14 Maggio 2021

Pro Collegno – Rangers Savonera Under 14, undici leoni gialloblù sbancano Collegno

Le più lette

PDHAE-Gozzano Serie D: Jeantet e Sterrantino tengono viva la fiamma valdostana

Una partita di alta classifica, una partita di alto livello. Il Pdhae non va oltre il pareggio in casa...

Lnd, arriva l’ok anche per gli ‘allenamenti congiunti’ in tutte le categorie

Dopo la pubblicazione del Protocollo per amichevoli e tornei per attività giovanile e attività di base, arriva anche l’ok...

La Biellese-RG Ticino Eccellenza: Kambo dominante, Scienza illuminante, finisce 2-2 il big match a Biella

Spettacolo puro. Questo è quello che hanno regalato La Biellese di Alberto Rizzo e il RG Ticino di Costanzo...

Gli 11 leoni di Savonera, gli unici 11 disponibili per la trasferta di Collegno, portano a casa altri 3 punti che valgono la vetta della classifica del Girone A. Il tecnico gialloblù Fabio Vario è stato costretto a schierare un portiere, Matteo Cammarata, come esterno di centrocampo e con il numero 10 sulle spalle. Un esperimento forzato ma ben riuscito, dato che è stato proprio Cammarata a segnare la rete del definitivo 0-6. Ma se il Savonera era rimaneggiato, meglio non può dire la Pro Collegno che ha messo in campo dal primo minuto quattro ragazzi del 2008: Riccardo Buzura, Alexandru Deaconu, Mustafa El Hamoudi e Lucio Mastronicola. «E’ da inizio stagione che tra una cosa e l’altra abbiamo tante assenze – spiega il tecnico della Pro Collegno, Daniele Piumatti -, alla lunga la differenza fisica si fa sentire. Meno male che abbiamo i 2008 che ci danno una mano, speriamo di recuperare qualcuno nelle prossime partite».

4-4-2 base per il Savonera, 4-5-1 con Sabau unica punta per la Pro Collegno. Inizio di gara arrembante per i gialloblù ospiti: Romano, Zezza e Cammarata si vedono murati dall’ottimo Paganelli, autore di interventi da vero eroe finché è rimasto in campo. Anche la Pro ha la sua occasione, molto bella la rasoiata mancina di Marco Ricca che impegna Gugu Bagetto nell’unica ma difficile parata della giornata, il numero uno dei Rangers ci arriva con la punta delle dita, distendendosi a terra e mettendo il pallone in calcio d’angolo. E sul seguente contropiede passano i Rangers, Paganelli ferma Zezza in uscita, il numero 7 ospite va a prendersi la respinta e dalla sinistra insacca il pallone del vantaggio. Romano ha la palla del raddoppio, Paganelli dice di no. La difesa della Pro Collegno è altissima, viene di nuovo scavalcata quando Romano si presenta davanti a Paganelli che resiste e respinge. Ancora Savonera, il capitano Loris Tietto sgancia delle bombe indirizzate in fondo al sacco, solo la bravura di Paganelli evita lo 0-2 ancora una volta, ma è solo questione di minuti: dalla destra Ricky Pace mette un cross che Zezza da vero rapace sfrutta al meglio. 0-2. Il numero 1 della Pro Collegno si ripete in triplice successione nella stessa azione su Zezza (due volte) e Romano. C’è tempo per un sussulto della Pro Collegno, Mastronicola (2008) raccoglie una respinta di Oliva e sfiora l’incrocio dei pali.

La ripresa si apre nel segno di Luca Romano che in due minuti chiude la partita con una doppietta spettacolo. Il numero 9 dei Rangers capisce che per superare l’ostacolo Paganelli ci vuole un colpo di genio, anzi due. E così Romano va a segno con due palombelle imprendibili, particolarmente bella la prima dai 20 metri. Arriva la gioia personale anche per Tietto che fa 0-5 con una sassata mancina di controbalzo dal limite dell’area, la palla si inchioda in fondo alla rete. E per finire Zezza completa la sua prestazione con l’assist che manda in gol proprio lui, Matteo Cammarata, il portiere schierato in movimento, una rete che tutto il gruppo gialloblù accoglie con grande entusiasmo. Il Paganelli Show si chiude con un grande volo sulla staffilata del bravissimo De Palma, mentre la Pro Collegno non riesce a mettere a referto nemmeno il punto della bandiera: la conclusione di Ricca si stampa sulla parte bassa della traversa, sulla ribattuta Carcagni incrocia bene ma spedisce alto. Finisce 0-6, una vittoria che ha molto più valore per il Savonera e per Fabio Vario, considerando il fatto di non aver avuto nemmeno un cambio a disposizioe.

Ok Savonera a fine partita (foto Cassarà)

IL TABELLINO

PRO COLLEGNO-RANGERS SAVONERA 0-6
RETI: 9′ Zezza (R), 21′ Zezza (R), 6′ st Romano (R), 8′ st Romano (R), 14′ st Tietto (R), 25′ st Cammarata (R).
PRO COLLEGNO (4-5-1): Paganelli 8 (28′ st Cosentino sv), Piva 6, Galdini 6, Siviero 7, Deaconu 6, Giandinoto 7, Buzura 6 (28′ st Carcagni sv), El Hamoudi 6 (11′ st Giuliani 6), Sabau 6 (13′ st De Marzo 6), Mastronicola 6, Ricca 7. All. Piumatti – Rossetti 6. Dir. Morato – Siviero.
RANGERS SAVONERA (4-4-2): Bagetto 6.5, Pace 7, Barbieri 6.5, Oliva 6.5, Vario 7, De Palma 7.5, Zezza 7.5, Tietto 8, Romano 7, Cammarata 7, Bertolone 7. All. Vario 7. Dir. Barbieri – Pace.
ARBITRO: Federico Cabodi di Torino 7: Alle prime armi, giovane, dirige bene e soprattutto conosce il protocollo meglio del suo tutor.
AMMONITI: 19′ st Giuliani (P). ANGOLI: 1-5.

Arbitro Federico Cabodi di Torino
Federico Cabodi di Torino

LE PAGELLE

All. Piumatti 6 Contro un Savonera così attrezzato era difficile fare meglio, soprattutto considerando le assenze.
Paganelli 8 Solo applausi per questo ragazzo che ha sventato tanti altri gol con dei voli spettacolari e in rapida sequenza.
Piva 6 Cerca di tenere a bada Bertolone.
Galdini 6 Come l’ultimo dei Moicani lotta fino alla fine, guadagnandosi ampiamente la pagnotta.
Siviero 7 Gestisce molti palloni e organizza il gioco rossoblù, contrastando anche il più tecnico centrocampo del Savonera.
Deaconu 6 A uomo su Zezza, cerca di non farlo fuggire.
Giandinoto 7 Sicuramente il migliore dopo Paganelli, centrale difensivo si sgancia per dare una mano in avanti e portare su la squadra.
Buzura 6 Anche lui 2008, sulla destra per alimentare l’azione e aiutare la difesa.
El Hamoudi 6 Tampona a centrocampo finché ne ha.
11′ st Giuliani 6 Inserito per dar vivacità sulla trequarti, gli riesce qualche giocata.
Sabau 6 Punta centrale, sgomita con i marcatori avversari, pochi i palloni che gli arrivano.
Mastronicola 6 Suo uno dei tiri più pericolosi, sarebbe stato un gran bel gol.
Ricca 7 Il più insidioso, chiama Bagetto alla parata sullo 0-0, poi prende una traversa con un bel tiro da posizione defilata.
Dir: Morato – Siviero.

(4-4-2)
All. Vario 7 Mescola le uniche carte che ha a disposizione con ottimi risultati.
Bagetto 6.5 Solo una parata per Gugu, ma bella e importante.
Pace 7 Terzino molto mobile, bravo a spingere quando deve e a mettere cross.
Barbieri 6.5 Fa bene le diagonali e le sovrapposizioni sulla fascia sinistra.
Oliva 6.5 Non corre grossi rischi, mette pezze dove ce n’è bisogno.
Vario 7 Gran fisico, se la cava alla grande quando c’è da chiudere soprattutto su Ricca.
De Palma 7.5 Mente pensante e baricentro basso della mediana dei Rangers, molto molto bene la sua regia, si spinge anche a ridosso dell’area alla ricerca del gol.
Zezza 7.5 Due gol e un assist, sempre pronto a sfuggire alla marcatura per piazzare la zampata.
Tietto 8 Magistrale, mancino caldissimo, uno dei migliori giocatori della categoria, esce sempre palla al piede da ogni situazione, imposta, tira, segna. Uno spettacolo.
Romano 7 Geniale in occasione dei due gol, va vicino alla realizzazione in molte altre occasioni.
Cammarata 7 La vera sorpresa di giornata è lui, oltre al gol e alle tante giocate c’è il lavoro di ripiego e sacirificio.
Bertolone 7 Supporta le punte con i suoi inserimenti, si accentra alla ricerca del tiro.

I due tecnici Daniele Piumatti e Fabio Vario (foto Cassarà)

L’esultanza di Luca Romano (foto Cassarà)

Alessio Giandinoto

De Palma, Giandinoto, Bertolone (foto Cassarà)

Alessandro Zezza in azione

Loris Tietto, migliore in campo (foto Cassarà)

L’esultanza di Matteo Cammarata

Cammarata vs Ricca


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli