Il Chieri vince contro il Canelli e ora può pensare alle fasi finali. Anche senza matematica i ragazzi di Bellotto, ormai, hanno un vantaggio tale che pensare a una rimonta del Città di Cossato sembra impossibile. Con il Canelli di Sorrentino i collinari hanno avuto vita sin troppo facile dal primo minuto, non a caso il primo tempo è finito 8 a 0 per i padroni di casa. I ragazzi di Bellotto, però, hanno dimostrato di aver ritrovato la giusta forma, riuscendo a giocare tutta la partita a ritmi intensissimi e la prima conseguenza è stata lo spettacolo che ne è scaturito. I celesti, infatti, hanno girato palla con una qualità veramente impressionante ed è lodevole l’alta attenzione che sono riuciti a mantenere per tutto l’arco della partita. Bellissimo, tra l’altro, il gol di Vergnano che di destro a giro ha superato Mamadou, lui che è mancino e, a detta di Bellotto (scherzosamente, ndr) non aveva mai segnato con il piede debole. Bellissima anche la terza rete di Re, che arriva dopo una discesa travolgente di Albri per le vie centrali. Un minuto dopo avviene l’episodio che lascia un po’ tutti di stucco. Desopo, nei pressi della propria area, commette fallo su Laiolo che proteggeva palla e il direttore di gara estrae il secondo giallo (già il primo è stato parecchio discutibile) lasciando il Chieri in 10 in una partita estremamente corretta e sul risultato di 7 a 0. I collinari riescono comunque a tenere il campo e la solfa non cambia, anche quando Re si posiziona provvisoriamente come terzino destro (non sorprende neanche troppo, stiamo parlando di un ragazzo dotato di una spirito di sacrificio e di un’intelligenza tattica tali da poter fare bene ovunque). All’intervallo la girandola di cambi voluta da Bellotto cambia poco, mentre il Canelli riesce a tenere meglio il campo e a rischiare decisamente molto bene. I ragazzi di Sorrentino, che non erano sicuramente chiamati a fare punti contro il Chieri, la prossima settimana se la vedranno con il San Giacomo per provare ad allungare sull’Orizzonti.

Chieri 10
Canelli 0
RETI: 6′, 7’, 32’ Re (Ch), 12′ Vergnano (Ch), 13’, 24’ Udrea (Ch), 19′ D’Avolio (Ch), 35′ Anelli (Ch), 25′ st Manzari (Ch), 37′ st Mellace (Ch).
ESPULSO: 33′ Desopo (Ch).
ARBITRO: Manto di Nichelino  5.5 Espulsione incomprensibile.

CHIERI 4-3-3
All. Bellotto 7 Manovra splendida, squadra con mentalità.
D’Angela 6 Quasi inoperoso.
Di Sparti 7 A destra o a sinistra non c’è differenza.
Desopo 6.5 Vittima.
Giachino 7 Un muro. 8′ st Magrì 6.5 Amministra bene.
Arcudi 8 Dirige una bellissima sinfonia. 6′ st Barbero 6.5 Continua a dettare bene.
Albri 7 Ottimo in chiusura. 1′ st Eusebio 6.5 Buon secondo tempo.
Vergnano 7 Che gol stupendo.1′ st Manzari 7 Premiato dalla rete.
Anelli 7.5 Macina chilometri.
Re 8 The king, implacabile. 1′ st Mellace 7 Anche lui in gol.
D’Avolio 7 Solita qualità. 1′ st Mascarello 6.5 Positivo.
Udrea 7.5 Inserimenti perfetti. 1′ st Castagna 7 Voglioso.
Dir: D’Angela – Mellace.

CANELLI 4-4-2
All. Sorrentino 6 Le idee ci sono. Partita proibitiva.
Dieng 6 Prende il prendibile.
Palmisani 6.5 Ottimo lavoro.
Caldara 6.5 Arrivare da un infortunio come il suo non è facile, prestaizone incoraggiante. 16′ st Merlo 6 Entra con la giusta mentalità.
Preka 5.5 In mezzo passa troppo facilmente il Chieri.
Brunettini 6 Non si può chiedere di più
Petrelli 6 Qualche buona lettura.
Laiolo 5.5 Serve più coraggio.
Ciriotti 5.5 Pochi palloni giocati.
Rossi 5.5 Poteva creare più problemi alla retroguardia collinare. 20′ st Baldassin sv
Rizzolio 5.5 E’ il giocatore più dotato tecnicamente, ma è sempre troppo lento a scaricare la palla.
Lagrasta 5.5 Punta troppe poche volte l’avversario. 28′ st Fazio sv

 

LE PAROLE A FINE GARA: BELLOTTO (CHIERI)

LE PAROLE A FINE GARA: SORRENTINO (CANELLI)