23 Giugno 2021

Addio a Ottavio Porta, presidente e uomo per bene del calcio piemontese

Le più lette

Torneo Eusalp, il cammino della Lombardia di Matteo Medici: 20 motivi (più uno) per sorridere

Manuel Ravasio come Gigi Buffon, Alessandro Pellegrino come Fabio Grosso: il cuore torna a Germania 2006, l’attualità ci porta...

PDHAE-Bra Serie D: la fotogallery in vista dei playoff

Il PDHAE di Cretaz si aggiudica il terzo posto nello scontro diretto contro il Bra di sabato. Apre le...

ColicoDerviese Promozione: riconfermato Vola, preso Passerini, portiere con un passato nel calcio a 5

La ColicoDerviese si prepara alla prossima stagione con la prima riconferma e il primo acquisto, entrambi in porta. A...
Claudio Verretto
Claudio Verretto
Direttore irResponsabile, bastian contrario, sempre dalla parte degli indiani

Se n’è andato via questa notte, tanto per cambiare per mano di quel virus che secondo alcuni è clinicamente morto. Ma qui invece i morti ci sono per davvero e nel giro di un mese si porta via uno degli uomini più stimati del calcio piemontese: Ottavio Porta. Conosciuto da tutti Ottavio riusciva a riunire in una sola persona un carattere forte e burbero ma allo stesso tempo dall’animo buono e disponibile. Sempre con il sorriso sulle labbra ma fermo e determinato a portare avanti le sue idee.

Ottavio era stato tra i fondatori nel 1975 dell’allora Pozzostrada, con il presidente dell’epoca Felice Assalto, e in seguito ne divenne presidente. Dalla metà degli anni novanta Pozzostrada e Pino Maina, che condividevano l’impianto di via Monte Ortigara, decisero di unire le loro strade con Ottavio Porta presidente. Era nato il 9 gennaio 1949. Nel giornale che uscirà in edicola dedicheremo uno speciale a questo grande uomo e grande dirigente. Addio compagno. Alla famiglia le condoglianze da parte di tutta la redazione.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli