Regione Piemonte

Dopo l’ultimo Dpcm la Regione Piemonte aggiorna la comunicazione istituzionale attraverso una nuova infografica. Un metodo per arrivare ai cittadini con immediatezza, senza filtri, e per una corretta informazione in un momento in cui sui Social l’informazione è in realtà disinformazione. Cosa impone il decreto

  • in linea generale evitare ogni spostamento ed è vietata ogni forma di assembramento anche all’aperto.

In particolare

  • Spostamenti consentiti per “comprovate esigenze lavorative, necessità o motivi di salute”. Possibili con autocertificazione. Chi trasgredisce o dice il falso rischia l’arresto
  • Febbre e quarantena. Chi ha 37,5 °C stia a casa. Obbligato a farlo chi è in quarantena.
  • Lezioni. In scuole e Atenei sospese fino al 3 aprile
  • Merci e mezzi pubblici. Possono circolare, in attesa di nuove decisioni
  • Cerimonie. Sospese le cerimonie civili e religiose, compresi i funerali. Luoghi di culto aperti, ma con distanza di un metro tra avventori

  • Competizioni sportive. Stop per tutti. Gare internazionali a porte chiuse
  • Commercio. Chiusi i centri commerciali medi e grandi e i mercati il sabato e la domenica salvo alimentari, farmacie e parafarmacie
  • Ferie e congedi.Caldeggiata la fruizione di ferie e congedi; applicabile lo smart working
  • Bar e ristoranti. Aperti dalle 6 alle 18, distanza di 1 metro tra gli avventori
  • Sport. Palestre e impianti sciistici chiusi. Sì allo sport all’aria aperta, ma a distanza
  • Eventi e tempo libero. Sospese tutte le manifestazioni. Chiusi cinema, teatri, pub, sale giochi, discoteche, musei e sale scommesse