Sciolze show! Gli oranges della collina torinese liquidano con un secco 2 a 0 l’ex capoclassifica Vallorco, che fino a domenica non aveva perso un match, né subito una rete! Sul campo di strada Bocchetta, la squadra di Arena – assente e sostituito dal dirigente Croveri – sembra trasformarsi e giocare con uno spirito veramente irresistibile. A pagarne le spese, questa volta, è stato un Vallorco, cui non è bastato fare un match di costante pressione contro un avversario bravo a chiudersi e a ripartire con incisività. Merito di due attaccanti in grande spolvero, Cavazzi e Di Bernardo, eccellenti nel muoversi su tutto il fronte offensivo, tener palla e creare pericoli contro una difesa a tre che, specie nel primo tempo, ha ballato più volte.

La partita si sblocca già al 9′, Magnesi anticipa in area Luciani, che lascia la gamba lì, l’attaccante cade e l’arbitro indica il dischetto. Tocca a Cavazzi, con un brivido, portare in vantaggio i suoi e cancellare lo zero dalla casella “goal subiti” nella colonna del Vallorco. Gli ospiti continuano a giocare come avevano iniziato, pressing alto, gioco avvolgente, ma le punte non trovano mai occasioni pulite. Lo Sciolze invece, quando riesce a distendersi si trova spesso dalle parti di Belcastro: al 21′ su un corner, la difesa ospite rischia un po’, prima che Cavazzi alzi troppo la mira.

A parte una girata debole di Agostino, i tentativi del Vallorco sono tutti da fuori, ma i tiri di Luciani e Gobbato dopo la mezzora non centrano lo specchio della porta. Quando anche Barioli, il migliore dei suoi in difesa, cicca l’intervento al 43′ lasciando campo libero a Di Bernardo si capisce che non è giornata. L’attaccante però rimanda l’appuntamento con il gol allo scadere del 45′: se ne va lungo la linea di fondo – probabilmente anche oltre – e poi da posizione defilata con un tiro a rientrare supera l’incerto Belcastro.

Nonostante la mazzata del gol a fine primo tempo, i nerocrociati iniziano la ripresa ben intenzionati a cercare la rimonta. E la bravura dello Sciolze emerge proprio in questa situazione, perché in difesa riescono a concedere veramente le briciole all’attacco del Vallorco. La traversa colpita da Caserio al 25′ certifica la domenica sfortunata dei canavesani, mentre al 36′ è Orlando, prova maiuscola, a evitare il gol con un salvataggio sulla linea. La stupida espulsione di Belcastro, infine, costringe il Vallorco a chiudere il match in dieci: partita persa e perso anche il primo posto.

IL TABELLINO DI SCIOLZE VALLORCO SECONDA CATEGORIA

Sciolze – Vallorco            2-0
RETI: 9′ (rig.) Cavazzi, 45′ Di Bernardo.
SCIOLZE (4-3-1-2): Chiartano 7, Arcaro 7, Rosso 6.5 (40’st Gagliardi s.v.), Fenoglio 7, Orlando 8, Rettegno 6.5, Casalegno 6.5 (19’st Gastaldi 6.5), Vai 7 (29’st Costarelli 6), Cavazzi 7.5 (43’st Balasso s.v.), Magnesi 7, Di Bernardo 8. A disp. Rossotto, Collo, Mignone, Barosso, Mantelli. In panchina Croveri.
VALLORCO (3-4-1-2): Belcastro 4.5, Luciani 5, Nicolasi 6 (35’st Brescianini s.v.), Ferrari 5.5, Guglielmetti 6, Barioli 6, Sanogo 5, Gobbato 5.5 (6’st Savant 5.5), Naretto 5.5, Cardamone 5.5 (6’st Crestetti 6), Agostino 5 (18’st Caserio 6). A disp. Scafidi, Lucato, Mbengue. All. Mattiet 5.5.
ARBITRO: Giordano di Chivasso 6.
ESPULSO: 34’st Belcastro per bestemmia.
AMMONITI: Orlando, Rosso, Cavazzi (S), Cardamone, Caserio, Sanogo, Guglielmetti (V).

LE PAGELLE DI SCIOLZE VALLORCO SECONDA CATEGORIA

SCIOLZE (4-3-1-2)
Chiartano 7 Molte uscite con eccellente scelta di tempo.
Arcaro 7 Le punte del Vallorco ci vanno a sbattere spesso.
Rosso 6.5 Concede qualche spazio a Gobbato, ma chiude sempre con tempestività.
Fenoglio 7 Il soprannome ‘pitbull’ è un po’ inflazionato per il suo ruolo in mezzo al campo, ma in questo caso ci sta alla perfezione.
Orlando 8 Non gliene scappa una, salva un gol e si rende pericoloso in attacco.
Rettegno 6.5 Bada soprattutto a coprire sulle incursioni di Nicolasi.
Casalegno 6.5 Nel centrocampo a tre è quello che ha più licenza di avanzare e lui prova sempre a supportare le punte (19’st Gastaldi 6.5 Subito nel match con concentrazione).
Vai 7 Lucido nel mezzo, bravo a cercare la giocata sulle punte (29’st Costarelli 6 Ci mette velocità e carattere).
Cavazzi 7.5 Si muove con intelligenza su tutto il fronte offensivo, s’intende bene con il ‘compare’ Di Bernardo.
Magnesi 7 Dietro le punte, gode di buona libertà e lui la utilizza per armare le punte o per proporsi lui stesso, come sul rigore.
Di Bernardo 8 Il gol è una perla in un match giocato alla grande per qualità e quantità.

Vallorco

VALLORCO (3-4-1-2)
Belcastro 4.5 Sorpreso dalla parabola di Di Bernardo, ingenuo in occasione dell’espulsione.
Luciani 5 Il fallo da rigore certifica le difficoltà contro gli attaccanti oranges.
Nicolasi 6 Si propone con continuità a sinistra, senza trovare la giocata vincente.
Ferrari 5.5 Anche per lui un pomeriggio difficile a centro difesa.
Guglielmetti 6 Prova a dare ordine al gioco dei suoi.
Barioli 6 Abile nell’anticipo, tiene in piedi la difesa del Vallorco.
Sanogo 5 Sì di testa le prende tutte lui, ma fa solo questo.
Gobbato 5.5 Si libera bene a destra, ma poi non ne approfitta (6’st Savant 5.5 Gioca poco, si lamenta troppo).
Naretto 5.5 Non trova spazi in mezzo all’area e pian piano si perde.
Cardamone 5.5 Ammonito, si innervosisce e rischia il secondo giallo (6’st Crestetti 6 Male un paio di calci piazzati, bene il lancio per Caserio in area e l’occasione al 36′).
Agostino 5 Solo una girata debole nel primo tempo (18’st Caserio 6 Combattivo e pronto all’inserimento, centra una traversa che poteva riaprire il match).
All. Mattiet 5.5 Troppo sotto ritmo, urge ritrovare motivazioni e grinta.

ARBITRO: Giordano di Chivasso 6 Alcune chiamate non convincono, ma tutto sommato tiene bene in mano un match che poteva innervosirsi.