Rappresentativa Under 19
Massimo Frattolillo e il suo fantastico gruppo della Rappresentativa Under 19 (foto Dario Calemme)

Forse era destino, ma l’impressione è che l’avventura della Rappresentativa Under 19 al Torneo delle Regioni sia finita troppo presto. La tanto discussa eliminazione tramite sorteggio ha lasciato quel senso di amarezza e delusione nella testa e nel cuore di tutti quelli che hanno visto nascere lo splendido gruppo di Massimo Frattolillo, un gruppo che aveva indubbiamente le qualità per andare ben oltre il girone. È stata un’estrazione beffarda che però non cancella tutto quello che la nostra selezione ha dimostrato in questo Torneo, seppur nel breve tempo di tre partite. Anche per questo, il selezionatore piemontese ha voluto ringraziare in particolar modo la sua squadra: “È stata una bella avventura, volevo ringraziare chi mi ha dato la possibilità di poterla fare. Ringrazio tutti e venti i ragazzi perché sono stati esemplari non solo in campo, lasciandomi qualcosa che mi porterò per sempre. Le mie scelte sarebbero le stesse se dovessi rifarle: usciamo a testa altissima anche se alla fine torniamo a casa troppo presto. L’ultimo pensiero va ai miei ragazzi, che meritano tanto”.

Un’idea di gioco – aspetto mica banale – ben messa in pratica da giocatori dai valori tecnici importanti; lo spirito di sacrificio e quella determinazione che hanno consentito di lottare per un gol fino all’ultimo secondo, come solo un vero gruppo sa fare. Lo si è visto soprattutto nell’ultima partita con il Lazio: 25′ dominati e legittimati dal gol di Soplantai, con altre importanti occasioni come quelle di Ottina, Giraudo e Scotto. Poi il pareggio-beffa e quel rigore nella parte finale di partita che avrebbe tagliato le gambe a chiunque. A chiunque, ma non al gruppo di Frattolillo, non a Bonura che al 6′ di recupero con un missile terra-aria ha fatto impazzire il tifo piemontese regalando il 2-2 della speranza. Solo una maledetta urna si è frapposta fra la Rappresentativa Under 19 e il passaggio del turno: fuori da imbattuti, fuori a testa alta.

Rappresentativa Under 19 – Le pagelle del Torneo delle Regioni
Gianpiero Cecconello 7 Chiude il Torneo con due gol presi su cui però non avrebbe potuto fare nulla. Da apprezzare la grande parata contro il Lazio sull’1-0.
Andrea Benincaso 6.5 In campo nelle prime due partite, sia da subentrato che da titolare ha saputo dare il suo contributo. Fisicità e buone giocate.
Antonio Bonura 8 Tre reti in tre partite, tutte di pregevole fattura. Ha saputo essere decisivo quando è stato il momento di farlo, trascinando la squadra con le sue giocate e i suoi gol: Torneo da protagonista.
Federico Chiappino 6.5 Utilizzato sempre nella parte finale delle partite, ha dato una mano sfruttando la sua freschezza e le sue qualità. Vicino al gol nella gara d’esordio.
Mamadou Dieye 7 Una vera e propria diga in mezzo al campo, chiamato in causa a partita in corso ha sempre offerto grandi prestazioni. Superlativa la partita contro l’Emilia Romagna.
Riccardo D’Ippolito 6.5 Un Torneo in crescendo, si è saputo adattare alle richieste di Frattolillo giocando con buoni risultati nel ruolo di mezz’ala. Ottimo il primo tempo con il Lazio.
Salah El Berd 7 Ha dimostrato di essere fondamentale per gli equilibri di questa squadra, che è andata in difficoltà in sua assenza. Rimane il rammarico per la squalifica che gli ha fatto saltare la seconda giornata.
Giacomo Galvagno 8 Se El Berd si è dimostrato fondamentale in mediana, lui lo ha fatto in attacco. Non avrà segnato, ma è stato prezioso nel permettere agli altri di farlo. Sportellate da vero guerriero.
Patrick Gatti 6.5 Il vero e proprio uomo spogliatoio, fondamentale nel fare gruppo. Ha chiuso il Torneo con una buona prestazione contro il Lazio.
Matteo Gerardi 7 Sacrificato contro l’Emilia, si è preso la scena nell’ultima partita. Il suo ingresso in campo ha fatto letteralmente impazzire la difesa del Lazio.
Samuele Giraudo 7 Fascia al braccio, capitano per carisma e qualità tecniche. In gol all’esordio, ha provato a ripetersi anche nelle sfide successive con i suoi insidiosi calci piazzati.
Gioele Zeggio 7 Numero 12 sulle spalle ma è un titolare anche lui. In campo contro l’Emilia, è stato bravissimo nel finale a disinnescare grossi pericoli difendendo il pareggio.
Francesco Lupo 7 È stato la grande sorpresa e ha dato il meglio di sé quando è partito dal primo minuto contro l’Emilia. Ottima la fase offensiva.
Riccardo Nicoletta 6.5 Chiamato in causa nell’ultima partita, ha fatto bene con Scotto al suo fianco. Sicuro nelle giocate, ha concesso poco soprattutto nel primo tempo.
Alessandro Ottina 6.5 Tre su tre da titolare, ha patito gli inizi di gara ma si è ripreso bene. Buon primo tempo contro il Lazio, tanta spinta e un bel tiro dalla distanza finito fuori di poco.
Fabio Paris 6.5 Sceso in campo nella gara d’esordio, ha offerto una prestazione positiva. La partita contro la Campania rimane l’unica senza gol subiti.
Matteo Rabuffi 6.5 Buona la prova nella seconda giornata, si è comportato bene provando anche a uscire palla al piede. Nell’ultima partita, dentro nel finale per sfruttare i suoi centimetri.
Marco Salerno 6 Ha trovato meno spazio rispetto ad altri suoi compagni ma ogni volta che è sceso in campo ha fatto il massimo. È un 2001, potrà sicuramente rifarsi.
Samuele Scotto 7.5 L’unico ad avere giocato tutti i 270′. Il pilastro difensivo della Rappresentativa, ha offerto prestazioni di spessore. E non sarà certo un fallo da rigore a macchiare un Torneo pazzesco.
Valentino Soplantai 7 Dalla prestazione strepitosa all’esordio fino al gol contro il Lazio, certezza sulla fascia destra. Il più giovane del gruppo, ha giocato con esperienza.
All. Massimo Frattolillo 7 Per quanto visto in campo, ha fatto le scelte giuste, dal primo al ventesimo giocatore. Consapevole del valore dei propri ragazzi, avrebbe meritato di andare ben oltre il girone.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Al servizio dei giovani e dello sport dal 1957, è il nostro motto. Abbiamo l’ambizione di formare e informare, intanto contribuendo a migliorare la cultura sportiva. Abbiamo introdotto alcune importanti novità sull’edizione multimediale: le interviste a fine gare dei protagonisti le potete ascoltare integralmente attraverso i file originali, lo stesso dicasi per le reti da palla inattiva o le fotogallery. Vogliamo proporre il calcio sotto una nuova forma, attraverso il filtro dei numeri, delle statistiche e allora ecco un’ampia sezione dedicata alle prove individuali. Focus portieri con le classifiche dei meno battuti, spazio ai bomber e al minutaggio / gol. Infine, per difensori e centrocampisti, tutte le medie voto compilate seguendo le indicazioni degli addetti ai lavori e dei nostri inviati.