore dei suoi, trova il palo interno dopo un bell’inserimento centrale. E sempre lui, due minuti dopo, con un tiro da fuori area costringe Buscaglione a rifugiarsi in corner. Giarrizzo cambia modulo in corsa, passando a 4 in difesa, e, se non altro, in difesa si balla meno. Ripresa di pura accademia: il Cisterna fa di tutto per rendere più onorevole la sconfitta, ma oltre al palo di Darko Zahariev al 9′, non c’è molto altro da segnalare. Un Villarbasse appagato concede qualcosa di più in difesa, ma nel finale, con un po’ di fortuna, trova anche il poker: il tiro di Ortoncelli non sembra nulla di che, Natta però devia quanto basta per indirizzarla verso la sua porta.

Cisterna d’Asti-Villarbasse 0-4
RETI: 9′ Pignataro (V), 13′ rig. Berti (V), 21′ Miraglio[95] (V), 38′ st aut. Natta (C).
CISTERNA D’ASTI (3-5-2): Fantino 5.5, Gatto Monticone 5.5, Casetta 5.5 (25′ st Sgrò 5.5), Cerrato 6.5, Musso 5.5, Cestari 5.5, Fasano[92] 5 (11′ st Natta 5.5), Cauda 5.5, Zahariev Darko[94] 6.5, Butticè 5, Zahariev Dejan 6.5 (27′ st El Fatimi 5.5). All. Giarrizzo 5.5.
VILLARBASSE (3-4-1-2): Buscaglione 6.5, Russo 7, Fugalli[94] 6.5 (31′ st Fugalli 6), Pisano 7 (27′ st Giangualano 6.5), Giordano E. 7.5, Miraglio 7.5, Berti 7.5, Nicosia 6.5 (1′ st Zocco 6.5), Pignataro 7 (34′ st Ortoncelli[93] 6), Promio 7, Miraglio[95] 7 (36′ st Cairola sv). A disp. Trovò, Carli Alessandro, Scassa. All. Lucibello.
ARBITRO: Nizza di Alessandria  6.5.
AMMONITI: Zahariev Darko[94] (C), Cerrato (C), Gatto Monticone (C), Giordano E. (V).

Cisterna
Fantino 5.5 Sorpreso sul primo gol.
Gatto Monticone 5.5 Fallo da rigore ingenuo.
Casetta 5.5 Costretto a fare il terzino. 25’st Sgrò 5.5 Combina poco nel finale.
Cerrato 6.5 Copre ed imposta bene.
Musso 5.5 Patisce gli attaccanti larghi ospiti.
Cestari 5.5 Qualche liscio di troppo nel primo tempo.
Fasano 5 Non pervenuto sulla fascia destra. 11’st Natta 5.5 Molto duttile.
Cauda 5.5 Prova a mettere ordine in mezzo al campo.
Zahariev Da. 6.5 Le giocate più interessanti partono dai suoi piedi.
Butticé 5 Sia da punta, che arretrato non si accende mai.
Zahariev De. 6.5 L’unico che a volte riesce a scalfire il tridente difensivo ospite. 27’st El Fatimi 5.5 In attacco non gli concedono nulla.
All. Giarrizzo 5.5 Cambia in corsa, ma ormai è troppo tardi.

Buscaglione 6.5 Para e partecipa costantemente alla manovra.
Russo 7 Lo chiamavano Bulldozer, sia a destra che in mezzo.
Fugalli S. 6.5 Spinge con costanza a sinistra. 31’st Fugalli M. 6 Attento nel finale.
Pisano 7 King dell’anticipo, concede le briciole alle punte. 27’st Gianguaiano 6.5 Qualche buona chiusura.
Giordano 7.5 Ministro della Difesa, sempre a testa alta.
Miraglio A. 7.5 Una sorta di diga su cui gli attaccanti vanno costantemente a sbattere.
Berti 7.5 Impressiona la sicurezza con cui manovra anche sotto pressione.
Nicosia 6.5 Mobile e dinamico nel mezzo. 1’st Zocco 6.5 Si piazza a destra con buona lena.
Pignataro 7 Non dà punti di riferimento, sempre insidioso. 34’st Ortoncelli 6 Da un suo tiro arriva il quarto gol.
Promio 7 Sempre pronto a innescare le punte o a inserirsi.
Miraglio F. 7 Combina sfracelli per mezzora, poi gli prendono le misure.
All. Lucibello 7 Qualità tecniche e gioco, squadra pronta la Prima Categoria.

Cisterna