12 Agosto 2020 - 14:29:23

Giovanissimi Regionali, pre partita Suno-Chieri

Le più lette

Regionali Piemonte, ecco i gironi: si parte sabato 3 ottobre

Dopo le date arrivano anche i gironi dei campionati regionali. La partenza è fissata per sabato 3 ottobre: qui...

Novità dall’ultimo DPCM: Via libera agli allenamenti e competizioni a porte aperte per i dilettanti dall’1 settembre

La comunicazione più attesa alla fine è arrivata, in attesa di capire se tra le righe ci sono delle...

Svelati i gironi di Prima Categoria, ecco le neopromosse e le ripescate

A pochi giorni dalla formulazione dei gironi di Eccellenza e Promozione, ecco svelati i sette gironi di prima categoria...

Scontro diretto che sa di sentenza anticipata nei Giovanissimi Regionali Girone A. Il Suno capolista ospita l’unica concorrente per la vittoria del girone: il Chieri. Una partita che se non dice la parola fine sul girone, poco ci manca. All’andata la banda di Giambattista Amorosi espugnò Chieri grazie alle reti di Petrulli e Notareschi. L’inseguimento ha visto alti e bassi per entrambe le compagini che ora distano a soli due punti.

QUI SUNO: Tutti presenti (nonostante la rosa non sia chilometrica). I padroni di casa perdono l’effetto trasferta mattiniera posticipando l’incontro  dalle 10.30 alle 12.00, ma si è voluto evitare che il gelo o il freddo contribuisse a sospendere il big-match. I nerazzurri non steccano da 6 giornate (ultimo stop l’1-1 col San Giacomo) e gran parte del merito è del trio convocato in Rapp Annibale-Modesti-Cannataro. Dalla sfida col Gozzano in avanti infatti, i primi due han messo a segno 7 reti ciascuno, mentre il centrocampista 4. Tutti gli indizi portano a pensare ad una conferma del 4-3-3. Occhi puntati sui cambi spacca partita.

QUI CHIERI: «Ora ci giochiamo tutto a Suno». Con queste parole Pecorari tuonava negli spogliatoi dopo il pareggio casalingo con l’SG Derthona. Di fatto è così perché una sconfitta vorrebbe dire 5 punti di distanza e una batosta psicologica. Di contro la vittoria porterebbe i collinari avanti di un punto e la certezza che questa rosa lunga e di qualità può e deve arrivare fino in fondo senza più passi falsi. Rosa lunga e di qualità, tanto da permettersi di non convocare Simone Cannizzo. Davanti rispetto all’andata Pecorari può contare su un Esposito e un Licciardino in più (provenienti niente meno che da Pro Vercelli e Toro). Probabile il 4-3-3 speculare anche per i biancazzurri.

LUNEDI’ NON PERDERTI IL SERVIZIO COMPLETO SULLA PARTITA CON FOTO, CRONACA, PAGELLE, INTERVISTE E MOLTO ALTRO.

SCOPRI TUTTI GLI ABBONAMENTI MULTIMEDIALI DI SPRINT E SPORT

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli