12 Agosto 2020 - 11:39:18

Il punto: gerarchie più riconoscibili, attenti agli scontri diretti

Le più lette

Telenovela Aloia, la spunta il Fossano

Come anticipato stamattina, il Fossano non ha mollato l'osso Aloia neanche dopo la notizia dell'allenamento tenuto in casa del...

Verbania, Domenico Vono si dimette dall’Under 19

Dopo aver confermato Luca Porcu alla guida della prima squadra, il Verbania dovrà cercare un nuovo allenatore per l'Under...

Il format dei campionati c’è, le graduatorie di ripescaggio delle giovanili ancora no

Il Comitato Regionale ha deliberato il format dei campionati per la stagione 2019/20 non solo per le prime squadre...

Alla sesta giornata iniziano a delinearsi in modo un po’ più chiaro le gerarchie nei cinque gironi, nessuno esente da sorprese o lotte appassionanti. Diamo un’occhiata generale prendendo spunto dai numeri da 0 a 10.

0: Come i gol incassati da Alessandro Storace del Mirafiori di Marcello Todella, che esce indenne anche dalla insidiosa trasferta di Chieri in casa del San Giacomo ottenendo un prezioso 0-0, in cui sia i gialloblu che la formazione di Marco Vasile hanno dato uno spettacolo tattico, non senza rinunciare a graffiare. Scontro degno della posizione in classifica che però avvantaggia il Gassino di Andrea Simonetti che accorcia e si porta a -1 dalla capolista.

1: Come il punto che distanzia il Vanchiglia dal Barcanova e quest’ultimo dal Barracuda nel girone D. Il girone con più teste di serie inizia a prendere fuoco in vista degli scontri diretti tra le prime 3. Il Vanchiglia mantiene la testa del girone con una partita in meno rispetto al Barcanova, superando l’esame River Mosso Pianese a pieni voti. Il Barcanova prova a riprendere coraggio dopo il secondo scivolone della settimana scorsa, vincendo 5-0 con il Santa Rita e si prepara al big match di domenica con il Barracuda.

2: Come i gol recuperati dalla Bruinese di Pedone. La sorpresa del girone C non smette di stupire e vince anche contro lo Sporting Rosta nonostante i ragazzi di Tiengo si fossero portati in vantaggio di 2 reti in 25 minuti.  Bandiera accorcia e Pistillo e Porcaro completano la rimonta portando a casa per le quinta volta consecutiva i 3 punti a casa. Domenica nuova verifica con la Pro Collegno, la quale ha superato con stile l’Acc.Grugliasco grazie al solito Di Perna.

3: Come i gol grazie ai quali il Pino scaccia la crisi e supera il Pecetto. L’undici di Guidoni mette fine ad una serie di risultati (non prestazioni) negativi grazie al trio Del Panta-Caboni-Bressan. Tre punti fondamentali per raggiungere proprio la squadra di Tasso a 6 punti.

4: Le marcature dell’Orione Vallette in casa contro il Sporting Cenisia. Nel girone più di ferro ci tengono tutti a fare bene, e solo pochi stanno deludendo su questo aspetto. Apre Ghaleb e proseguono Zirbano (doppietta) e Medelin.

5: Le vittorie su altrettante partite del Rapid Torino, il quale guida la classifica insieme alla Bruinese nel girone C. Procopio e Camarlinghi (da sottolineare la sua ottima prestazione anche in Rappresentativa) esagerano in casa dell’Onnisport. Il vantaggio del Rapid rispetto alla Bruinese? Aver già affrontato vittoriosamente il Lesna Gold. Ma tutto sembra presupporre uno scontro tra titani (dal quale il Lesna non è escluso) fino all’ultima giornata.

6: I gol subiti finora dall’Avigliana, la quale ha il merito di fermare un Santa Maria Testona che non riesce più a vincere. Nei 5′ finali prima si porta in vantaggio il Testona con Quaglia, ma quando i giochi sembrano fatti, a tempo quasi scaduto i valsusini recuperano con Archinà. Nonostante la squadra di Viglietti abbia solo la metà dei punti della capolista, la sua è un’ottima difesa, testimone di un campionato sopra le attese.

7: i punti finora conquistati dal Valdruento, ai quali andrebbero aggiunti 3 punti derivanti dalla vittoria di domenica contro il Vanchiglia, sfortunatamente fuori classifica. Ottimo ritmo di marcia, peccato per il turno di stop che dovrà scontare il prossimo weekend.

8: Le reti messe a segno finora de Murace, bomber decisivo del Tetti Francesi Rivalta. Implacabile sottoporta e inarrestabile palla al piede, l’arma vincente di Vincenzo Milione continua a segnare con continuità facendo rimanere invariato il distacco dal Collegno Paradiso, che non vuole rinunciare a inseguire. Altre reti determinanti domenica contro un Borgaretto in netta ripresa dopo l’avvio troppo zoppicante.

9: I gol fatti dal Cit Turin che si rialza dopo un avvio complicato. Supera per 0-3 un San Gallo in blackout totale e si prepara ad affrontare il san Giorgio per provare a lottare per il secondo posto. Solo secondo perché il Lucento sembra a dir poco imprendibile.

10: Il voto che si può dare tanto alle difese del girone A (sommando tutti i gol subiti delle prime 3 squadre si arriva solamente a 3) quanto ai reparti offensivi del girone C. Solo la Bruinese ha fatto 4 gol in meno di tutte le squadre del girone A (65) e a seguire il Rapid Torino con 40 reti e il Lesna con 33. Il tutto in sole 5 partite disputate. Numeri non banali.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli