Il Cit Turin 2004 di Salvatore Loddo, vincitore del Girone B e qualificato ai Regionali
Il Cit Turin 2004 di Salvatore Loddo, vincitore del Girone B e qualificato ai Regionali

Al termine di 90 minuti (70 regolamentari, 10×2 di supplementari) di puro spettacolo, il Cit Turin di Salvatore Loddo sorpassa l’Eventi Sport Academy di Maurizio Fazio e stacca il ticket per i campionati Regionali. Partiamo da una premessa: della Champions League, almeno per ieri sera, ne abbiamo fatto allegramente a almeno. Per nulla al mondo avremmo potuto perderci questa gara: eravamo carichi a palla sin dalla mattina, avevamo il sentore del big match e le nostre previsioni non sono state deluse. Sì, perché questa è stata, a nostro parere, la finale perfetta, a partire  da ciò che è accaduto al di fuori dal rettangolo verde; l’atmosfera da Premier League che ha permeato l’intera gara è qualcosa che difficilmente dimenticheremo: l’esplosione di colori dei 120 di Corso Sicilia, la pioggia battente, il tripudio di sciarpe rossoverdi, il suono monocorde e inviperito delle “vuvuzela” approntate dalla tifoseria dell’Eventi, l’entusiasmo della delegazione diplomatica del Nichelino Hesperia, spettatore interessato, dei 2005 del Cit e dei cugini del Borgata, insomma: eCITazione ESAgerata.

Per tutte queste ragioni, è stata una serata stupenda; e, sentitamente, vi ringraziamo. Passiamo alla cronaca: nei primi 15′, il Cit sembrava aver preso in mano le redini della gara, imponendo il proprio ritmo e il proprio gioco ai blues di Fazio; ci saremmo aspettati che, ad aprire le marcature, sarebbero stati gli uomini dei tridenti, quelli addetti all’artiglieria pesante (rispettivamente, per il Cit, da destra verso sinistra, Adrian, Lamorte e Sesa; per l’ESA, sempre da destra verso sinistra, Maestrini, Gentileschi e Sferlazza); il calcio, però, ha le sue ragioni misteriose che la ragione non conosce: ad iscriversi per primi al tabellino dei marcatori, infatti, sono stati infatti gli uomini meno attesi, quelli che non ti aspetti: all’8′, il Cit passa in vantaggio con lo stupendo gol da fuori area di Simone Calò; al 16′, l’ESA pareggia i conti con Samuele Napolitano (entrambi numeri 6, entrambi mezz’ale). Per i restanti 54′, la tensione la fa da padrona: gli schemi saltano, si battaglia a centrocampo, le compagini danno tutto ciò che hanno senza riuscire a prendere in mano le redini della gara, dando vita a un duello all’insegna dell’equilibrio; lo spauracchio dei tempi supplementari aleggiava sin dall’inizio della ripresa; e, alla fine, è arrivato. La trama dei primi dieci minuti ha seguito quello che, in definitiva, è stato il canovaccio della gara: squadre bloccate, giocatori provati nel fisico e nella mente, velleitari tentativi di affondo e pochi squilli; i secondi, invece, sono stati  dieci minuti di pura follia, in cui è successa davvero qualsiasi cosa e che ci hanno fatto capire, una volta di più, perché il nostro non sia uno sport normale: al 2′ sts, Luca Zorzi si prende la responsabilità di tirare il rigore più importante di tutte le stagione, e non delude le aspettative, insaccando con freddezza all’angolo sinistro della porta difesa da Simone Borinato; la festa del pubblico rossoverde, mentalmente già ai regionali, però, dura soltanto 4 minuti: al 6′ sts, Alfredo Gentileschi, la punta di diamante dei Blues, pareggia i conti di testa,  insaccando alle spalle di De Stermich il suo quarantatreesimo gol stagionale, riaccendendo l’entusiasmo della parte sinistra degli spalti e fiaccando l’animo di quella destra; ma una partita del genere avrebbe mai potuto chiudersi in un modo normale? Ovviamente no; il gol che vale i Regionali lo segna un altro difensore: all’8′ sts, i rossoverdi guadagnano un calcio di punizione; all’inizio, stava per incaricarsene Lorenzo D’Ambrosio, ma poi Tommaso Mursone lo ferma: vuole calciarla lui, è ispirato, sente che è la cosa giusta da fare; mai intuizione fu più giusta: dai 35 metri, il terzino di Loddo insacca il gol vittoria, scatenando l’oleada rossoverde: ai Regionali ci va il Cit; un grande, enorme ESA, esce a testa altissima e tra gli applausi di ambedue gli schieramenti, consapevole di poter sperare ancora nel salto di categoria attraverso i playoff.

EVENTI SPORT ACADEMY-CIT TURIN   2-3 (dopo i tempi supplementari)
RETI (0-1, 1-1, 1-2, 2-2, 2-3): 8′ Calò (C), 16’ Napolitano (E), 2’ sts rig. Zorzi (C), 6’ sts Gentileschi (E), 8’ sts Mursone (C)
EVENTI SPORT (4-3-3): Borinato 6.5; Sandi G. 7, Carrera 6.5 (4’ pts Lagrasta 6) Schena 6.5, Bigotti 6.5 (1’ st Guarena 6.5); Napolitano 7, Restagno 6.5, Reggio 6; Maestrini 6.5, Gentileschi 7.5, Sferlazza 6.5. All. Fazio. Dir. Carrera, Napolitano, Fazio S.
CIT TURIN (4-3-3): De Stermich 7; Mursone 9, Balocco 7, Zorzi 7.5, D’Ambrosio 7; Lentini 7, Pascale 7, Caló 8; Adrian 6.5 (18’ st Bellucci 7), Lamorte 6.5 (1’ st Traina 6.5), Sesa 6.5. All. Loddo, Dir. Cerato, Mursone.
ARBITRO: Scidá di Torino 5 A fronte dell’ottima direzione di gara del primo tempo, fa amaro riscontro qualche decisione dubbia presa nel secondo e nei supplementari.
AMMONITI: 33’ Sferlazza (E), 15’ st Gentileschi (E), Pascale (C).
SPETTATORI: 120.
ANGOLI: 3-5.

 

 

LE PAROLE A FINE GARA DI TOMMASO MURSONE

LE PAROLE A FINE GARA MAURIZIO FAZIO

 

 

Michela Barrile, Giulia Manfredi, Giuseppe Luca Scaffidi.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Al servizio dei giovani e dello sport dal 1957, è il nostro motto. Abbiamo l’ambizione di formare e informare, intanto contribuendo a migliorare la cultura sportiva. Abbiamo introdotto alcune importanti novità sull’edizione multimediale: le interviste a fine gare dei protagonisti le potete ascoltare integralmente attraverso i file originali, lo stesso dicasi per le reti da palla inattiva o le fotogallery. Vogliamo proporre il calcio sotto una nuova forma, attraverso il filtro dei numeri, delle statistiche e allora ecco un’ampia sezione dedicata alle prove individuali. Focus portieri con le classifiche dei meno battuti, spazio ai bomber e al minutaggio / gol. Infine, per difensori e centrocampisti, tutte le medie voto compilate seguendo le indicazioni degli addetti ai lavori e dei nostri inviati.