10 Agosto 2020 - 20:42:52

Sant’Ignazio-Pozzomaina Under 15: scappa Ciulla, ci pensa bomber Caragliano

Le più lette

Città di Varese Serie D, altro colpo in attacco: ecco Andrea Addiego Mobilio

Il Città di Varese comunica di aver raggiunto l'accordo con Andrea Addiego Mobilio, esterno d'attacco in arrivo dai liguri...

Superoscar, ecco il calendario. Una formula snella che non toglierà nulla al fascino della manifestazione

Dopo il passaggio di consegne fatto da Roberto Gagna e Pier Giorgio Frassinelli (ne abbiamo parlato in questo articolo)...

#stiamoincontatto Brescia: ripartono campionato e BresciaOggi. Pasquali: «Fiducioso sui protocolli»

Condotta e moderata dal delegato Alberto Pasquali, martedì 4 agosto alle ore 20 sulla piattaforma Cisco Webex si è...

Sant’Ignazio-Pozzomaina crocevia di una stagione per la capolista di Antonio Cinquegrana, a cui mancava davvero poco per l’upgrade dallo status di grande rivelazione a quello splendida realtà, questo risultato certifica che i giallorossi non sono più solo una meteora. Sfida cruciale anche per i ragazzi di Domenico Giangreco, a caccia della vetta e di quella continuità che una squadra come il Pozzo può tranquillamente ottenere. Botta e risposta nel giro di un minuto firmato Ciulla-Caragliano, per un pareggio che consente al Sant’Ignazio di mantenere la testa della classifica, seppur in comproprietà con il Talent Soccer, e al Pozzo di restare a ridosso delle prime, pronto a mettere la freccia del sorpasso in qualsiasi momento.

Nel primo tempo, la gara parte equilibrata, si attacca da entrambe le parti. Al 5’ il fallo di mano di Bergantin regala un calcio di rigore al Pozzomania; dal dischetto firma il gol Emanuele Ciulla. Il pubblico presente continua ad incitare molto le due squadre. Al 7’ arriva il gol del pareggio da parte del numero 9 del Sant’Ignazio, Nicholas Caragliano su assist del capitano Faiello. Esplode di gioia la tribuna a tinte giallorosse. Entrambe le squadre, molto grintose, ricercano il gol. Partita ricca di calci di punizione; al 13’ ci provano i ragazzi di Giangreco, ancora una volta Grande si fa trovare subito pronto. Scintille verso la fine del primo tempo tra i giocatori in campo, lo staff di entrambe le squadre interviene subito evitando situazioni spiacevoli. Al 30’ ammonizione per Edwin, grandi giocate per lui, sfrutta il suo fisico e crea diverse occasioni.

Nel secondo tempo parte subito in attacco il Pozzomaina ma Grande non ha dubbi sulle sue capacità. Il Pozzomaina fa pressing sulla squadra di Cinquegrana che non molla ma perde qualche pallone. Ci provano diverse volte i ragazzi di entrambe le squadre, il Sant’Ignazio cerca di creare diverse occasioni da gol ma la difesa del Pozzomaina non si fa trovare impreparata e manda il pallone in calcio d’angolo. L’arbitro concede molto e utilizza poco i cartellini. Il Pozzomaina effettua alcuni cambi entra Nirta, classe 2006, al posto di Zappatore. Il tifo della squadra di Giangreco si complimenta con il numero 9, Edwin, per le sue giocate; lui stesso oltre a creare occasioni al 7’ salva una pallone di testa. Il Sant’Ignazio ci riprova, qualche minuto dopo, con un tiro di Faiello che però non trova spazio. Partita molto dinamica che si svolge in entrambe le metà campo: al 10’ ottima uscita di Grande proprio su Edwin. Diverse sono le punizioni che l’arbitro assegna ad entrambe le squadre anche nella seconda metà della gara; al 12’ ci prova Ciulla ma niente da fare tra le braccia di Grande non passa più nulla. Riparte il pressing del Pozzomaina, la difesa del Sant’Ignazio è sempre più impegnata. Nel giro di due minuti, due punizioni per il Sant’Ignazio. Batte Restini, la palla esce alta, di poco. Nel finale, il Pozzomaina ha qualche occasione che fa pensare ad un 1-2 ma niente da fare per i ragazzi di Giangreco, forse anche un po’ sfortunati in questo secondo tempo. Scontro, dal primo minuto molto acceso, arriva al 25’ il cartellino rosso per Bergantin costretto ad abbandonare il terreno di gioco per un duro intervento ai danni di Ciulla. Cinquegrana ridisegna la difesa, Giannotti passa centrale con Faiello che si abbassa a fare il terzino. Si accusano i primi segnali di stanchezza tra i giocatori, cartellino giallo per Nicola. Gara infinita, con quattro minuti di recupero che termina con entrambe le squadre che portano a casa un punto, più contento del pareggio il Sant’Ignazio che, per come si era messa negli ultimi minuti e alla luce dei prossimi impegni (Accademia Real Torino e Talent Soccer), può considerare un ottimo risultato.

IL TABELLINO DI SANT’IGNAZIO – POZZOMAINA

SANT’IGNAZIO-POZZOMAINA 1-1
RETI (0-1, 1-1): 6′ rig. Ciulla (P), 7′ Caragliano (S).
SANT’IGNAZIO (4-3-3) Grande 7, Gianotti 6.5, Carena 6, Celesti 6.5, Bergantin 5.5, Vinau 7, Restini 6.5, Acsinte 6.5, Caragliano 7, Faiello 7, Pilotti 6.5 (22’ st Massafra 6). A disposizione: Pallavidino, D’Adamo, Leotta, Bonnet, Tunno. All. Cinquegrana Antonio 6.5.
POZZOMAINA (4-3-3) Bivona 6.5, Zappatore 6 (6’ st Nirta 6.5), Gastone 6.5 (20’ st Chiapusso 6), Vejsitti 6, Isnardi 6.5, Luca 6.5, Scagliotti 6 (1′ st Vander Elst 6.5), Alfieri 6, Edwin 7, Nicola 6.5, Ciulla 7. A disposizione: Rovitti, Roasio, Covello, Mustata. All. Giangreco Domenico 6.5.
Arbitro: Iannucci Andrea di Torino 6: Direzione della gara sufficiente ma poteva utilizzare qualche cartellino in più.
AMMONITI: 30’ Edwin (P), 32’ st Nicola (P)
ESPULSO: 25’ st Bergantin (S).

LE PAGELLE DI SANT’IGNAZIO-POZZOMAINA

SANT’IGNAZIO
All. Cinquegrana 7 Prestazione della squadra che cala un pò nel secondo tempo, comunque bene. Bravo a rimodulare la difesa con l’uomo in meno.
Grande 7 Pronto, sicuro e impegnato tra i pali, peccato sul rigore.
Gianotti 6.5 Svolge bene il suo lavoro nel suo reparto.
Carena 6 Cresce nella ripresa, potrebbe fare di più.
Celesti 6.5 Bravo ci mette grinta.
Bergantin 5.5 Insufficienza dovuta all’espulsione e al fallo di mano.
Vinau 7 Bravo e “cattivo”. Gioca con intelligenza, bella marcatura su Edwin.
Restini 6.5 Buona gara, sa come farsi rispettare.
Acsinte 6.5 Gara più che sufficiente, cerca di farsi spazio con delle buone giocate.
Caragliano 7 Buona visione di gioco. Mette a referto il gol stagionale numero 14.
Faiello 7 Lotta molto per conquistarsi il pallone e creare occasioni. Nel finale si sacrifica in difesa da vero capitano.
Pilotti 6.5 Pronto a far gioco sull’esterno. 22’ st Massafra 6

POZZOMAINA
All. Giangreco 6.5 Ha provato a vincerla nella ripresa, contro una squadra c’è da dire ancora imbattuta.
Bivona 6.5 Reattivo quando serve, tempestivo nelle uscite.
Zappatore 6 Sulla fascia si fa vedere, la difesa lo ferma. 6’ st Nirta 6.5 Più giovane di un anno, entra bene in partita spingendo sulla fascia e creando occasioni interessanti.
Gastone 6.5 Quando si propone in avanti dà fastidio, dietro non passa nulla. 20’ st Chiapusso 6
Vejsitti 6 Gestisce bene i palloni, buona giocata.
Isnardi 6.5 A parte lo scivolone sul gol di Caragliano, non si fa superare facilemente, buona prova per lui.
Luca 6.5 Dietro perfetto, parte bene.
Scagliotti 6 Ci mette un po’ ad entrare in partita ma fa benino. 1′ st Vander Elst 6.5 entra bene caricando i suoi.
Alfieri 6 Buona gara per lui, sufficienza.
Edwin 7 Quando viene servito crea sempre buone occasioni, duello tutto fisico con Vinau.
Nicola 6.5 Gara a perdifiato, fa comunque il suo lavoro.
Ciulla 7 Oltre il gol, il più attivo. Mette in difficoltà la difesa del Sant’Ignazio.

Antonio Cinquegrana, allenatore Sant’Ignazio: «Risultato giusto. Abbiamo fatto 15-20′ con l’uomo in meno, è un pareggio che dimostra che noi ci siamo ad affrontare certi tipi di partita. Il Pozzomaina è una squadra con tanta qualità, di più rispetto a noi. E’ stato importante raddrizzarla subito, era quello che volevo: non abbattersi in caso sarebbero sopraggiunte delle problematiche. E’ stato un test importante per i ragazzi, hanno dimostrato una grande crescita mentale. Il rigore? C’era, errore nostra sulla lettura dell’azione».

Domenico Giangreco, allenatore Pozzomaina: «E’ stata una bella partita, entusiasmante, stimolante. Noi siamo venuti fuori meglio nel secondo tempo con un possesso palla maggiore rispetto a loro, bravi a chiudersi. Complimenti al Sant’Ignazio, squadra in questo momento piena di entusiasmo e agonisticamente “cattivella”, rognosa, ho trovato una grande somiglianza con il Talent Soccer, forse addirittura messi meglio in difesa, curano molto bene le palle inattive: si vede che dietro c’è la mano di un bravo allenatore»

 

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli