Pianezza under 14
Il capitano rossoblù Alessandro Pretari alza la coppa, Pianezza campione di Torino

La salita è dura ma quando arrivi in cima il panorama è fantastico. «Abbiamo scalato la montagna e abbiamo piantato la bandiera del Pianezza» queste le parole di un emozionatissimo Sandro Oppedisano al termina di una gara bellissima che chiude definitivamente il sipario su Torino con i suoi ragazzi che alzano la coppa e la curva rossoblù che salta acclamando il suo nome. Non è stato facile però affrontare l’Atletico Torino, una squadra quadrata e determinata, con grinta da vendere e un alto tasso tecnico. Tutto pronto sugli spalti, le due tifoserie si apprestano a dare il loro supporto ai ragazzi, quella rossoblù con Colasanto junior in versione capo ultrà. Nemmeno il tempo di entrare in partita che dopo 23’’ il Pianezza ha già la possibilità di sbloccarla con Yasser che si inventa un pallonetto da 30 metri: solo un super intervento di Toffanello impedisce alla palla di entrare. L’altissimo livello della partita si capisce fin da subito, al 3’ ecco che l’Atletico va in vantaggio: Osadiaye sfonda sulla sinistra infilando Strada e crossa alla perfezione per il comodo piattone di Laureana. Si butta in avanti il Pianezza con Verderone che mette in mezzo per la testa di Piai, fuori; riparte l’Atletico con Occhiogrosso, attaccante aggiunto, che viene fermato dall’ottimo intervento di Yassine. Al 17’ riceve palla Ceica ed entra in area, lo ferma Abbonizio fallosamente, il direttore indica il dischetto. Dagli 11 metri realizza il rigore il CR7 rossoblù che marchia a fuoco il suo nome su questa finale. Prima della fine del primo tempo, Osadiaye e Occhiogrosso da una parte e Piai dall’altra, hanno sui piedi l’occasione per portarsi in vantaggio, ma si va negli spogliatoi sull’1-1. Subito in avanti l’Atletico all’inizio della ripresa, prima con Sorbo che calcia benissimo e Pisano mette in angolo in tuffo plastico, poi con Abbonizio che tira preciso e potente in porta ma ci arriva ancora Pisano che con il guantone spedisce la palla sulla traversa. Il Pianezza sta crescendo e piano piano prende spazzi e sicurezza e trova il raddoppio al 22’: Ceica apre per Yasser che crossa geometricamente in area e Piai porta avanti i suoi insaccando benissimo di destro in diagonale. 6’ dopo ecco che arriva l’immancabile gol su azione solitaria di Ceica: prende palla e arriva in area, supera Polimeno (fino a qui bravissimo a contenerlo), si sposta la palla sul destro e gonfia la rete, 3-1. Non molla l’Atletico e al 29’ ha l’occasione per riaprirla con Laureana che si supera con un’apertura per Osadiaye il quale però non trova la porta. Ancora Atletico in avanti con il pericoloso tiro di Vozza che sfiora il palo ma questa è l’ultima azione della partita perché il tempo è scaduto. Al triplice fischio esplode la festa. Pianezza leone, sei tu il campione.

PIANEZZA-ATLETICO TORINO 3-1
RETI (0-1, 3-1): 3′ Laureana (A), 17′ rig. Ceica (P), 22′ st Piai (P), 28′ st Ceica (P).
PIANEZZA (4-4-2): Pisano 7.5, Hachmaqui Yassine 7, Pretari 9, Caputo 8, Strada 7.5, Ciciriello 6.5 (1′ st Casetta 7), Ceica 10, Morabito Federico 7, Piai 9, Verderone 7, Hachmaqui Yasser 9 (35′ st Mantiqi sv). A disp. Colasanto, Chirigut, Marengo, Pesce, Pontillo. All. Oppedisano 10. Dir. Luminita – Catena.
ATLETICO TORINO (4-3-3): Toffanello 7, Occhiogrosso 7.5, Esposito 7 (31′ st Grosso sv), Sacco 7.5, Polimeno 7.5, Abbonizio 8, Marin 7 (7′ st Sorbo Francesco 7.5), Privileggio 7 (21′ Vozza 7), Laureana 8, Benestante 7 (14′ st Cireddu 7), Osadiaye 8. A disp. Ferrareis, Viola, Cimino, Feer. All. Palazzesi 9. Dir. Cireddu.
ARBITRO: Battistella di Collegno 7.
ESPULSO: 36′ st Sacco (A).
AMMONITI: 10′ st Occhiogrosso (A), 20′ st Vozza (A).
ANGOLI: 2-3

In edicola lunedì e sullo store digitale una pagina intera dedicata alla finale Under 14 con foto e pagelle.