18 Giugno 2021

Chiarimenti Protocollo Figc: campionati nazionali, regionali e provinciali, sia dilettanti che giovanili, a porte chiuse fino al 7 ottobre

Le più lette

Rita Guarino è ufficialmente la nuova allenatrice dell’Inter

Rita Guarino-Inter il matrimonio è ufficiale. L'ormai ex coach della Juventus Women è la nuova allenatrice delle nerazzurre. Una...

Città di Brugherio-Speranza Agrate Esordienti B: spettacolo e intensità, Tavella ispira e guida la Speranza

La fase di studio finisce in concomitanza col fischio dell'arbitro: le due squadre impostano subito un ritmo indiavolato alla...

Monza-Pro Sesto B Under 12 Femminile: il cuore bianco-blu non basta, le ragazze di Silani regalano altre grandi perle

Il tiki-taka del Monza abbindola e colpisce anche la Pro Sesto di Matteo Terranova che alla fine si deve...

Come annunciato nell’intervista esclusiva a Cosimo Sibilia sulle pagine di SprinteSport di luneì 14 settembre, la FIGC ha pubblicato il documento ‘Chiarimenti a seguito di richieste pervenute dalle componenti’ (clicca qui per consultarlo) inerente il Protocollo con le Indicazioni generali per la ripresa delle attività del calcio dilettantistico e giovanile (compresi il calcio femminile, il futsal, il beach-soccer e il calcio paralimpico e sperimentale) in previsione della ripartenza delle competizioni sportive (Tornei e Campionati), finalizzate al contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

 

Come si legge sul sito della Figc: «Nel documento la FIGC ha fornito i chiarimenti richiesti in ordine alle tematiche di competenza della stessa Federazione, non risultando possibile intervenire su provvedimenti e materie di esclusiva competenza dell’Autorità di Governo o di quella sanitaria».

 

Leggermente modificate alcune procedure organizzative (registro presenze e non solo), ulteriormente definita la questione in relazione alle responsabilità dei presidenti (punibili solo in caso di comprovato dolo) mentre viene (ri)definita la questione relativa alla presenza del pubblico, almeno fino al 7 ottobre, in attesa di nuove deliberazioni future: gare a porte chiuse per tutti i campionati nazionali, regionali dilettanti e giovanili, mentre resta la possibilità di accesso al pubblico solo a singole gare e tornei amichevoli, sempre però con ‘preassegnazione posto a sedere, distanziamento frontale e laterale di almeno un metro ed evitando ogni forma di assembramento’, definizione che lascia però comunque qualche dubbio di interpretazione.

 

Un po’ di confusione infatti, potrebbe generarla la definizione di ‘singoli eventi di minore entità’ dove l’accesso del pubblico è consentito nel rispetto delle regole, e la definizione di ‘competizioni ufficiali riconosciute di interesse nazionale e regionale dalla Federazione con l’esempio dei ‘campionati ufficiali che prevedono uno sviluppo continuativo su più giornate’, dove invece si prevedono le porte chiuse appunto fino al 7 ottobre.

 

Confusione solo nelle definizioni perchè, in sostanza: tutte le gare organizzate dalla Federazione, a livello dilettantistico e giovanile (dai campionati nazionali, a quelli regionali e provinciali fino all’Under 14) prevedono le porte chiuse e l’assenza di pubblico fino al 7 ottobre.

 

Ecco il passaggio relativo alla presenza del pubblico:

Protocollo Figc - Le regole per l'accesso del pubblico
Protocollo Figc – Le regole per l’accesso del pubblico

Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c’è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli