Crescentinese, Under 14
La Crescentinese a centro campo al termine della partita con lo staff tecnico e il presidente Eugenio Cirillo

Houston abbiamo toccato terra, il campionato è vinto, «Missione compiuta!» recita lo striscione. La curva gode e la partita è un giro d’onore per la squadra di casa. Chi doveva vincere: la Crescentinese, ha vinto, dimostrando la superiorità dimostrata in campionato. In partita fa 11 a 0 contro il Piemonte Sport. E’ l’ultimo movimento di una sinfonia perfetta, di un andata verso la Luna e ritorno, guidata dal nuovo allenatore di questa stagione, Stefano Cadoni che, insieme a tutto il gruppo tecnico, ha guidato la navicella Crescentinese verso le stelle includendo nel gruppo anche dei 2006. E pensare che fino a un anno fa la stessa navicella perdeva 20 a 0 mentre ora dimostra di aver superato se stessa vincendo il campionato. A sentire questa melodia, ad attenderli all’atterraggio ci sono tutti i tifosi, la calda e accogliente curva di Crescentino che, fra striscioni, cori e fumogeni canta contro la seconda in classifica: «Chi non salta è del Trino!». C’è anche la musica prima della partita con l’inno nazionale ad aprire l’incontro, facendo ben sperare i giocatori più talentuosi. «Stairway to Heaven», la scalata al paradiso è quello che recita la famosa canzone durante l’intervallo quando la squadra di casa è già sopra di sei gol, trascinata dal suo numero bomber Lazzaron detto «cavallo pazzo» che porta a casa una doppietta. Altri giocatori che si fanno notare, oltre l’evidente divario tecnico tra le due squadre: il marcatore di un altra doppietta per la squadra di casa è Alessio Coppo detto «lo spilungone». Mentre si porta a casa il pallone con una tripletta Antonio Guarascio detto «il tigre». Ma a ben vedere ha vinto una squadra, non i singoli. Bravi tutti.

Piemonte Sport, Under 14
La formazione del Piemonte Sport

Crescentinese-Piemonte Sport 11-0
RETI: 7’, 4′ st e 27’ st Guarascio (C), 8′ rig. Panizza (C), 16’ e 23’ Lazzaron (C), 27′ e 24’ st Coppo (C), 34′ Cadoni (C), 5′ st aut. Ghirardelli Le. (P), 28′ st Callegaro (C).
CRESCENTINESE (4-4-2): Fontana 10, Garavaglia 10 (1′ st Aresi 10), Panizza 10 (1′ st De Paoli 10), Corrado 10, Vezzoli 10, Callegaro 10 (34′ st Piccione 10), Mudaro 10, Cadoni 10, Lazzaron 10 (2′ st Cammarata Luca 10), Coppo 10 (32′ st Gianpietro 10), Guarascio 10. A disp. Canuto. All. Cadoni 10.
PIEMONTE SPORT (4-4-2): Mazar 7, Varalda 6, Capone 6, Genova 6, Camema 6, Contini 6, Cornetti 6, Ene 6, Perticone 6, Ghirardelli Le. 6, Papri 6. A disp. Galia. All. Fattore 6.
ARBITRO: Girolami di Casale M.to 7.

GUARDA LA FOTO GALLERY DELLA PARTITA

Pagelle della Crescentinese
All. Cadoni 10 Prende in mano una squadra che prima di questa stagione non aveva fatto scintille e la porta completamente in cielo.
Fontana 10 Piedi da centrocampista «Il Trombettiere»
Garavaglia 10 Intercity – 2006 «Xavier»
1′ st Aresi 10 2006 – «La formica atomica»
Panizza 10 Fascia sinistra «Superpani»
1′ st De Paoli 10 Non molla mai «Belli capelli»
Corrado 10 Da Verolengo, «il Faraone»
Vezzoli 10 «il Leone»
Callegaro 10 «lo Zar»
34′ st Piccione 10 Forza di volontà.
Mudaro 10 Perno del centro «il Senatore»
Cadoni 10 Fisicità «il Samurai Mancino»
Lazzaron 10 Capocannoniere. 2006 «Cavallo pazzo»
2′ st Cammarata Luca 10 Inizia a 1000 la stagione
Coppo 10 «lo Spilungone»
32′ st Gianpietro 10 «il Capostazione»
Guarascio 10 «il Tigre»
Canuto 10 «La libellula»