14 Aprile 2021

KL Pertusa Under 17, con Gramendola non si può sbagliare

Le più lette

Folgore Caratese: Anania si dimette da allenatore dell’Under 19 e da Direttore Tecnico

Domenico Anania lascia la Folgore Caratese dopo 5 anni. L'ex biancazzurro ha presentato le proprio dimissioni, accettate dal club,...

Dufour Varallo-Pro Eureka Eccellenza: una zampata di Recano mette in cassaforte i primi tre punti per Tosoni

0-1 è il punteggio finale stabilitosi al termine dello scontro tra Dufour Varallo e Pro Eureka. Ritorno sui campi...

Lumezzane-Speranza Agrate Eccellenza: Franchi tiratori al Saleri, rossoblù all’inglese grazie all’intramontabile Caracciolo

C’era una volta una Cenerentola che, rincasata in fretta e furia dal grande ballo di sua Eccellenza, perse una...

Un decollo più che promettente, quello del KL Pertusa Under 17 di Luca Gramendola. La squadra gialloverde infatti, che milita nel Girone C degli Allievi Provinciali di Torino, con due vittorie e un pareggio, si conferma seconda a soli due punti dalla prima in classifica, il PSG. Il tecnico dei 2004 gialloverdi si definisce a dir poco soddisfatto del proprio gruppo, ammettendo senza tanti giri di parole che «non dobbiamo per forza essere padre e figlio» e sottolinea quanto sia importante la stima reciproca e il rispetto, più che un legame affettivo, tra allenatore e ragazzi. «In qualsiasi contesto in cui è presente un rapporto di subordinazione, la prima prerogativa è sempre di un legame di profondo rispetto reciproco» spiega citando l’allenatore a cui si ispira maggiormente, Massimiliano Allegri, ex tecnico di Milan e Juventus. Nonostante il suo modo di essere all’apparenza duro e severo, confessa di avere la fortuna di allenare un gruppo di ragazzi che gli porta enormi soddisfazioni, aggiungendo che il merito dei risultati ottenuti fino ad oggi è tutto loro, perché «non sono mai gli allenatori che fanno le squadre, ma i giocatori».

Gramendola si sofferma poi in particolar modo su Simone Padula, difensore centrale e capitano della squadra e con le sue tre reti (di cui du su rigore nel 4-2 contro il Vianney) attuale capocannoniere, definendolo un ragazzo estremamente a modo poi, sul portiere Valentino Fassio che, oltre ad essere ottimo nel proprio ruolo, «si allenerebbe otto volte a settimana se fosse per lui» dichiara in tono scherzoso. Luca Gramendola ricorda poi il suo passato da giocatore con grande gioia e nostalgia, gli esordi al Vianney come centrocampista esterno e mediano restano un ricordo vivido e il ruolo di capitano in prima squadra, con la maglia numero 4, sembra ancora un’esperienza non lontana. Decide poi a 31 anni di intraprendere la carriera da allenatore e, nel 2005, prende il patentino, iniziando ad allenare proprio nella società di cui era cresciuto, il Vianney, dove resterà per undici anni. Successivamente, comincia per lui l’esperienza al Borgaretto, dove allena gli Esordienti 2002. Una società che ricorda con grande amore, definendola “strepitosa” e formata da “persone squisite”, con particolare riferimento al dirigente Rocco D’Amico ma non solo, ammette  di aver instaurato rapporti splendidi oltre che con tutta la società, anche con i genitori dei ragazzi che allenava, ricordando affettuosamente vacanze trascorse insieme. Viene poi richiamato al Vianney quando la squadra che militava in Prima Categoria era ultima in classifica. Grazie all’arrivo di Gramendola i gialloblù di via Bartoli riescono ad arrivare a giocarsi i playoff e, alla fine, si salvano. Decide di tornare ancora una volta al Borgaretto, poi di nuovo al Vianney quando le loro strade, dopo tanti anni trascorsi insieme, si dividono definitivamente e l’allenatore prende la decisione di ricominciare da zero, arrivando così al Pertusa.

Per quanto riguarda la stagione in corso, Luca Gramendola definisce come suo unico obbiettivo, quello di formare i ragazzi per la prossima Juniores e per la prima squadra aggiungendo che, non ponendosi mai limiti, per lui è difficile individuare un solo traguardo, in quanto si può fare sempre di più. L’ambizioso allenatore del KL Pertusa si augura quindi solo di riuscire a finire la stagione in corso, non vedendo l’ora di tornare sul campo.

LA ROSA DEL KL PERTUSA UNDER 17

Portieri: Valentino Fassio.
Difensori: Brian Bueti, Denis Serpentino, Matteo Signorelli, Simone Padula, Marco Severina (2005), Pietro Chiambalero.
Centrocampisti: Igor Moccia, Alessio Ferrante, Fabio Di Lisio, Gioele Mollo, Omar Awad.
Attaccanti: Luigi Miceli (2005), Frank Duran Zuniga, Alessandro Lauria, Alessio Liberti.
Allenatore: Luca Gramendola.
Dirigente: Francesco Noce.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

nativery.com, 601bdb002ee3c4075ca20115, DIRECT appnexus.com, 11707, RESELLER, f5ab79cb980f11d1 google.com, pub-4529259506427490, DIRECT, f08c47fec0942fa0