Atletico Torino under 14
Il gruppo 2005 di Augusto Palazzesi festeggia la vittoria del campionato

«Con il talento si vincono le partite, ma è con il lavoro di squadra che si vincono i campionati» diceva Michael Jordan. Altro sport, altri campi e altre battaglie ma stessa filosofia per l’Atletico Torino che, con una giornata d’anticipo, vince un campionato giocato in modo impeccabile che ha visto per la squadra di Palazzesi un solo pareggio. La vittoria della gara però non è stata certo semplice, il Sant’Ignazio ha carattere e lo dimostra dall’inizio alla fine. Sono proprio i biancorossi ad avere la prima palla gol della partita: Osisnaldi lancia Faiello, il direttore di gara fischia un fallo per una trattenuta, ma poi lascia proseguire l’azione, Faiello, rallentato il passo per il fischio arbitrale, è costretto ad allargarsi e quando arriva al tiro non trova la porta. Poi parte all’attacco l’Atletico con Osiadaye e Vozza, che vengono prontamente disinnescati da Giannotti e Grande. Il vantaggio arriva al 18’, quando Grande viene chiamato a gestire un retropassaggio azzardato. Sulla palla si avventa Laureana che, dopo aver scartato il portiere biancorosso, appoggia in porta, Giannotti prova il salvataggio toccando la palla ma non basta ad evitare il gol. Un minuto dopo ancora Atletico, con Sacco che calcia una punizione chirurgica sotto l’incrocio, ma Grande ci mette il guantone. Al 27’ ecco il raddoppio degli ospiti firmato Osadiaye, che la infila in porta di testa dopo aver lottato con Vinau. Duplice fischio e si va negli spogliatoi. Qualche cambio nell’intervallo nelle fila degli ospiti, entra Benestante che si rende subito periocoloso, prima innescando Occhiogrosso, poi con un tiro da fuori. Il definitivo 3-0 arriva al 19’: Polimeno dalle retrovie difensive crossa per il neo entrato Cireddu che la infila di sinistro nell’angolino, segnando un bellissimo gol. Titoli di coda, si chiude il sipario sul campo del Santa Rita e sul campionato, conquistato dall’Atletico Torino con grinta, tenacia e ottimo calcio giocato al massimo senza risparmiarsi mai.

Sant’Ignazio 0
Atletico Torino 3
RETI: 18′ Laureana, 27′ Osadiaye, 19′ st Cireddu.
ANGOLI: 2-8.
ARBITRO: Russo di Torino 7 Unica incertezza quando prima fischia e poi concede il vantaggio sulla palla di Osisnaldi per Faiello.

SANT’IGNAZIO 4-4-1-1

Sant'Ignazio under 14
Il gruppo 2005 di Luca Trentalange

All. Trentalange 7.5 38 punti sono un capolavoro.
Grande 6.5 Guantoni nuovi subito usati in buoni interventi.
Rosso 6 Osadiaye brutto cliente.
Carena 6 Bloccato in fascia.
Giannotti 7 Tiene in piedi il fortino biancorosso.
Vinau 6 Paga due amnesie. Si riscatta con una buona ripresa.
Celesti 6 Tampona e riparte.
Caragliano 6 Innesco per Faiello. 12′ st Restini 6 Subito in lotta.
Acsinte 6.5 Centrocampista geometrico. Batte tutti i piazzati.
Pilotti 6.5 Gara di sacrificio. Aiuta Carena. 31′ st Latessa sv
Osisnaldi 7.5 Lo chiamano “Boca”, un giorno vi spiegheremo perché. Imposta, copre, affonda senza risparmiarsi.
Faiello 7 Minaccia numero 1 per l’Atletico. Sua la prima occasione.
Dir: Carena.

ATLETICO TORINO 4-3-3
All. Palazzesi 8 Trionfo, primo posto mai in discussione.
Toffanello 6.5 Chiude lo specchio a Faiello. 25′ st Ferrareis sv
Vozza 7 In tandem con Occhiogrosso domina la destra. 1′ st Benestante 6.5 Attivissimo.
Esposito 7 Piccolo e arrembante.
Polimeno 8 Regista difensivo, miglioramento esponenziale.
Sorbo F. 7 Pulito e puntuale.
Abbonizio 7 Imposta la manovra.
Occhiogrosso 8 Intensità e sovrapposizioni no stop. 33′ st Feer
Sacco 7 Batteria al litio. Capitano di una grande corazzata. 9′ st Marin 6.5 Arpiona palloni e rilancia.
Laureana 7 Bomber indiscusso. In un modo o nell’altro la timbra sempre. 20′ st Grosso 6.5 Sponde.
Privileggio 7 Lucido incursore.
Osadiaye 7 Sfonda a sinistra. 1′ st Cireddu 7 Cerca e trova il gol.
Dir: Toffanello.

CLICCA QUI per ascoltare le interviste a fine gara di Federico Laureana, David Sacco, Lorenzo Abbonizio (Atletico Torino) e Santiago Osisnaldi e Maurizio Grande (Sant’Ignazio)