27 Gennaio 2021

Boys Calcio 05: Haga Miranda, la punta ecuadoregna che sogna il Barça

Le più lette

Primavera 1, il ritorno in campo vede sorridere Sampdoria e Bologna: Ascoli e Empoli ko

Dopo la vittoria dell'Atalanta contro la Fiorentina in Supercoppa (CLICCA QUI per leggere cronaca e pagelle del match), la...

Ettore Masiello, presidente del Mantova Calcio, racconta del nuovo progetto di affiliazione con il settore femminile di Filippi

Grandi novità per il Mantova Calcio, la casa dei rossoblù, una settimana fa guidata dal presidente Ettore Masiello ha concluso...

Lazio-Milan Primavera 1: Olzer la apre e la chiude, nel mezzo tutto il talento di Emil Roback e i rossoneri fanno tris

È un Milan arrembante, spettacolare e decisamente convincente quello che sbanca il campo della Lazio approcciando con il piede...

Un talento oltreoceano quello di Steven Miguel Haga Miranda, attaccante dei Boys Calcio 2005 (terza in classifica con 36 punti), trasferitosi dall’Ecuador in Italia lo scorso anno. Nonostante sia trascorso neanche un anno dall’ingresso di Haga Miranda in società, il bomber ecuadoregno si è facilmente integrato nella famiglia dei Boys. La sua storia ha inizio grazie al consiglio di un amico, che evidentemente ha fiutato le capacità calcistiche di Haga Miranda e l’ha condotto verso la retta via, quella del campo ovadese.

A dirigere la panchina del campetto alessandrino Nildo Biato, che si dimostra fiero dei suoi e spende ottime parole nei confronti di Haga Miguel: «Steven Haga è arrivato dall’Ecuador l’estate scorsa e si è unito al gruppo nella preparazione e, pur avendo difficoltà con la lingua, ha fatto subito vedere le qualità che possiede – qualità e capacità di adattamento che Biato si appresta ad elencare orgoglioso – Vede la porta, gli spazi da occupare, ha colpo di testa e giocate sudamericane. Pur avendo saltato le prime 5 partite per problemi di tesseramento e senza fargli giocare le partite più “facili“, ha già segnato 17 gol senza rigori». Un vero fiore all’occhiello per il tecnico sportivo dei Boys, ammirato dalla tecnica e della costanza del top player ecuadoregno. Il suo passato lo ha visto giocare in Ecuador, il presente in Italia, ma nei piani futuri di Haga Miranda vi è un altro fulcro calcistico, si tratta del Barcellona, è infatti agli spalti del Camp Nou che l’attaccante ovadese mira.

Quando ti sei trasferito dall’Ecuador?
11 di marzo 2019.

In Ecuador giocavi a calcio?
Sì, però solo con miei amici.

Differenze tra calcio ecuadoregno e calcio italiano.

Non ce ne sono molte, però il calcio italiano è bello, a me mi piace!

Come sei entrato  nei Boys?
Un amico mi ha detto di entrare in squadra, sono andato al campo, ho parlato con mio padre e con il mister, ho fatto la prova e dopo mi hanno preso.

19 reti con le prime 5 partite saltate, raccontaci il gol più bello.
Il gol più bello l’ho segnato contro il  Dertona – prima in classifica con 45 punti –  in contrattacco con un mio compagno.

La prima persona a cui dedicherai il prossimo gol?
Il prossimo gol lo dedicherò a mia mamma e a mio papà.

Il tuo talento sul campo da calcio.
Scarto due giocatori e faccio gol.

La squadra più temibile del campionato?
Il Dertona è abbastanza forte, ma non tanto come noi!

Dove ti vedi tra 10 anni?
Tra 10 anni mi vedo a giocare al Barcellona.   

Il tuo sogno nel cassetto.
Vincere un trofeo con il Barcellona. 

Squadra del cuore.
Il Barcellona per me e la più forte, a me  piace molto.

Altri hobby a parte il calcio?
Andare in bicicletta e skateboard.

 

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli