23 Giugno 2021

Settimo Under 17, parla Danilo Borgese: Tuteliamo i Dilettanti!

Le più lette

Ciliverghe Eccellenza: si separano le strade tra il tecnico Cogliandro e la società dopo due anni

Dopo due stagioni complicate più dai fattori esterni che dai risultati in sé le strade di Vincenzo Cogliandro e...

Casale-Legnano Serie D: Lewandowski nega i playoff al Legnano all’ultimo respiro

Il calcio a volte sa essere crudele, lo sa bene il Legnano da oggi, che si vede negare l’accesso...

Dove siamo stati Regionali: scopri quali partite abbiamo seguito direttamente sul campo

Per la sesta settimana consecutiva abbiamo assistito a un weekend ricco di test match. Anche in questi due giorni...

Arrivato a metà della scorsa stagione sulla panchina del Settimo, a causa della pandemia Danilo Borgese non ha ancora avuto modo di dare la sua completa impronta al gruppo 2004. Allenatore dalla grande esperienza, Borgese ha alle spalle anche un passato da calciatore interrotto da un brutto infortunio: «Giocavo da difensore centrale, ho fatto il Settore giovanile nel Torino e poi sono passato al Cenisia dove ho concluso la carriera a soli 25 anni a causa di un infortunio, all’epoca in alcune situazioni il pieno recupero fisico era molto più difficile purtroppo. Al Cenisia ho anche iniziato ad allenare, in seguito ho allenato a Moncalieri, al Victoria Ivest, poi per 5 anni al Torino, dal 1995 al 2000, poi ho fatto 4 anni di Barcanova; prima di arrivare a Settimo sono stato anche al La Chivasso e al Montanaro, dove allenavo la Prima squadra».

Quali i fondamentali su cui si basa Borgese? «Non mi piace parlare di moduli perché è un elemento troppo variabile, dipende dai giocatori che si hanno a disposizione. L’importante è lavorare su tecnica e idee di gioco, ed in questo senso mi è molto utile l’esperienza di gestione del FootbalLab di Settimo Torinese, il centro creato per esportare una procedura e un metodo d’insegnamento calcistico fondato da Rita Guarino, ex capitano della Nazionale Italiana e attuale tecnico della Juventus Fc Women. Come modelli a cui ispirarsi cito il Barcellona di Guardiola ed il Milan di Sacchi, squadre non solo efficaci dal punto di vista dei risultati ma anche belle da guardare».

Nonostante il poco lavoro svolto insieme, Borgese è sicuro delle potenzialità del suo Settimo Under 17: «Alleno un gruppo coeso, composto da buoni elementi: lavoriamo sul possesso palla, il mio obiettivo principale è quello di fornire loro una formazione tattica ed un’impronta precisa di gioco; tutto questo è orientato ovviamente al passaggio in Prima squadra, ma la situazione attuale non aiuta: rischiamo di ritrovarci nella prossima stagione con giocatori non pronti per la Juniores o per la Prima, penso che la cosa migliore sia congelare le categorie e ripeterle l’anno prossimo. In generale la sensazione è che lo sport venga visto come il pericolo principale, mentre invece è l’esatto opposto: le conseguenze di questa situazione si fanno sentire, molti ragazzi perdono interesse nel calcio e decidono di smettere, e questo sul lungo periodo rischia di avere effetti disastrosi anche per le categorie superiori e sui professionisti. Anche per questo serve una maggiore tutela del calcio dilettantistico».

LA ROSA DEL SETTIMO UNDER 17

PORTIERI: Antonello Enrico, Cattero Filippo

DIFENSORI: Bende Raymond, Antonello Lorenzo, Barbero Federico, Cuiuli Simone, La Barbera Danilo, Signorini Alessandro

CENTROCAMPISTI: D’Alessandro Michael, Bertero Simone, Emma Paolo Leon, Frongillo Massimo, Tirgovetu David

ATTACCANTI: Cereia Federico, Colognato Nicolas, Milanesio Marco, Bufalino Gabriele, Paparo Christian

ALLENATORE: Borgese Danilo

DIRIGENTE: Sattin Emilio


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli