12 Giugno 2021

La Serra – Quincitava Coppa Terza Categoria: ESORDI-ORO per la Serra di Lessio, Pozzo un gol per la storia

Le più lette

Lombardia Uno-Monza Under 16: Ragusa colpisce di precisione, Casiroli gela i biancorossi

Un calcio di punizione splendido, qualche metro fuori dall’area di rigore, a cinque minuti dal triplice fischio è il...

Fanfulla-Caravaggio Serie D: la doppietta di Messaggi tiene vivo il sogno salvezza per i biancorossi. Ora ci si gioca tutto all’ultima giornata

Serviva un’impresa per tenere vivo il sogno salvezza, e l'impresa è stata fatta. Un Caravaggio perfetto tatticamente espugna la...

Non poteva iniziare meglio l’avventura per Lessio Luca alla guida della neonata A.S.D. la Serra al suo esordio in terza categoria, una vittoria e tre punti strappati ai danni del Quincitava sul finale di gara. La partita che vede contendersi i tre punti per continuare il sogno di coppa va in scena nella splendida cornice dell’impianto sportivo G.Gaglione di Bollengo, una delle migliori strutture e terreni di gioco dell’Eporediese e del Canavese, una vera e propria eccellenza.

Le misure di distanziamento del G.Gaglione

Da notare le misure prese per rispettare il protocollo Anti-Coronavirus, come i seggiolini in tribuna segnalati a file alterne per favorire il distanziamento. Il Quincitava si presenta in classica tenuta Nera, mentre i padroni di casa indossano le casacche biancazzurre. La partita non regala grandi emozioni, le due squadre soprattutto in fase offensiva non brillano, poche idee e poche azioni concrete. L’unica nota da segnalare è una punizione al ’20 di Farinella ma trova Zublena in opposizione che devia in corner nel quale La Serra sfiora ancora il gol con un colpo di testa. La partita stenta a decollare e si torna negli spogliatoi per l’intervallo con il tabellino intonso. il secondo tempo vede le squadre cercare con più insistenza le proprie punte ma le azioni sono principalmente lanci lunghi o trame che peccano di precisione,in questo match lo spettacolo non è di casa. Al ’24 ci prova Bosonin a suonare la carica colpendo la traversa dei padroni di casa a portiere ormai battuto, nulla di fatto per la rabbia del tecnico Lago, il risultato non si schioda dallo 0-0.

Il Tecnico del Quincitava Antonio Lago

Nemmeno i vari ingressi dalle panchine riescono a dare nuova verve alle incursioni delle due compagini. La Serra e Quincitava si scontrano soprattutto in mezzo al campo, aumentano i falli e le scorrettezze, ma al netto di alcuni piccoli episodi di nervosismo in campo non c’è trippa per gatti come si suole dire, con buona pace del pubblico assopito sugli spalti. Al 30’ una delle tante incursioni di Melada (tra i positivi per il Quincitava) mette i brividi ai ragazzi di Lessio, l’assist che parte dai suoi piedi e un cioccolatino solo da scartare, la palla attraversa tutta l’area mandando fuori tempo difensori e portiere ma questa domenica Bonin non deve essere particolarmente goloso, non ci arriva per un soffio mancando l’appuntamento con il gol. Quando ormai le sensazioni sono quelle di una partita che non può che terminare a reti inviolate ci pensa al 40’ Farinella a far saltare il banco: il numero 10 dei padroni di casa, tra i migliori in campo, sfonda sulla sinistra e penetra in area, viene fermato da un difensore, il rimpallo però favorisce Pozzo che come un avvoltoio si fionda sul pallone scaricandolo in rete da due passi, pubblico risvegliato e La Serra in festa.

Pozzo Alessandro, l’autore del primo gol nella storia del club La Serra

Esordio caramellato in questa prima partita della storia per La Serra, conquista tre punti importanti per il prosieguo del cammino di coppa, ma sopratutto dà ancora più energia ed entusiasmo per questa prima stagione calcistica, e se vale il detto che chi ben comincia è a metà dell’opera ne vedremo delle belle. Gli ospiti del Quincitava pagano, forse anche troppo, la scarsa freddezza e lucidità negli ultimi metri, le occasioni per vincere ci sono state più che per l’avversario, ma a volte capitalizzare anche una sola palla-gol può significare vittoria.

Il Tecnico del La Serra Luca Lessio

IL TABELLINO DI LA SERRA – QUINCITAVA

LA SERRA – QUINCITAVA 1-0
RETI: 40’st Pozzo.
LASERRA (4-3-3): Chiartano 6, Bettinelli 6.5 (38’ st Mutalipassi sv.), Donato 6, Pozzo 7, Impieri 6, Anselmetti 6, Cavagnetto 6.5, Rosso 5.5, Brianese 5.5 (8’st Santina 6), Farinella 7, Giuffria 6 (3’st Ceresa 6). A disp. Voltan, Fochesato, Campostrini, Barbieri. All. Lessio 6.5.
QUINCITAVA (4-5-1): Zublena 6, Perucchione 5.5 (15’st Salvetti 5.5), Melada 6.5, Mordenti 6, Pizzo 6, Yoccoz 6, Monti 5.5 (6’st Bosonin 6.5), Silvi 6, Bonin 5, Lourent 5.5 (26’st Pascarella 5.5), Franchino 6. A disp. Lazzaro, Russo, Alberto, Biava. All. Lago 6.

L’Arbitro Vincenzo Biancardo di Ivrea

ARBITRO: Biancardo di Ivrea 6 Partita non difficilissima per buona parte del tempo, manca qualche cartellino giallo su alcuni interventi duri ma mantiene lo stesso metro di giudizio per tutta la gara e con tutte e due le squadre. Dubbi su un contatto in area La Serra ma eravamo troppo lontani per giudicare.
AMMONITI: 40’ Anselmetti (L), 30’st Salvetti (Q),43’st Franchino (Q)

 

PAGELLE LA SERRA

All. Lessio 6.5 Esordio dolce, anzi dolcissimo, un mix di giovani ed esperienza, la ricetta vincente per un esordio storico che porta i tre punti.

Chiartano 6 Sicuro e presente nelle uscite,sono importanti, dà sicurezza a tutto il pacchetto arretrato.

Bettinelli 6.5 Partita discreta e ordinata, ottime chiusure, cala un po’ nel secondo tempo ma è fisiologico. 38’ st Mutalipassi sv.

Donato 6 dalla sua parte forse spinge un po’ più del compagno ma non riesce a sfondare come vorrebbe.

Pozzo 7 Il primo goal della storia dell’A.S.D. La Serra e suo, non era difficile ma bisognava essere al posto giusto al momento giusto, è così che si scrive la storia.

Impieri 6 Qualche errore in impostazione ma in copertura lavora abbastanza bene.

Anselmetti 6 Anche lui vigile e attento in fase di copertura, tiene bene gli avversari anche se c’è da limare qualcosina in fase di posizionamento.

Cavagnetto 6.5 Buonissimi spunti, tra i più attivi in mezzo al campo, i suoi piedi sembrano tra i più educati in mezzo al campo, buone i suoi tagli e le palle smistate in ripartenza creano non pochi grattacapi all’avversario.

Rosso 5.5 Non benissimo, posizionato spesso male, alcuni disimpegni all’indietro fanno venire i brividi al tecnico in panchina, da rivedere.

Brianese 5.5 Poco incisivo, dal suo ruolo ci si aspettava qualcosa di più in termini di gioco offensivo. 8’st Santina 6 ingresso positivo e deciso.

Farinella 7 Tra i migliori in assoluto, il capitano lavora bene molti palloni, si conquista numerosi falli, fa salire la squadra quando è spalle alla porta, e nel gol ha un grande peso la sua azione personale.

Giuffria 6 Parte bene poi sembra spegnersi lentamente con il passare dei minuti. 3’st Ceresa 6 ingresso che ridà un po’ di freschezza in mezzo al campo.

 

PAGELLE QUINCITAVA

All. Conta 6 Siamo ancora alle prime partite, la forma dei suoi non è ancora al top, un po’ di sfortuna e gli errori individuali dei suoi là davanti non lo aiutano.

Zublena 6 Svolge il suo lavoro senza grandi problemi e para una punizione insidiosa, al 40’ non può nulla sul gol che arriva da distanza millimetrica, sarebbe servito un miracolo.

Perucchione 5.5 Partita scialba, poca spinta, sulla sua fascia non si vede nulla di interessante. 15’st Salvetti 5.5 Anche lui non sembra particolarmente in palla, ingresso anonimo.

Melada 6.5 tra i migliori della partita, sale spesso e lo fa bene, sforna ottimi assist per i compagni che non ne approfittano purtroppo per lui.

Mordenti 6 Lavora bene in fase di interdizione, un po’ meno in impostazione.

Pizzo 6 Partita ordinata e qualche buon anticipo.

Yoccoz 6 Anche lui come il compagno disputa una discreta gara, puniti duramente al 40’ dopo una gara senza grandi sbavature.

Monti 5.5 Poteva fare molto di più spesso impreciso nei passaggi e approssimativo in fase di non possesso. 6’st Bosonin 6.5 ingresso positivo ma sfortunato, la traversa gli nega il gol.

Silvi 6 Anche lui non in stato di grazia, sbaglia qualcosina ma si salva nel complesso.

Bonin 5 Inizia la gara in maniera nervosa, ha due o tre palloni importanti, ma non riesce a trovare la porta, anche un po’ di sfortuna non lo aiuta, ma ci si aspetta molto di più troppi errori questa volta.

Lourent 5.5 Poco ispirato, manca di lucidità negli ultimi metri, anche lui sembra in ritardo di condizione 26’st Pascarella 5.5 Qualche fallo quando entra in ritardo sull’avversario e nulla più.

Franchino 6 Qualche buono spunto sulla sinistra che fa ben sperare ma non riesce ad affondare come vorrebbe, anche i suoi compagni non sono abbastanza mobili.

LE INTERVISTE AI TECNICI ALLA FINE DEL MATCH

LE PAROLE DEL TECNICO DEL LA SERRA LESSIO

 

LE PAROLE DEL TECNICO DEL QUINCITAVA LAGO


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli