11 Luglio 2020 - 14:32:25

Piossasco – Brunetta Seconda Categoria: Pica e Tassone regalano 3 punti ai padroni di casa

Le più lette

Muggiò, piazzato il colpo Cavaliere: il classe 2001 del Bresso sbarca in gialloblù

Mirco Cavaliere è un nuovo calciatore del Muggiò. Classe 2001, arriva dal Bresso ed è uno dei prospetti più...

Legnano Serie D, altro tassello per il centrocampo dei lilla: Simone Damo

Marco Di Lernia, Luigi Ronzoni e Simone Damo. Questo sarà il centrocampo del Legnano, o almeno sono i nuovi...

Sancolombano Eccellenza, Ettore Provasio è un nuovo calciatore azulgrana

Ettore Provasio giocherà nel Sancolombano di Maurizio Tassi nella prossima stagione. Ecco il comunicato del club: «L'A.S. Sancolombano Calcio...

Le ambizioni delle due squadre sono diverse, ma gli intoppi in questa prima fase del campionato sono dietro l’angolo. Il Brunetta, nonostante le ultime non esaltanti gare che hanno prodotto un punto nelle ultime 3 partite è a ridosso della zona playoff, mentre il San Giorgio, attualmente nella zona rossa, è  sicuramente tra le squadre che stanno meglio a livello di morale, soprattutto dopo gli ultimi 2 pareggi. Ne scaturisce una gara che scoppia letteralmente come un petardo negli ultimi 20 minuti a favore dei padroni di casa dopo un andamento vivace ma non certamente esaltante. I primi minuti sono a ritmo decisamente basso, con il Brunetta, oggi in tenuta blu, leggermente più autoritario ad alzare il baricentro rispetto ai padroni di casa, piuttosto restii a mettere fuori il naso dalla propria metà campo. Al 13′ assistiamo alla prima timida chance del Brunetta con Jommi che impegna Berti a terra con un tiro non irresistibile. Durante questo periodo il San Giorgio inizia a fare qualche incursione in area ospite, ma le poche mischie che si vengono a creare non impensieriscono più di tanto capitan Bilanzola e compagni. La gara si dirige su un binario vivace ma le occasioni latitano. Al 20′ il  Brunetta si fa ancora vedere in avanti: Stregapede vince un rimpallo e serve a centro area Sinigallia la cui girata finisce alta. Il terreno di gioco è allentato e non permette giocate di qualità. Il Brunetta è più manovriero ma tende a perdersi nell’ultimo passaggio mentre i rossoverdi di De Cherico giocano un calcio più basico con lanci lunghi verso Giordanino e Pica, più di una volta in offside. Per il resto del primo tempo non succede pressoché nulla, con zero tiri in porta da entrambe le parti e con gli ospiti torinesi a controllare il gioco. La ripresa inizia nello stesso modo con cui era finito il primo tempo, con il Brunetta a cercare di imporsi, ma con un pressing molto stringato tale da non impensierire la difesa di casa, apparsa molto inquadrata, con Messi Nkoulou e Dainese. Al 24’ ancora un attacco del Brunetta per sbloccare il risultato, con il destro di Cimino, servito da Piseddu, ma la secca girata viene agevolmente parata dall’ottimo Berti. Da questo momento comincia a svegliarsi il San Giorgio, ispirato dal buon Giordanino. Al 27′ nella prima vera azione offensiva della squadra di De Chirico, il San Giorgio si porta in vantaggio: dopo un azione sulla zona sinistra del campo la palla perviene in area a Pica, bravo a controllare ed a freddare inesorabilmente Bilanzola. La gara esplode come un tappo di champagne e da questo momento sono emozioni su emozioni. Grande determinazione del San Giorgio che pare trasformato. Al 32’ clamorosa occasione di raddoppio per i locali: Giordanino è  in offside, ma viene rimesso  in gioco da un intervento difensivo degli ospiti, il centravanti di casa si presenta in area, serve sulla sua sinistra Mascilongo che a due passi dalla porta alza incredibilmente sulla traversa. Passano sessanta secondi e la scena si ripete: il nuovo entrato Tassone parte in posizione regolare, entra da solo in area e stavolta non dà  scampo al portiere ospite per il raddoppio rossoverde. Tutto finito? Ma nemmeno per sogno! Al 35’ Younis, il migliore dei suoi, da centro area trova il pertugio giusto per battere Berti e riaprire la gara. Il Brunetta si butta in avanti, in modo concitato, ma è  bravo ancora Berti a salvare su Piseddu ed al 48′ Sinigallia per gli ospiti alza di testa sulla traversa. Finisce qui: i venti minuti finali del San Giorgio bastano e avanzano per portare a casa i tre punti. Mister De Chirico gongola e domenica ci sarà il super derby con i cugini del Piossasco.

PIOSSASCO 2

BRUNETTA 1

RETI: 27′ st Pica (P), 33′ st Tassone (P), 35′ st Mehdi (B)

                 LE PAGELLE DI PIOSSASCO BRUNETTA SECONDA CATEGORIA

PIOSSASCO
Berti 7.5 Sicuro sulle palle alte, gran parata nel finale.
Mereu 7 Grande presenza nel reparto difensivo. 33’st Predobon 6 Propositivo
Buccafurri 6.5 Bene anticipi e copertura.
Messi Nkoulou 7.5 Velocità, tecnica e senso della posizione. Sarà merito dei suoi omonimi?
Virgilio 6.5 Il capitano dimostra buona capacità soprattutto negli anticipi.
Dainese 6.5 Chiude sempre bene gli spazi, cala un po’ nel finale.
Priori 6 Trova pochi spazi nella sua manovra. 45’st Deni sv
Clahes 5.5 Molto poco nel vivo del gioco. 14’st Tassone 6.5 Entra e segna. Positivissimo
Giordanino 7 Sempre sul pezzo , decisamente sontuoso. 40’st Manzone 6 Mette fisicità  nei pochi minuti che gioca.
Pica 6.5 Buoni strappi e piedi fatati. 45’st Boellis sv
Mascilongo 5.5 Erroraccio davanti alla porta. Buon per lui che i suoi raddoppiano poco dopo.
All. De Chirico 7 Vittoria di cuore ma i suoi devono osare di più.

Piossasco Brunetta Seconda Categoria
I ragazzi del Brunetta

BRUNETTA
Bilanzola 6 Disinnesca il disinnescabile, non può nulla sui gol.
Stregapede 6 Tra i più generosi e qualitativi
Lucciarini 6 Poche sbavature in difesa.
Barraco 6.5 Fisicità  ed intelligenza in difesa.
Piseddu 5.5 Partita di sofferenza.
Bona 6.5 Bravo a chiudere sugli avanti avversari.
Jommi 6.5 Lotta come leone su ogni pallone. 19′ st Olivieri 6 Prestazione sufficiente per i minuti che sta in campo.
Pintor 5.5 Non trova sempre i varchi giusti. 32′ st Bellinello 6 Si sacrifica
Cimino 6.5 Indiscutibile qualità al servizio della squadra.
Younes 7 Parecchio ispirato, prova a dare speranza ai suoi con il gol.
Sinigallia 5.5 Fuori dal gioco in qualche occasione
All: Iodice 6 Lo spirito c’è, manca la concretezza.

ARBITRO: Marabese di Nichelino 7 Direzione di gara sicura ed attenta, con ottima gestione dei cartellini gialli.

 

LE PAROLE DI DE CHIRICO

 

Luca Marchese

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli