19 Gennaio 2021

Caselle, il pres Nico Pertosa: «Siamo sul pezzo, presto un nuovo Ds per il post Balluardo»

Le più lette

Verso HSL Derthona – Castellanzese, Mazzoleni: loro feriti e assetati

Dopo il Gozzano, che con quattro vittorie di fila ha accelerato il recupero nei confronti del Bra per la...

Una vita da mediano, episodio 2: la rubrica di Sprint e Sport dedicata ai centrocampisti centrali

Anno nuovo, rubriche nuove. Dopo il successo di "Noi siamo terzini", sbarca sul giornale la seconda puntata de "Una...

France Sport Under 19: la forza dei ragazzi di Menotti nel passaggio da “gruppo” a “squadra”

Quando un gruppo di 24 ragazzi sceglie di trovarsi ogni settimana in un campo sportivo, vuol dire che c’è...

Il Caselle ha già metabolizzato le dimissioni di Raffaele Balluardo, l’ex Ds rossonero presentato sabato scorso dallo Spazio Talent Soccer. «Innanzitutto vogliamo ringraziare Balluardo – sottolinea il presidente del Caselle, Nico Pertosa -, per il lavoro svolto in questi anni. Voglio tranquillizzare tutto l’ambiente e lo staff rossoneri che non ci siamo fatti cogliere impreparati e che dal 1° luglio partiremo senz’altro con un nuovo Direttore Sportivo, fino a quel momento potremo avvalerci della competenza della nostra dirigenza affidandoci a Christian Zullo, Maurizio Aprà, Michele Gentile».

Il campo principale di “via delle fabbriche”

Tra i nomi più suggestivi e che piacciono di più al Caselle ci sono Denis Sanseverino e Claudio Tridello. «Sceglieremo, tra i nomi che abbiamo valutato, quello farà più al caso nostro – conclude Nico Pertosa -. Parliamo di un progetto triennale, se possibile anche quinquennale. Vogliamo continuare sulla strada che ci ha permesso di registrare, in questi 3 anni, una crescita oggettiva dal punto di vista sportivo, numerico e impiantistico. Basti pensare all’aumento del numero dei tesserati e ai lavori che sono stati fatti e che sono in corso o in cantiere: abbiamo le due nuove tribune, piastrellato gli spogliatoi (7 grandi, più altri 3 piccoli, ndr), parliamo di un lavoro di ristrutturazione radicale, non il classico bianco sui muri. Inoltre portiamo avanti insieme al Comune il discorso della struttura polifunzionale e del conseguente allargamento del nostro centro sportivo».

Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c’è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

 

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli