14 Aprile 2021

Per Turletti il Milan ha meritato contro una Roma priva del suo uomo migliore

Le più lette

Imperia-Fossano Serie D: basta un piccolo Di Salvatore e i liguri vanno giù

“Checcos’è l’amor? È la Ramona che entra in campo” cantava Vinicio Capossela. Per la banda di Viassi però l’amor...

HSL Derthona-Arconatese Serie D: i Leoni sfruttano i regali oroblù, 3-0 e scontro diretto in ghiaccio

Tre punti pesanti, anzi pesantissimi. In casa Derthona arriva un 3-0 importante contro l’Arconatese, in uno scontro diretto per...

Afforese Under 16: le difficoltà fanno crescere i ragazzi, parola del tecnico Cristian Tosoni

Nella vita, in generale, le difficoltà aiutano una persona a crescere. Questo perché nei momenti difficili ci si concentra...

Lo davano tutti per morto. Il Milan è vivo, eccome. La vittoria sul difficile campo della Roma di ieri sera rilancia Pioli e i suoi. E sognare, si sa, non costa nulla. Abbiamo chiesto al tecnico Marco Turletti (Rebaudengo, Terza Categoria B) di analizzare per noi la partita da un punto di vista tecnico-tattico:

Marco Turletti, tecnico del Rebaudengo, ha analizzato per noi il match tra Roma e Milan

La partita è partita subito con una sorpresa, ovvero l’esclusione del capitano Romagnoli a favore del giovane Tomori, fino a questo momento abile a non far rimpiangere il centrale mancino della nazionale italiana. Il Milan è partito subito forte, pressando molto alto e lasciando la Roma frastornata e disorientata. Gli uomini di Fonseca, nei primi minuti, hanno fatto davvero fatica a imbastire importanti azioni offensive. I rossoneri sono stati nei primi venticinque minuti assoluti padroni del terreno di gioco, sfiorando la rete in almeno tre occasioni differenti e pericolose. La Roma ci ha messo un po’ ad entrare in partita, ma negli ultimi venti minuti del primo tempo è riuscita ad affacciarsi con maggiore insistenza nella metacampo offensiva, mettendo in moto la sua abbondante qualità negli uomini più offensivi. Come spesso succede, nel momento migliore dei padroni di casa è arrivato un episodio molto contestato, che ha permesso a Kessie di trasformare con estrema freddezza un rigore davvero fondamentale. Visto al Var, però, è sembrato esserci. Il Milan, vista la quantità di gioco proposta, ha chiuso meritatamente la prima frazione in vantaggio.
Nel secondo tempo le squadre sono partite entrambe molto forte. In un’azione del solito Spinazzola (uomo davvero cruciale per la manovra palla a terra di Fonseca) là sulla sinistra, la palla è giunta sui piedi di Veretout, che con un grande tiro a giro ha battuto un incolpevole Donnarumma. Il Milan ha però reagito alla grande, con una prodezza di Rebic. Il secondo tempo è stato più piacevole, con un ritmo più alto e giocate migliori. Gli uomini decisivi degli ospiti sono stati Tomori (abilissimo nell’uno contro uno e a difendere a campo aperto) e Rebic (autore di una rete davvero fantastica). Per la Roma sottolinerei la prova di Spinazzola (davvero imprendibile lì sulla sinistra) e Veretout (autore, fino a questo momento, di una stagione incredibile). Devo dire che alla Roma manca in maniera evidente l’apporto di Dzeko, attaccante formidabile in grado di far giocare meglio chiunque lo affianchi in posizione offensiva. Onestamente non mi ha fatto impazzire la prova di Zlatan Ibrahimovic, apparso in netto calo rispetto all’impressionante avvio di stagione. Il Milan dispone ugualmente di moltissima qualità. Non fa neanche più notizia l’ennesima prova magistrale di Theo Hernandez, attualmente uno dei terzini sinistri più forti di tutta Europa
“.

Tomori, secondo Marco Turletti, è stato davvero sorprendente

Chi vince lo scudetto?
Vedo nettamente favorita l’Inter. Oltre alla qualità, il fatto di non giocare le coppe sarà un fattore decisivo.
La Juve può rimontare questo Milan?
Potrebbe, ma manca qualcosa. Una punta, un centrocampista e un po’ di cattiveria in più.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

nativery.com, 601bdb002ee3c4075ca20115, DIRECT appnexus.com, 11707, RESELLER, f5ab79cb980f11d1 google.com, pub-4529259506427490, DIRECT, f08c47fec0942fa0