martedì 2 Giugno 2020 - 11:09:42

Borgaro – Ivrea Calcio Under 14: Sbarra ostacola il primato gialloblù

Le più lette

Uesse Sarnico, ecco il nuovo direttore sportivo: dalla Grumellese arriva Olisse Viscardi

Olisse Viscardi è il nuovo direttore sportivo dell'Uesse Sarnico: arriva dall'Atletico Chiuduno Grumellese e si occuperà della prima squadra....

Tritium Under 16: intervista a Mattia Lepore, centravanti bomber e trascinatore dei biancocelesti

Sbarchiamo in casa Tritium per mettere sotto la nostra lente d'ingrandimento Mattia Lepore, giovane centravanti bomber della Tritium Under...

Allenatori Settimo 2020/2021: Conferme Salvatore-Under 19 e Borgese-Under 17

Il Settimo dà continuità ai suoi progetti in ogni categoria, dal settore giovanile alla Scuola Calcio sono stati ufficializzati...

Come vuole la tradizione, la regina del carnevale, in Piemonte, è Ivrea. Come nella festa, così sul campo sono gli orange a sorridere: l’1-1 strappato dall’Ivrea a Borgaro, infatti, profuma quasi di vittoria. Il punto guadagnato dagli eporediesi sul campo della capolista è una mezza impresa: giunti decimati (13), i ragazzi di Angeli, trascinati dall’ispirato tridente Adragna-Pesando-Sbarra e da un sorprendente Perotti in versione terzino, hanno sfruttato al meglio le proprie carte. Il match è stato interpretato in maniera perfetta dagli ospiti, caparbi, con Sbarra, a sbloccare la gara alla prima occasione utile grazie alla tecnica e alla velocità del proprio organico, indirizzando così fin da subito la gara sui propri binari. Ridestatisi da un primo tempo sottotono, i padroni di casa hanno svoltato nella ripresa, pareggiando prima e sfiorando a più riprese, per un soffio, il gol del tanto agognato sorpasso: i legni (anche per l’Ivrea) e la poca incisività negli ultimi metri, tuttavia, hanno inchiodato sul pari i ragazzi di Gentile. I primi a ingranare, ciononostante, sono proprio i gialloblù, che all’8’ sfiorano il vantaggio con Pugno: il bomber riceve palla vicino alla lunetta, s’infila tra i due centrali, si sposta sul destro e si avvita alla perfezione scagliando una saetta che si infrange sul palo. Il vento sembra spirare dalla parte del Borgaro, ma al 20’ gli ospiti salgono in cattedra. L’azione è uno spaccato della filosofia orange: palla recuperata a metà campo, azione a due tocchi per vie centrali, scambi veloci lungo l’asse Adragna-Pesando-Sbarra e sfera spedita in rete dall’ultimo anello della catena, bravo a smarcarsi in area e lucido a beffare Reale in diagonale. 1’ dopo Sbarra potrebbe servire il bis approfittando dell’errore in disimpegno di Perinetti, ma Reale ci mette una pezza uscendo coi tempi giusti. Al 30’, sponda Borgaro, prova a rispondere Ferrante chiudendo il triangolo di Pizzicoli e Bofalo, trovando però l’attenta risposta di Furlani, vigile sul suo palo. La ripresa gialloblù è di tutt’altro piglio: lo spostamento di Cirulli al centro del tridente sembra dare uno sprint in più alla manovra. Sono i calci piazzati, però, ad essere la chiave della svolta: al 7’ Cacucciolo pesca in area dalla trequarti capitan Mancino, che conclude in girata trovando la risposta incerta di Furlani, bucato sotto il fianco. L’inerzia, ora, è tutta dalla parte dei padroni di casa. Pugno, Cirulli e Ferrante macinano palle gol: tiri a profusione dal limite dell’area o murati da Furlani (da applausi quella al 17’ sulla conclusione a fil di palo di Ferrante) o di poco alti sopra la traversa, ma a mancare è il guizzo decisivo in area. Un lampo dell’Ivrea, al 21’, sembra capovolgere nuovamente le sorti, ma il legno, questa volta, condanna Cotto, sfortunato, su calcio da fermo, a centrare la traversa dal limite esterno dell’area. Pugno, ingenuo a regalare l’occasione precedente, prova a rimediare, ma davanti alla porta non trasforma a dovere l’invito di Cirulli dopo una bella iniziativa sulla destra. Nel finale cala il ritmo, ma non la tensione: a Burruano, entrato a 5’ dalla fine, bastano 2’ per beccarsi due gialli e ad andare in anticipo sotto la doccia. Una beffa che rispecchia l’amarezza dei gialloblù, condannati all’1-1 per aver staccato, solo per un attimo, la spina: per poter insidiare il primato del Lascaris, da qui in avanti sarà un lusso che il Borgaro non si potrà più permettere.

IL TABELLINO DI BORGARO IVREA CALCIO UNDER 14

BORGARO-IVREA CALCIO 1-1
RETI (0-1, 1-1): 20′ Sbarra (I), 7′ st Mancino (B).
BORGARO (4-3-3): Reale 6.5, Perinetti 6, Cacucciolo 6.5, Pizzicoli 7, Massafra 6.5, Mancino 6.5, Ferrante 6.5, Bofalo 6.5 (28′ st Burruano 5), Cirulli 7, Pugno 7, Di Girolamo 6.5. A disp. Sartore Paolo, Amendola, Boggione, Greco, Delli Carri, Rosato. All. Gentile 6.5. Dir. Ferrante.
IVREA CALCIO (4-3-3): Furlani 7, Melis 6.5, Frasca 7, Osmani 6.5, Caserio 6.5, Condello Matteo 6.5, Perotti Gamacchio 7, Cotto 7, Adragna 7.5, Pesando 7, Sbarra 7.5. A disp. Mordenti, Stievano. All. Angeli 7. Dir. Gavoto.
ARBITRO: Bonomo di Torino 6.5. Non ha particolari gatte da pelare, non stecca quando è chiamato a prendere scelte spinose.
AMMONITI: 32′ Ferrante (B), 6′ st Pesando (I), 21′ st Pugno (B), 29′ st Burruano (B), 29′ st Burruano (B).
ESPULSI: 29′ st Burruano (B).

LE PAGELLE DI BORGARO IVREA CALCIO UNDER 14

BORGARO 4-3-3
All. Gentile 6.5 La mossa Cirulli si rivela azzeccata, ma non basta: chance mancata.
Reale 6.5 Quasi mai chiamato in causa, incolpevole sul gol.
Perinetti 6 Errore blu subito dopo l’1-0: poteva costare caro.
Cacucciolo 6.5 Sostituisce bene Alfinito, suo l’assist dell’1-1.
Pizzicoli 7 Cervello del centrocampo, direttore d’orchestra.
Massafra 6.5 Roccioso, non si fa sopraffare dalla rapidità del tridente eporediese.
Mancino 6.5 Prima rischia la frittata, poi agguanta il pareggio: personalità da capitano.
Ferrante 6.5 Temibile nello stretto, insidioso se ha campo: spina nel fianco.
Bofalo 6.5 Bene tra le linee, perno fondamentale per le azioni sviluppate sull’esterno. 28′ st Burruano 5 Due palle toccate e due falli da ammonizione: deconcentrato.
Cirulli 7 Nasce difensore, ma davanti si muove da centravanti di mestiere. Impeccabile senza palla, spesso pericoloso dalla distanza.
Pugno 6.5 Cliente ostico per qualunque difensore: quando ha spazio è incontenibile.
Di Girolamo 6.5 Coriaceo, fa legna lottando su ogni pallone.
Dirigente: Ferrante.

IVREA CALCIO 4-3-3
All. Angeli 7 Missione compiuta: squadra organizzata e conscia dei propri mezzi.
Furlani 6.5 Imperfetto sul gol, si riscatta con un paio di interventi degni di nota.
Melis 6.5 Centrale inossidabile, non si fa saltare.
Frasca 7 Legge bene le palle alte e attacca lo spazio senza sbilanciare la squadra.
Osmani 6.5 Marca uno dei bomber più temibili della categoria, ma non si fa intimorire.
Caserio 6.5 Resiste alla pressione e smista con criterio.
Condello Matteo 6.5 Prezioso in ripiegamento, velocità d’esecuzione nell’innescare i contropiedi.
Perotti Gamacchio 7 Non sfigura affatto da terzino: grande corsa e senso dell’anticipo.
Cotto 7 Apporto fondamentale in mediana, tanto in interdizione quanto in impostazione
Adragna 7.5 Ispirato, non crolla mai: rubargli la sfera è un’impresa davvero ardua.
Pesando 7 Si sacrifica in fase difensiva ed è sempre pericoloso in avanti: tuttofare imprescindibile.
Sbarra 7.5 Ha il diavolo in corpo, si fa in quattro in pressione e punge al momento giusto.
Dirigente: Gavoto.

LE INTERVISTE DI BORGARO IVREA CALCIO UNDER 14

CLICCA QUI PER ASCOLTARE LE PAROLE DI MARIO GENTILE (BORGARO)

CLICCA QUI PER ASCOLTARE LE PAROLE DI ANDREA ANGELI (IVREA CALCIO)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

Privacy Policy Cookie Policy