Il Piemonte Vda si tinge di rosa: Rappresentativa Femminile campione d’Italia!

1511

Era nell’aria questo titolo nazionale per la Rappresentativa Femminile. Lo facevano pensare i tanti segnali che le ragazze di Gianluca Riccardi avevano dato nel corso di tutto il Torneo delle Regioni: le vittorie, una dietro l’altra, a partire dalla fase a gironi; l’unico gol subito fino alla finale e un dominio a livello di gioco che aveva lasciato poche speranze alle avversarie. Ma la finale, si sa, è una storia a sé; subentrano tensione, ansia e adrenalina: un mix esplosivo che, se canalizzato nella maniera giusta, può portare alla vittoria, ma può anche essere controproducente.

Non è stato il caso della Rappresentativa Piemonte VdA, che si trova, per la prima volta in tutto il Torneo, a inseguire la Liguria, chiusa dal primo minuto a bloccare le incursioni di Mellano, Accoliti e Bagnasco. Il gol di Basso, un tap-in sul calcio d’angolo di Moscamora viziato da un’indecisione tra i pali piemontese, costringe la Rappresentativa Femminile ad aumentare il ritmo. La Liguria non crea gioco, ma si chiude bene, rendendo macchinosa la manovra delle ragazze di Riccardi. Spacca la partita il rigore fischiato in favore di Francesca Mellano, dopo l’uscita avventata di Parodi. Mancano 60” al duplice fischio e Mellano ha tra i piedi la palla che può cambiare la partita delle compagne. Glaciale la n. 18 piemontese, che spiazza Parodi dal dischetto con un rigore perfetto.

Tutt’altra musica la ripresa. La Rappresentativa piemontese ci crede e fa subito capire alla Liguria che, per quanto possa chiudersi in difesa, la partita sarà un assalto continuo. In questo momento esce fuori tutta la personalità del capitano Giorgia Aloi, che si carica sulle sue spalle la squadra con giocate illuminanti, che fanno impazzire le liguri. E’ ancora un calcio d’angolo a ravvivare la partita. Si incarica della battuta Francesca Mellano, che trova la sponda di Serena Accoliti proprio per Giorgia Aloi. Il capitano si inventa una magia per il raddoppio piemontese, con il suo sinistro che scende sotto la traversa: Parodi può solo guardare la palla che la supera tra i pali. Dopo il bis, il Piemonte VdA continua a macinare chilometri per trovare il gol della sicurezza. La Liguria non riesce a creare vere e proprie occasioni da rete, ma un gol di vantaggio è poco per poter stare tranquille in una finale. Per questo la rete trovata sul finale da Giada Bagnasco è un vero e proprio sollievo, tanto per le 11 in campo, quanto per la panchina e lo staff tecnico. L’assist lo firma ancora Noemi Papagna, che vede la compagna involarsi a sinistra. La Liguria commette l’errore di lasciare la Bagnasco scoperta e lei la punisce, gonfiando la rete per il 3-1 finale.

Al triplice fischio esplode la festa del Piemonte VdA. Un’abbraccio di gruppo, le urla e i cori fanno da cornice a una giornata indimenticabile per il gruppo di Gianluca Riccardi. La coppa consegnata a capitan Aloi è la soddisfazione più grande per queste ragazze, strepitose dal primo all’ultimo minuto. Senza mollare mai, hanno inseguito il loro sogno con una grinta sovraumana. Il Piemonte si tinge di rosa e si coccola questa Rappresentativa,  strepitosa e semplicemente imbattibile.

LIGURIA-PIEMONTE VDA 1-3
RETI (1-0, 1-3): 16′ Basso (L), 44′ rig. Mellano (P), 12′ st Aloi (P), 29′ st Bagnasco (P).
LIGURIA (4-2-3-1): Parodi; Giuliana (24′ st Del Verme), Ymeri, Ferrea, Isoleri; Luccisano (16′ st Giusto) , Moscamora; Vecciu (1′ st Rizzo), Brucci (1′ st Barbieri), Poletto; Basso. A disp: Bernat, Famá, Seravalli, Rizzuto, Solari. All. Maggi.
PIEMONTE VDA (4-2-3-1): De Filippo; Frasson, Sala, Sorleto, Ottone (29′ Faudella); Ponzio (5′ st Colombero), Zecchino; Mellano (29′ st Gennari), Aloi, Bagnasco; Accoliti (22′ st Papagna). A disp: Oberoffer, Serale, Ghibaudo, Beccaria, Bigi. All. Riccardi.
AMMONITI: 39′ Vecciu (L).