12 Maggio 2021

Castelletto Monferrato, Rolando: «Questa squadra è come una grande famiglia»

Le più lette

Academy Pro Sesto Under 14, parola a Gianni Garghentini: «Qui c’è la possibilità di divertirsi e di giocare bene»

Gianni Garghentini, tecnico della Academy Pro Sesto Under 14, ha il curriculum di chi il calcio lo conosce. Una carriera...

Under 17 Serie C, il podcast: parola al tecnico della Giana Erminio Omar Barzaghi

Dal nuovo format del Campionato Under 17 Serie C - a cui la Giana Erminio ha deciso di non...

Fossano-Folgore Caratese Serie D: Adorni riaccende la speranza al Pochissimo

Il Fossano continua a credere nel miracolo della salvezza. La squadra di Viassi vince e convince nel match contro...

Il Castelletto Monferrato, squadra militante in Terza Categoria allenata da Luca Rolando, è molto più di una semplice società di calcio. Il tecnico racconta infatti che «siamo diventati come una grande famiglia nel corso degli anni. Io alleno la Prima Squadra da dieci anni durante i quali abbiamo disputato ben sei campionati di Seconda Categoria e quattro di Terza. Ho visto crescere gran parte dei miei giocatori visto che li alleno da quando erano bambini: sono infatti stato anche alla guida dei Pulcini e degli Esordienti, vincendo i rispettivi campionati. Pertanto siamo un bellissimo gruppo storico di cui vado molto orgoglioso. Ci sono alcuni giocatori che, sotto la mia gestione, hanno disputato addirittura più di 400 presenze. Questo dato statistico è per sottolineare proprio da quanto tempo è nato questo gruppo. Al gruppo storico si sono poi aggiunti, nel corso degli anni, altri giocatori che si sono integrati benissimo nello spogliatoio. Tra tutti noi vi è infatti uno straordinario rapporto di amicizia che va ben oltre l’aspetto sportivo: ogni volta abbiamo davvero molta voglia di stare tutti insieme talmente siamo uniti. I miei giocatori sono consapevoli del loro livello e prendono il calcio per quello che è, ossia uno sport in cui conta principalmente il divertimento: quando arriva una sconfitta, non ne facciamo assolutamente un dramma. Voglio inoltre sottolineare il gran comportamento della mia squadra: sono infatti cinque anni di fila che finiamo nelle prime cinque posizioni della Coppa Disciplina. Nel nostro spogliatoio prevalgono infatti la correttezza e l’educazione». Una figura storica del Castelletto Monferrato è Stefano Pellottieri che è l’attuale segretario della società astigiana ma che, in passato, ha avuto anche il ruolo di presidente e massaggiatore. Nella squadra allenata da Rolando vi è poi una vera e propria autogestione in quanto «sono i miei stessi giocatori a comprare il materiale per fare gli allenamenti ad esempio. Questo dimostra quanto ci tengano alla società e a praticare questo sport. Penso che siamo l’unica squadra in ambito provinciale con questo tipo di gestione».
Il tecnico, che conta addirittura 750 panchine nella sua carriera ventennale da allenatore, non predilige alcun modulo in particolare in quanto «schiero i miei giocatori in base a chi ho a disposizione. Sento poi anche la loro opinione in merito, voglio coinvolgerli. Mi sembra pure il minimo visto il rapporto che abbiamo». Secondo Rolando, la sua squadra avrebbe potuto  raggiungere tranquillamente i play-off considerata la qualità della rosa «anche se in questa stagione li ho fatti giocare e divertire consapevole che il campionato non si sarebbe mai concluso. Adesso vediamo che succederà nella prossima annata, sperando che si possa tornare presto a giocare».

LA ROSA DEL CASTELLETTO MONFERRATO

Portieri: Michael Borgoglio (1990), Diego Gugliada (1986), Rolando Mattia (1994), Edoardo Rota (1995).

Difensori: Dejvi Cadri (1997), Alessandro Decicco (1988), Stefano Freschi (1988), Federico Romeo (1996), Amadou Sanogo (1997), Luigi Vellucci (1994), Davide Zamboni (1989).

Centrocampisti: Anthony Ancell (1989), Klevin Dema (1998), Cosimo Galiano (1988), Emanuele Gastini (1993), Keldi Karriqi (1997), Antonio Mancuso (1978), Mattia Ministru (1997), Lorenzo Lorando (1989), Lorenzo Zarri (1994).

Attaccanti: Matteo Ammirata (1994), Liond Celaj (1984), Alessandro Ferrari (1997), Edoardo Fracchia (1997), Luca Rolando (1968), Andrea Zanardi (1989).

Allenatore: Luca Rolando.

Segretario: Stefano Pellottieri.

Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c’è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli