Il gruppo di Edi Volpone campione d'Ivrea

Fisiologico, Watson. Se hai una squadra offensiva, con punte veloci e imprevedibili e una media di 4,92 gol a partita, non c’è stress nell’andare subito sotto – e poco importa se di fronte hai la miglior difesa del girone, quell’Orizzonti che ti ha inflitto l’unica sconfitta stagionale. Non c’è stress nello Charva, ma un lavorio consapevole, solido e martellante, che ha infine ragione di un ospite muscolare e grintoso in contropiede ma fiaccato a inizio ripresa dagli infortuni degli attaccanti. I ragazzi di Lombardo, partiti col vento a favore, gonfiano la rete al 4’ su punizione dalla sinistra di Fiorino, 25 metri e Treves messo fuori gioco da una traiettoria ‘potenziata’. Gialloblù pericolosi al 21’, in area Gazzera imbecca di testa Maruca che calcia di prima, respinge col corpo De Vita; e 5’ dopo su ripartenza avviata da Campagnolo, sugli sviluppi ecco Maruca a tu per tu col portiere cercare il tunnel, Neri è attento. 28’, ancora Charva, Grosso riesce a superare Volpi e toccare dentro per Gazzera, il centrale ospite prova a recuperare e l’atterra; il rigore lo batte lo stesso numero 9, ma fuori. Recupero, azione insistita dell’Orizzonti al limite dell’area, Costa va al tiro ma Treves fa buona guardia. E allo scadere piomba sui rossoblù il pareggio: contropiede Charva, Volpi è in vantaggio ma scivola e Gazzera può involarsi, arrivare di fronte a Neri e allargare a sinistra per l’accorrente Maruca, tap in pulito e tutti negli spogliatoi. Ripresa, padroni di casa ancora sugli scudi: al 9’ ci prova Grosso dalla distanza, sulla respinta di Neri si fionda Maruca e da mezzo metro calcia sul portiere. L’Orizzonti perde Nurchis e va sotto: Maruca ruba palla a Diadoro (che s’infortuna), avanza a sinistra poi si accentra e scarica in porta un diagonale potente, 2-1. Spuntati, gli ospiti si schiacciano del tutto sulla difensiva; e al 25’ il rosso a Ottaviano spegne ogni speranza. Il suggello? 34’, Canonico lanciato a rete arriva al cospetto di Neri che para sicuro; il 3-1 arriva 1’ dopo: Gazzera parte palla al piede da sinistra, s’invola e dal limite scocca una parabola imprendibile che fa esplodere una curva già caldissima. Nel finale assist di Canonico per il tocco di Maruca, Neri in piedi fino all’ultimo dice no. Ma l’urlo regionale dello Charvensod non lo trattiene più nessuno.

Vda Charvensod 3
Orizzonti Utd 1
RETI (0-1, 3-1): 4′ Fiorino (O), 43′ Maruca (V), 14′ st Maruca (V), 35′ st Gazzera (V).
ESPULSO: 25′ st Ottaviano (O). AMMONITI: 10′ Ottaviano (O), 36′ Grosso (V), 33′ st Bombaci (O). ARBITRO: Resta di Aosta  6 Lascia correre sullo Charva, meno sull’Orizzonti (e fa arrabbiare Lombardo). Ma non condiziona il match.

Vda Charvensod 4-3-1-2

Volpone 2003
Edi Volpone, allenatore Vda Charvensod 2003

All. Volpone 8 Focalizzato, dà ai suoi energia e controllo.
Treves 6.5 Vigile, senza stress.
Haddad 6.5 Buona spinta e gran costanza. 44′ st Armand sv
Borraccino 7.5 Vorace e fulminante, divora metri e avversari.
Agostino 6.5 Gioca d’anticipo.
Pozza 7 Possente alfiere di difesa.
Sirianni 6.5 Sa come farsi spazio.
Campagnolo 7 Finezza in costruzione. 26′ st Canonico 6.5 Subito sul pezzo, con intensità.
Jotaz 7 Avanza sempre a testa alta. 36′ st Mammoliti sv
Gazzera 7.5 Imprendibile e intelligente, chiude in bellezza: chapeau!
Grosso 7 In trequarti a oliare un meccanismo (quasi) perfetto. 39′ st Giannattasio sv
Maruca 8 Lunghe leve a servizio di puntualità e vivacità: matador. 42′ st Catalano sv
A disp: Grande, Lanaro. Dir: Catalano.

Orizzonti United 4-3-3
All. Lombardo 6 Nella tana del lupo, ci prova. Ora play off!
Neri 7 Gran riflessi a tu per tu, può poco su primo e terzo gol.
Volpi 5.5 Perde il grip, e non si risolleva. 21′ st Tallia 5.5 Si fa avanti.
Diadoro 7 Poche occasioni, ha il merito di tenere alta la squadra. 18′ st Praolini 6 Si fa vedere.
Costa 6.5 Il suo piede arriva – spesso – prima. E non molla mai.
Guala 6.5 Grinta e fiato, cerca di tenere su la difesa. 36′ st Carra sv
Fiorino 6.5 La sblocca lui, e non smette di lottare in mezzo.
Ottaviano 6 Non si tira indietro.
Bravo 6.5 Tecnica e generosità.
Atzeni 6 Attivo nel fraseggio. 26′ st Bombaci 6 In trincea in mezzo.
Nurchis 6.5 Ci tiene, ma un problema muscolare lo mette ko. 11′ st Picone 5.5 Pochi rifornimenti.
De Vita 6 A destra si soffre, lui lotta.
A disp.: Bertini. Dir: Bravo – Diadoro.