Fulvius Under 17
I 2002 di Mauro Rizzi

Sei, su dieci torinesi, hanno un anno in meno, eppure sul terreno di gioco non si nota, la gara è avvincente ed incerta, fino alla fine, quando Ghirardo (Einstein) raddoppia. Subito pericolosi gli ospiti su punizione chirurgica di Del Panta al 6′, Gadaleta con la punta delle dita devia sulla traversa. La risposta degli orafi arriva due minuti dopo e fa male: tap-in di Battistella davanti alla porta su assist di Palumbo, gelato il PSG. Che vorrebbe rimontare subito ma la difesa della Fulvius, la più forte del campionato, è uno scoglio duro da superare. De Seta deve impegnarsi per neutralizzare all’11’ la botta dai trentacinque metri di Palumbo. Il terreno allentato condiziona la partita per gli scivoloni e i palloni che schizzano impazziti. Al 28′ Migliasso per un soffio intercetta una palla davanti alla porta, evitando la deviazione facile di Gallo ben appostato. Gadaleta, al 36′, si supera con una grande parata d’istinto, in due tempi, su tiro ravvicinato di Cannizzaro. In chiusura Rocco De Seta è chiamato ad un difficile intervento sulla sassata in diagonale di Battistella, incontenibile. Al 3′ della ripresa attimi di suspence sul delizioso pallonetto di Galletti che, a rallentatore si avvia verso la porta sguarnita. Entrerà? No, perchè spunta Sqaurise che sulla linea la toglie letteralmente dalla porta. Gara predestinata che, comunque i padroni di casa hanno meritato. Perché nel prosieguo Rocco De Seta é chiamato ad almeno altri tre interventi risolutivi. Sugli sviluppi dell’angolo palla impazzita, come tra i funghi di un flipper, davanti a Gadaleta, che non trova lo spiraglio giusto. Battistella chiama in causa l’estremo difensore ospite con una bordata in diagonale che il portiere devia in volo in angolo. Lo stesso difensore viene chiamato a vari interventi fino al 42′, quando subisce il raddoppio per merito di Ghirardo che in mischia chiude la contesa.

FULVIUS – PSG 2-0
RETI: 8′ Battistella, 42′ st Ghirardo.
FULVIUS (4-3-3): Gadaleta 7, Lenti 7, Xhenje 6.5, Misbah 6.5, Squarise 7.5, Suman 7, Palumbo 6.5 (28′ st Furlan sv), Bellacicco 6.5, Gallo 6.5, Bertolotti 7, Battistella 7.5 (15′ st Ghirardo 6.5), A disp. Mirci, Dispenza, Lippelli, Ponticello, Gjioni. All. Rizzi 7. Dir. Lenti.
PSG (4-4-2): De Seta Rocco 7, Tiozzo 7, Bressan 6.5, Nordhal 6.5 (15′ st Re 6), Rivelli 7, Migliasso 6.5, Cannizzaro 6.5, Del Panta 6.5, De Seta Luca 6.5, Tombolato 6.5 (31′ st Adamo sv) Galletti 6.5 (7′ st Valzan 6.5). A disp. Paziente, Giraudo. All. Di Nunno 7. Dir. Rivelli.
AMMONITI: 5’st Palumbo (F), 6’st Suman (F), 20’st Bellacicco(F), 38’st Ghirardo (F), 42’st’ Valzan (P).
ARBITRO: Quaglieri di Asti 6.5. A volte indeciso.

FULVIUS (4-3-3)
Gadaleta 7 Intervento risolutivo, pronti via al 6′ e non solo.
Lenti 7 Difende con tempestività, ma si propone pure.
Xhenje 6.5 Non è il solito, si concede qualche distrazione.
Misbah 6.5 Lotta, qualche sbavatura in fase di appoggio.
Squarise 7.5 Salva il risultato. Una sicurezza in difesa.
Suman 7 Con le buone o le cattive ferma chi gli capita a tiro.
Palumbo 6.5 Utile in fase di appoggio in attacco.
Bellacicco 6.5 Fa buon filtro davanti alla difesa.
Gallo 6.5 Poco incisivo in fase di conclusione.
Bertolotti 7 Detta tempi col metronomo, sempre pericoloso.
Battistella 7.5 Instancabile, gol pesantissimo. 15′ st Ghirardo 6.5 Einstein per i compagni, raddoppio liberatorio.
All. Rizzi 7 Organizzazione e carattere di squadra.

PSG (4-4-2)

Il gruppo di Diego Di Nunno

De Seta Rocco 7 Limita i danni nei momenti importanti.
Tiozzo 7 Risorse difensive e tanti sacrifici in difesa.
Bressan 6.5 Mette ordine e idee davanti alla difesa.
Nordhal 6.5 Svaria davanti alla difesa. 15′ st Re 6 Si difende.
Rivelli 7 Ottimo in copertura senza disdegnare inserimenti.
Migliasso 6.5 Raddoppi e toppe in area di rigore.
Cannizzaro 6.5 Solo Gadaleta gli nega il gol.
Del Panta 6.5 Chirurgico nelle punizioni da destra e sinistra.
De Seta Luca 6.5 Crea spazi in attacco.
Tombolato 6.5 Suggerimenti e verticalizzazioni.
Galletti 6.5 Squarise dice no al suo pallonetto. 7′ st Valzan 6.5 Buon apporto alla squadra.
All. Di Nunno 7 Con sei rincalzi, non si fa scudo, né trova scuse.