5 Agosto 2020 - 13:16:06

Ivrea Banchette – PDHA U16 : Colonna mette il turbo, il Banchette di Bianco ora è in fuga

Le più lette

Eccellenza e Promozione, iscrizioni chiuse: lunedì 10 agosto il format dei campionati?

50 società iscritte in Eccellenza e 100 in Promozione. Attraverso un comunicato ufficiale, il Comitato Regionale Lombardia ha ufficializzato...

Terza Categoria Varese, la Jeraghese si è presentata sperando nel ripescaggio

In attesa di un ripescaggio in seconda categoria, ieri 30 luglio, alla bombonera di Jerago con Orago, è stata...

Melzo Under 19, la scelta per la panchina della Juniores ricade su Flavio Cereda

Flavio Cereda è il nuovo allenatore del Melzo Under 19. Ad annunciarlo è lo stesso club tramite un comunicato...

Sabato pomeriggio di grande calcio per il campionato U16 del girone Aosta, con lo scontro al vertice tra Ivrea Banchette e PDHA. Da una parte la Capolista che vuole scappare, dall’altra la diretta concorrente PDHA seconda a 4 lunghezze che cerca i tre punti utili per accorciare le distanze e mantenere viva la corsa al titolo. Yoccoz apre le danze sul finire del primo tempo, nella ripresa ci pensa Del Mestre a pareggiare i conti. ma gli applausi al fischio finale sono per Fabrizio Colonna che sigla il 2-1 che alimenta il tripudio dei tifosi e innesca la fuga degli eporediesi ora saldamente in testa alla classifica. Le due squadre scendono in campo con la consapevolezza che da questa partita può dipendere il futuro del campionato anche se presto per tirare le somme.

il tecnico dell’ Ivrea Banchette Bianco Bernardo Davide

Bianco parte con il classico 4-3-3 con Dimino leggermente arretrato in mediana a dare copertura davanti alla difesa e il bomber Del Mestre, autore di una grande stagione, come terminale offensivo più avanzato. il PDHA di Piotto risponde con un 4-3-1-2, Caridi dietro le punte ha il compito di innescare il veloce e letale Yoccoz supportato da Calliera.

Il Tecnico del PDHA Piotto Davide

La partita e combattuta ma non regala grandi emozioni per buona parte della prima frazione di gara. Le due difese lavorano in maniera eccellente, Yoccoz staziona sul filo del fuorigioco e prova rendersi pericoloso e spesso ci riesce, costringendo se non altro ad allungare il Banchette. Le transizioni offensive dei padroni di casa non riescono a essere portate a termine in maniera corale, le uniche occasioni arrivano su palla inattiva, sulle palle alte il PDHA soffre la fisicità e i movimenti dei padroni di casa. Gli eporediesi non riescono però ad essere mai veramente concreti sotto porta, da segnalare solo qualche colpo di testa non particolarmente pericoloso. Al 35′ è il PDHA invece che approfitta di un indecisione e uno scontro in area tra i difensori e il portiere: sul pallone arriva Yoccoz sempre in agguato e in pressing sulla linea difensiva avversaria che raccoglie e insacca a porta sguarnita.

La gioia di Yoccoz dopo il gol del vantaggio ospite

Qualche protesta verso Yuounesse da parte del Banchette per una presunta spinta in occasione dello scontro in area, ma anche secondo noi l’azione era regolare. la ripresa ci ripresenta un copione già visto in passato, l’Ivrea Banchette quando viene ferito sembra acquistare forza, sembra risorgere, entra in campo con un altro ardore e dopo appena un minuto trova quasi il gol con Benso che anticipa i difensori e Colliard in uscita, il suo colpo di testa sfila di poco a lato. I padroni di casa non vogliono perdere l’imbattibilità che resiste ormai da ben 13 giornate e al 9′ minuto trovano il pareggio, l’assist di Guidato all’esordio e in forma super è stupendo e trova Del Mestre che con una parabola a giro scuote la rete alle spalle di Colliard per il gol che rimette la partita in parità.

l’abbraccio della panchina dell’Ivrea Banchette a Flavio Del Mestre autore del gol del pari.

Il PDHA accusa il colpo e l’ingresso di Villa sembra dare ancora più compattezza al reparto difensivo eporediese che non concede grandi spazi alle offensive avversarie. al 26′ è ancora Del Mestre con una delle sue specialità a cercare il raddoppio, la sua punizione è calciata bene, ma non inquadra lo specchio della porta. le due squadre combattono ma non riescono a trovare la giocata vincente, l ‘Ivrea Banchette costruisce maggiormente e al 30’ ha una ghiotta occasione con il subentrato Colonna , ma da buona posizione in area sulla sinistra spreca calciando debole tra le braccia del portiere. la partita sembra volgere al termine sul risultato di parità ma a tre minuti dal termine sono nuovamente i piedi vellutati di Guidato a suonare dolci melodie , a coglierle è Colonna pescato tutto solo al centro dell’area, la sua conclusione prima trova la gamba di Colliard in spaccata, ma la palla a volte è beffarda e torna nuovamente a disposizione di Colonna, questa volta l’attaccante non può sbagliare e non sbaglia, 2-1 per la capolista Ivrea Banchette, doccia fredda anzi freddissima per il PDHA di Piotto  che non riesce nei pochi minuti rimasti a raddrizzare la gara.

I festeggiamenti per la rete decisiva di Fabrizio Colonna che decide il match allo scadere

Nel finale da segnalare la splendida rovesciata dell’inarrestabile Guidato stupenda la sua esecuzione ma viene murato dal corpo di un difensore, chissà dove sarebbe finita la palla ? Una vittoria importantissima per Bianco e il suo Ivrea Banchette che rimane imbattuto e assesta un colpo tremendo alla classifica acciuffando tre punti che valgono il +7 in testa al campionato proprio ai danni del PDHA secondo alle sue spalle. L’ Ivrea Banchette di Bianco si conferma un gruppo solido che nei momenti di difficoltà non si sgretola, anzi si compatta e la partita di oggi lo conferma, ora potranno concedersi qualche festeggiamento in quel di Ivrea che si prepara al suo storico carnevale delle arance. Piotto sconsolato a fine gara vede sfumare un importantissima occasione per riaprire la corsa verso il titolo, ma la sconfitta di oggi anche diciamo con un pizzico di sfortuna nel finale non deve mettere fine al loro cammino fin qui ottimo. L’unica nota positiva per il PDHA in questa giornata sono i risultati degli altri campi: l’AostaC511 travolto dal Chivasso e la Rivarolese battuta per 3-1 dal Real soccer Team non approfittano di questa sconfitta e sfumano il sorpasso, il PDHA rimane secondo in classifica.

IL TABELLINO DI IVREA BANCHETTE – PDHA UNDER 16

IVREA BANCHETTE – PDHA 2-1
RETI (0-1, 1-2):
35′ Yoccoz (P), 9’st Del Mestre (I), 37’st Colonna (I)
IVREA BANCHETTE (4-3-3): Ippolito 6, Bovio 6 (15’st Villa 6.5), Corgnati 6.5, Dimino 7, Bagalà 6, Benso 6.5, Guidato 7.5, Frachey 6.5, Del Mestre 7, Bracco 6.5, Alpignano 6 (1’st Colonna 7). All. Bianco 8. A disp. Fusaro, Gassino. Dir. Bracco, Bagalà, Graziano.
PDHA (4-3-1-2): Colliard 6, Bosonin 6.5, La Pica 6, Ferrari 6, Bianco 6.5, Iachi 6.5, Colicchio 6.5 (40’st Nicod s.v.), Yoccoz 7, D’Aprile 6.5 (39’st Correia s.v.), Calliera 6.5 (24’st Neyvoz), Caridi 6. All. Piotto. A disp. Busmachiu, Ducly, Bombaci.Dir. Agnesod, Barone, Dalle.

l’Arbitro Younesse Benradi della sezione di Ivrea

ARBITRO: Younesse Benradi 6.5 In occasione del primo gol ci sono proteste per una spinta, anche a noi sembra corretta la decisione dell’arbitro, sul gol che decide l’incontro non sembra esserci fuorigioco anche qui la decisione sembra corretta anche se la nostra posizione non è delle migliori per giudicare,unica sbavatura qualche fallo a nostro avviso invertito nel secondo tempo ai danni di Bracco, nel complesso una buona gara.
AMMONITI: 35′ Bracco (I), 24’st Calliera (P), 32’st Neyvoz (P), 40’st Yoccoz (P)

LE PAGELLE DELL’IVREA BANCHETTE

L’Ivrea Banchette di Davide Bianco

All. Bianco 8 Primo tempo non meraviglioso, nel secondo tempo ecco di nuovo la Fenice risorgere dalle ceneri, i cambi si riveleranno decisivi, il suo Ivrea Banchette è imbattuto e primo a distanza di sicurezza dalle inseguitrici.

Ippolito 6 Un po di incomprensione in occasione del gol con i suoi compagni, per il resto poco impegnato ma un paio di uscite importantissime, dirige bene i compagni e si fa sentire come un portiere deve fare.

Bovio 6 Gara discreta non riesce a spingere molto in fase di costruzione ma svolge il suo lavoro 15’st Villa 6.5 Ci mette qualche minuto a prendere le misure ma poi se la cava alla grande, ferma e anticipa molte imbucate avversarie.

Corgnati 6.5 Attentissimo in copertura, nel secondo tempo cresce anche lui insieme ai compagni e si fa vedere anche avanti.

Dimino 7 Partita ottima, mette giù palla e la difende benissimo, nella ripresa sbaglia pochissimo e alcuni palloni smistati sono decisivi, in mezzo al campo fa la differenza in tute le fasi.

Bagalà 6 Qualche errore in disimpegno di troppo, nel secondo tempo molto meglio, non passa più nulla.

Benso 6.5  Concentrato e attento, arretra bene a coprire le imbucate in profondità di Yoccoz quando i compagni si fanno sorprendere.

Guidato 7.5 Esordio stupendo per lui che si prende la copertina dell’articolo e lo scettro di MVP, il suo piede educato regala magie, sforna assist come non ci fosse un domani, prima ci delizia con i passaggi alla “Iniesta” e sul finale si cala nelle vesti di Ronaldo in rovesciata, Poliedrico.

Frachey 6.5 Grinta da vendere, non incide particolarmente in avanti ma aiuta tantissimo la squadra e recupera molti palloni, i suo lavoro in una gara del genere si rivela importantissimo.

Del Mestre 7 Forse poteva arrivare al gol anche prima, nel primo tempo è un po dolorante, si tocca l’inguine ma stringe i denti e come sempre ci mette la firma, sempre più leader di questa squadra.

Bracco 6.5 Il Capitano non delude mai, sempre attivo e infaticabile, prende un giallo per proteste ma poi è maturo ed intelligente a non protestare quando per ben due volte l’arbitro gli fischia fallo contro invertendolo ingiustamente, un vero capitano.

Alpignano 6 Non in grande spolvero, ma la squadra nel primo tempo non è molto propositiva, la distanza tra i reparti lo penalizza 1’st Colonna 7 Poteva essere una giornata negativa, qualche errore da buona posizione di troppo, nel finale il portiere stava per rovinargli la festa, lui comunque si muove alla grande è un po di fortuna non guasta mai, gol pesantissimo, decisivo.

 

LE PAGELLE DEL PDHA

Il PDHA di Davide Piotto

All. Piotto 6.5 Un ottimo primo tempo, tiene basso l’Ivrea Banchette e attacca bene gli spazi con Yoccoz, qualche sbavatura sulle palle alte inattive come all’andata, peccato per il finale shock.

Colliard 6 Incolpevole sul gol, per il resto svolge il suo lavoro in maniera attenta.

Bosonin 6.5 Il capitano svolge un ottimo lavoro, riesce ad arginare le cavalcate avversarie per buona parte della gara.

La Pica 6 Bene nel primo tempo, cala nel secondo tempo e dalla sua parte qualche pallone passa.

Ferrari 6 Buona gara nel complesso, accusa forse un po la pressione nel secondo tempo e concede qualcosa nel finale.

Bianco 6.5 perde un pallone pericolosissimo nel primo tempo, ma poi si rifà con alcuni lanci importanti che potevano essere pericolosi.

Iachi 6.5 Ottima gara, attento e preciso negli interventi, la gara era davvero difficile, oltretutto è un 2006, davvero bravo.

Colicchio 6.5 Si rende spesso pericoloso quando avanza, cerca sempre il fondo e spesso ci riesce con efficacia (40’st Nicod s.v.)

Yoccoz 7 E’ una vera spina nel fianco nella difesa dei padroni di casa, un “Pippo Inzaghi” dei giorni nostri, danza sempre sul filo del fuorigioco e pressa i difensori, è cosi che trova il gol del momentaneo vantaggio.

D’Aprile 6.5 Un altro 2006, anche lui se la cava alla grande, ottimo controllo del pallone, crea parecchi problemi soprattutto nel primo tempo sulla destra.   (39’st Correia s.v.)

Calliera 6.5 Poco coinvolto nella manovra offensiva, ma svolge un lavoro di grande sacrificio nel frapporsi tra i difensori e il centrocampo, ne esce stravolto dal campo 24’st Neyvoz 6 Prova a dare freschezza in avanti, ma non ha molte occasioni per incidere.

Caridi 6 Bene nel primo tempo innesca molte transizioni interessanti, cala decisamente nel secondo tempo insieme ai compagni.

 

LE INTERVISTE DEI TECNICI A FINE PARTITA

 

CLICCA QUI PER ASCOLTARE  BIANCO DELL’IVREA BANCHETTE

 

CLICCA QUI PER ASCOLTARE  PIOTTO DEL PDHA

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli