26 Novembre 2020 - 19:43:15

Addio a Ottavio Porta, presidente e uomo per bene del calcio piemontese

Le più lette

Vighignolo, Luca De Vivo sul fermo campionati: «Vorremmo più certezze. Per i miei 2007 è stato difficile il passaggio in Agonistica»

«Ci piacerebbe avere più certezze, percepire più sicurezza nelle direttive che ci arrivano riguardo ad una possibile ripresa futura»:...

Il Garino come l’Araba Fenice: dalle ceneri rinasce più forte

Dai natali negli anni '80, alla chiusura dei battenti nel 2014, fino alla repentina rinascita a mo' di Araba...

Crema – Breno Serie D: altro 2-2 per i granata di super Triglia contro un Crema imballato dopo lo stop

Altro pareggio per il Breno e altro 2-2 nell'arco di tre giorni. Passo avanti per gli uomini di Tacchinardi,...
Claudio Verretto
Claudio Verretto
Direttore irResponsabile, bastian contrario, sempre dalla parte degli indiani

Se n’è andato via questa notte, tanto per cambiare per mano di quel virus che secondo alcuni è clinicamente morto. Ma qui invece i morti ci sono per davvero e nel giro di un mese si porta via uno degli uomini più stimati del calcio piemontese: Ottavio Porta. Conosciuto da tutti Ottavio riusciva a riunire in una sola persona un carattere forte e burbero ma allo stesso tempo dall’animo buono e disponibile. Sempre con il sorriso sulle labbra ma fermo e determinato a portare avanti le sue idee.

Ottavio era stato tra i fondatori nel 1975 dell’allora Pozzostrada, con il presidente dell’epoca Felice Assalto, e in seguito ne divenne presidente. Dalla metà degli anni novanta Pozzostrada e Pino Maina, che condividevano l’impianto di via Monte Ortigara, decisero di unire le loro strade con Ottavio Porta presidente. Era nato il 9 gennaio 1949. Nel giornale che uscirà in edicola dedicheremo uno speciale a questo grande uomo e grande dirigente. Addio compagno. Alla famiglia le condoglianze da parte di tutta la redazione.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli