13 Giugno 2021

Il Rosta Calcio dona 250 mascherine al comune di Buttigliera Alta

La società biancorossa ha elargito anche una somma di denaro al proprio comune

Le più lette

Gavirate-Gorla Maggiore Pulcini: Tripi inventa, Lattuada e Gulli concretizzano. I rossoblù ci provano nel finale, ma Esposito non basta

Non è solo il grandissimo caldo ad accendere il pomeriggio di Gavirate, perché nella gara della categoria Pulcini tra...

Serie D: i playoff si faranno, ma solo interni al girone. Dubbi sulla Poule Scudetto

Con un comunicato ufficiale, la Lega Nazionale Dilettanti ha ufficializzato lo svolgimento dei playoff nelle due giornate di mercoledì...

Romanengo Promozione: avvicendamento in panchina in vista della nuova stagione

La notizia è ufficiale: Riccardo Tessadori è il nuovo allenatore del Romanengo. La società ha reso noto anche tramite...

In attesa che si possa sbloccare la situazione sanitaria attuale, un ottimo gesto di altruismo è partito dal Rosta Calcio. La società biancorossa, guidata dal presidente Alberto Zappalà, infatti, ha deciso di effettuare una donazione di 250 mascherine, prodotte da Davide Battagliotti di Avigliana, per il vicino comune di Buttigliera Alta nonché di elargire una somma monetaria per le persone più bisognose nel proprio comune di Rosta.

Zappalà ha commentato l’iniziativa del proprio club con queste parole: «Il nostro è un piccolo gesto rispetto all’infinità dei problemi che la nostra comunità si troverà ad affrontare nelle prossime settimane, tuttavia noi abbiamo convenuto che la solidarietà possa piacere a chiunque la riceva, e soprattutto che ciò riesca ad incentivare molte altre realtà sportive a fare altrettanto. Il tutto è scattato la mattina di martedì 21, e nel giro di poche ore abbiamo già ricevuto parecchi apprezzamenti».

Il presidente poi prosegue: «Nel dettaglio, le mascherine per i bambini e per gli adulti, che sono state donate a Buttigliera Alta, un comune al quale nella società siamo tutti molto legati, sono riutilizzabili anche per vari mesi, dopo essere state lavate nell’acqua bollente. Senza dubbio tali mascherine sono abbastanza care, però ci è parso necessario utilizzarle, piuttosto che adoperare quelle che si usano e si gettano dopo un’unica volta. La somma destinata a Rosta sarà impiegata in buoni d’acquisto, quindi aiutando concretamente le famiglie con difficoltà economiche, in particolare servirà per tutti gli individui che stanno affrontando giorni pesanti nel loro lavoro per la crisi generale, e non possono permettersi determinate spese. Le autorità comunali hanno espresso una grande soddisfazione per quanto abbiamo compiuto: finché non si arriverà ad una soluzione definitiva, ossia al vaccino per la cittadinanza, tutti devono agire al massimo delle loro possibilità per aiutare chi si trova messo peggio».

Giampaolo Negro


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli