14 Maggio 2021

Cbs Asti under 19: Tine manda in paradiso i rossoneri, primi da soli nel girone E

Le più lette

Acqui-Asti Eccellenza: Martello-Masoello, i galletti volano in testa da soli

Ora sì che si alza la cresta. L'Asti espugna l'Ottolenghi di Acqui Terme e si porta in testa alla...

Eccellenza B, Corneliano Roero e Chisola insidiano le astigiane per la D

È finito il tempo delle outsider. Dopo 5 giornate di Eccellenza, è rimasto ancora il quartetto che si giocherà...

Empoli-Atalanta Primavera 1: Rosa prima e Sidibe poi vestono la Dea per il gran galà dei playoff

Quasi all’inglese i nerazzurri sono passati nel fortino della temibile formazione empolese con una rete nel primo tempo di...

I riflettori del girone E erano puntati su di loro, e le attese sono state ripagate. La Cbs si aggiudica il big match contro l’Asti vincendo per 2-0 grazie ad una prestazione convincente e alle scelte decisive del suo allenatore. Per l’Asti un passo indietro sia in termini di risultato che di prestazione.

Entrambe a punteggio pieno dopo le prime due giornate, i primi venti minuti della gara sono a tinte rossonere. Dopo un minuto, la Cbs trova subito il gol con Frattoloni, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. I padroni di casa – oggi con l’inedito e camaleontico 3-4-2-1 – sono bravi ad aggredire i galletti e a sorprenderli sulle fasce con Frattoloni e Gallazzi, due trattori instancabili. La prima occasione per l’Asti arriva intorno al decimo minuto: su una punizione dalla destra di Tenuzzo, Recchiuto si coordina al volo e calcia di destro: il suo tiro sembra terminare all’incrocio dei pali, ma De Marco con un colpo di reni la mette in calcio d’angolo. Pochi minuti dopo, al 15′, la Cbs sfiora il vantaggio: Tursi si invola sulla fascia sinistra e mette in mezzo per Zilli: il 9 calcia a botta sicura, ma il suo tiro viene respinto da Passera; il pallone ritorna di nuovo sui piedi di Zilli, ma la conclusione questa volta termina sul fondo alla sinistra del portiere.

Sono le prove generali del gol. Questa volta la Cbs corre sulla fascia destra: Gallazzi sorprende Principalli e si ritrova solo davanti a Rissone, il 7 rossonero è altruista e mette in mezzo per Cacaci che a porta libera deve solo appoggiare in rete. I lanci lunghi dei padroni di casa sorprendono continuamente la difesa dell’Asti, la quale resta molto alta per larghi tratti del match.

La risposta dei galletti arriva al 21′. Il cross di Satta dalla destra è pericolo ed insidioso, ma nessuno riesce a trovare la deviazione decisiva per l’1-1. Al 24′ è di nuovo Recchiuto a rendersi pericolo sull’ennesimo calcio piazzato di Tenuzzo, ma il suo tiro viene respinto sulla linea di porta dalla difesa rossonera. Due minuti più tardi il 10 dell’Asti si mette in proprio, ma la sua punizione dal limite colpisce l’incrocio dei pali. L’Asti dopo venti minuti in balia dell’avversario, inizia a prendere lentamente il dominio del campo, anche se le occasioni arrivano sempre sugli sviluppi di palla inattiva.

Che i tre punti in palio valgono molto, nonostante siamo solamente all’inizio del campionato, lo si capisce dalle numerose proteste e dalle interruzioni del direttore di gara per i numerosi falli di gioco. Il primo tempo si conclude coi rossoneri avanti per 1-0.

Shock in avvio di ripresa per la Cbs: dopo 5′ Cuzzi viene espulso per doppia ammonizione. Sembra l’episodio in grado di cambiare le sorti del match, ma la prima occasione del secondo tempo è dei rossoneri e si registra intorno al 20′. Tine, entrato al posto di Nazeraj da pochi secondi, imbecca Zilli che però non è freddo e calcio addosso a Rissone. Sulla ribattuta Scrofani, entrato al 13′ per Caucino, è il più veloce a recuperare la sfera, ma il suo tiro termina alto. Al 25′ sono di nuovo i padroni di casa a rendersi pericolosi: il tiro cross di Scrofani è insidioso, ma Tine non è agile nell’indirizzarlo in porta.

Al 30′ si fa vivo l’Asti. Bergadani crossa dalla destra, Ferrando nel respingere il pallone colpisce male e rischia di spedire il pallone nella propria porta. L’episodio dà un po’ di coraggio ai ragazzi di Camisola, che al 32′ si fanno vivi nuovamente con Bergadani, ma il suo tiro è centrale e non impensierisce De Marco.

Lo stesso De Marco è bravo a far ripartire velocemente l’azione e, pochi passaggi dopo, la Cbs si ritrova in area di rigore avversaria. Tine, solo contro tre uomini, lotta sul pallone prima, resiste alla carica di due avversari dopo, e scartando Rissone è bravo ad insaccare il pallone in rete. Al 33′ la Cbs raddoppia. Un gol che fa esplodere la panchina di gioia, e che taglia letteralmente le gambe ai galletti.

E’ l’ultima emozione di un match bello e combattuto. La Cbs viene premiata per i cambi coraggiosi di Renzi che, nonostante l’inferiorità numerica, ha inserito Tine e ha preferito un atteggiamento offensivo. Lo ha fatto in un momento delicato del match, specie dopo aver chiuso il primo tempo in affanno, dopo la splendida partenza dei primi venti minuti. I rossoneri adesso si trovano primi da soli a punteggio pieno e nella prossima gara faranno visita al Nichelino Hesperia per continuare a sognare. Per l’Asti resta il rammarico di non aver trovato il gol nella seconda metà del primo tempo, quando sembrava avere il controllo del match. Galletti rimandati, ma non bocciati.

Mirko Tenuzzo, fantasista dell’Asti

CBS-ASTI 2-0
RETI: 16′ Cacaci (C), 33′ st Tine (C).
CBS (3-4-2-1): De Marco 6.5, Cuzzi 5.5, Principalli 6.5, Frattoloni 6, Ferrando 6.5, Ferraro 6.5, Gallazzi 6.5, Cacaci 7 (13′ st Scrofani 6.5), Zilli 6 (24′ st Ponziano 6), Tursi 7 (43′ st Trinx sv), Nazeraj 6 (19′ st Tine 7.5). A disp. Coscarelli, Marino, Marfè, Torrero, Achino. All. Renzi 7.
ASTI (4-3-3): Rissone 5.5, Macaione A. 5.5 (12′ st Gritti 5.5), Papa 5.5, Satta 6 (19′ st Raverta 5.5), Passera 5.5 (28′ st Gamba 6), Chaabani 5.5, Dushku 6, Recchiuto 6, Mamino 5.5 (40′ st Tosato sv), Tenuzzo 6.5 (37′ st Dubois sv), Bergadani 6. A disp. Iunissi, Valenzano, Montrucchio, Catarisano. All. Camisola 6.
ARBITRO: Sandron di Nichelino 5.5: Non una grande prestazione. Interrompe molte volte il gioco, quando poteva far proseguire per il vantaggio.
AMMONITI: 25′ Cuzzi (C), 29′ Dushku (A), 33′ Zilli[03] (C), 41′ st Gritti (A), 41′ st Papa (A).
ESPULSI: 5′ st Cuzzi (C).

LE PAGELLE DEL MATCH

CBS

De Marco 6.5 La parata nel primo tempo su Recchiuto è tanta roba. Dà sicurezza ai suoi con altri interventi.
Cuzzi 5.5 L’espulsione condiziona il giudizio della sua partita, che non è sufficiente. Nel primo tempo gestisce bene Bergadani, ma il doppio giallo rischia di compromettere il lavoro dei suoi compagni.
Principalli 6.5 Nel primo tempo è sempre presente in fase offensiva. Nel secondo accusa un po’ la stanchezza, ma è letteralmente un treno.
Frattoloni 6 Contiene molto bene Mamino.
Ferrando 6.5 Roccioso, ma dal piede educato. I suoi compagni si affidano spesso al suo lancio lungo, molte volte anche preciso.
Ferraro 6.5 Tecnica e precisione. In mezzo al campo è il faro della Cbs.
Gallazzi 6.5 Instancabile sulla fascia destra. Partita impreziosita dall’assist per Cacaci.
Cacaci 7 Non sbaglia una giocata. Elegante e imprevedibile, la sua è una prestazione sontuosa.
13′ st Scrofani 6.5 Entra molto bene nel match. Pericoloso in più occasioni, si è fatto trovare pronto al momento del suo ingresso in campo.
Zilli 6 Poco lucido sotto porta. Lotta e corre per i suoi compagni: prestazione sicuramente sufficiente.
24′ st Ponziano 6 Lotta come il collega. Guadagna qualche fallo che permette ai ragazzi di Renzi di respirare.
Tursi 7 Diesel. Nel primo tocca pochi palloni, ma nel secondo tempo illumina il Cavoretto di corso Sicilia. I palloni a lui consegnati sono letteralmente messi in cassaforte.
43′ st Trinx sv
Nazeraj 6 A centrocampo non si vede, ma si sente. Corre molto e recupera palloni.
19′ st Tine 7.5 Entra e cambia il match con la sua potenza fisica. Gol decisivo e un sorriso contagioso.

ASTI

Rissone 5.5 Poco sicuro in alcuni episodi, è incolpevole sui due gol.
Macaione A. 5.5 Si è visto poco in fase offensiva, mentre in difesa soffre gli esterni rossoneri.
12′ st Gritti 5.5 Non incide nella gara; viene ammonito nel finale.
Papa 5.5 Anche lui va in sofferenza con gli esterni della Cbs. Poco presente in fase offensiva.
Satta 6 Recupera palloni con malizia ed esperienza nonostante l’età.
19′ st Raverta 5.5 Entra nei minuti finali, ma non riesce a rendersi pericoloso.
Passera 5.5 L’assenza di punti di riferimento della Cbs lo mette in difficoltà.
28′ st Gamba 6 Non entra male, ma gli ultimi 10 minuti sono anonimi per i galletti.
Chaabani 5.5 Si fa sorprendere sul gol dell’1-0. L’assenza di prime punte non agevola la situazione.
Dushku 6 Tuttocampista. Ala, centrocampista o terzino. Si mette a disposizione della squadra.
Recchiuto 6 Lotta da vero capitano. Si rende più volte pericoloso, ma De Marco e la difesa gli hanno detto di no.
Mamino 5.5 Lotta ma non riesce ad incidere. Viene ben marcato da Ferraro e Ferrando.
40′ st Tosato sv
Tenuzzo 6.5 Calcia come pochi. Da ogni calcio piazzato può nascere un pericolo per gli avversari. Ottima visione e tecnica. Peccato non aver digerito la decisione del mister di cambiarlo, visto che i suoi compagni stavano perdendo 2-0.
37′ st Dubois sv
Bergadani 6 Sempre pericoloso, ma poco preciso. E’ una spina nel fianco per la difesa della Cbs, ma fino ad un certo punto.

LE PAROLE DEGLI ALLENATORI 

Renzi Miles (Cbs): «I primi venti minuti siamo stati troppo belli. Poi abbiamo avvertito la tensione. Forse nel primo tempo potevamo fare più gol. Penso che la mossa di giocare con le due punte, nonostante l’inferiorità numerica, abbia pagato. Siamo riusciti a fare il 2-0 e a chiuderla. Sono soddisfatto. Noi i favoriti? Troppe incognite in questo girone. Impossibile fare pronostici».

Camisola Francesco (Asti): «Esco convinto del nostro potenziale. I ragazzi hanno sentito la partita, sapevamo che per noi era importante. Ma non posso recriminare nulla. Abbiamo fatto una buona partita».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli