10 Agosto 2020 - 21:33:49

Crescentinese – Città di Cossato Under 14: Besko alza le mura e mantiene lo 0-0

Le più lette

Villa Valle, aspettative alte e la giusta esperienza: con Bolis idee chiare e squadra tecnica

È nella splendida cornice dell’hotel ristorante Settecento a Presezzo che nella serata di mercoledì 5 agosto si è tenuta...

Denuncia una società: «I dati dei giocatori potrebbero finire anche in Qatar, Mossino questo lo sa?». Intanto in Lombardia spunta tra i soci un...

Continua ad agitare le acque la decisione dei comitati regionali, Piemonte e Lombardia, di affidarsi ad una società esterna,...

Legnano Serie D, ecco il botto finale e che botto: in lilla arriva Francesco Luoni

Che Edoardo Brusa potesse non essere l'ultimo acquisto del Legnano si poteva facilmente intuire, ma il colpo messo a...

Partita sentitissima sia sugli spalti, a suon di tamburi, cori di incitamento e sfottò agli avversari, sia in campo. Da una parte una Crescentinese che, ancora amareggiata e rabbiosa per la tumultuosa gara d’andata, cerca la rivalsa, dall’altra un Città di Cossato tranquillo e ordinato che non vuole di certo rendere vita facile all’avversario e ci riesce benissimo, costringendo i padroni di casa allo 0-0. Non è ancora stato metabolizzato il ricorso del Cossato che ha ribaltato il risultato della partita d’andata, terminata 1-4 a favore della Crescentinese, assegnando la vittoria a tavolino al gruppo allenato da Marco Fasana. A fine partita il tecnico della Crescentinese, Stefano Cadoni, espulso al 26’ della ripresa, si rifiuta di rilasciare dichiarazioni, forse deluso per il risultato ottenuto dopo una partita agguerrita da parte dei suoi ragazzi. Il leitmotiv della gara è stato uno solo, la Crescentinese attacca senza sosta e il Città di Cossato si difende con le unghie e con i denti. Tuttavia, nonostante la pressione messa in campo dalla squadra di Cadoni fin dai primi minuti, non sono molte le vere occasioni da rete create. Il primo spiraglio dei padroni di casa in camiseta bianca arriva al 12’, una doppia conclusione scalda le mani a Beskorovaynyy che si supera per due volte sulle conclusioni di Ghigliotti prima e Cadoni subito dopo, due parate monstre che meritano gli applausi di tutto il pubblico in tribuna. Una manciata di minuti dopo la Crescentinese viene ancora fuori bene grazie a una bellissima trama tra Cadoni e bomber Lazzaron, bloccati da un miracoloso Besko in opposizione che indossa il mantello e vola a deviare in angolo. Gli ospiti in maglia blu non riescono a uscire dall’impasse, Mazzoni spesso prova a far salire la squadra proteggendo il pallone con il fisico, ma i suoi sono troppo contratti e non riescono mai a uscire dalla propria metà campo. Per il Città di Cossato si prospetta una partita difensiva, con grandi dosi di sacrificio. Alla mezzora è ancora la Crescentinese a farsi pericolosa: Lazzaron svetta di testa e tenta di scavalcare Besko, ma ancora una volta il portiere cossatese fa un passo indietro e con la mano di richiamo schiaffeggia il pallone che sembrava destinato in rete; superlativo, non ci sono altri aggettivi per descrivere il n.1. Gli ospiti continuano a fare filtro e riescono a tenere alla larga gli avversari fino al 70’. La più ghiotta occasione da rete per la Crescentinese arriva a dieci minuti dall’inizio della ripresa grazie alla battuta rapida di un calcio di punizione che coglie di sorpresa la difesa del Città di Cossato, penetrando in area da sinistra. Questa volta a vestire i panni di Iron Man è capitan Biassoli che, a portiere ormai battuto, si supera con un salvataggio sulla linea per bloccare la conclusione di Davin, che aveva incrociato un velenoso pallone sul palo opposto. Negli ultimi minuti i ragazzi di Fasana sono chiamati a sacrificarsi per arginare l’irruenza dei padroni di casa. Il compito riesce perfettamente: il Città di Cossato mantiene alti gli scudi, terminando la gara senza concedere null’altro di eclatante alla fazione opposta.

IL TABELLINO DI CRESCENTINESE CITTA’ DI COSSATO UNDER 14

CRESCENTINESE-CITTÀ DI COSSATO 0-0
CRESCENTINESE (4-3-1-2): Bottan 6, Ceccarello 6.5, Davin 6, Milano 6.5 (21′ st Aissous 6.5), Canales 7, Parasiliti 6.5, Garavaglia 7, Passuello 7.6, Ghigliotti 7 (9′ st Gaye 6), Cadoni, Lazzaron 7. A disp. Condurache, Momo, Ferraris. All. Cadoni. Dir. Rametta – Ghigliotti.
CITTÀ DI COSSATO (4-3-3): Beskorovaynyy 8, Zennaro 7, Rosin 7, Ronzani 6.5 (9′ st Saorin 6.5), Ghedini 7, Biassoli 7.5, Esposito 6.5, Vistali 6 (1′ st Simonetti 6), Mazzoni 6 (20′ st Morelli 6), Librasi 6, Pignataro 6 (31′ Tomasoni 6, 24′ st Puppio 6). A disp. La Barbera, Leucci, Hena. All. Fasana. Dir. Longhini.
ARBITRO: Lingua di Chivasso 6. Asfissiato dalla panchina di casa dal primo minuto, si rivela anche troppo paziente, leggeri dubbi su un contatto da rigore per i padroni di casa, per il resto nessuna sbavatura.

LE PAGELLE DI CRESCENTINESE CITTA’ DI COSSATO UNDER 14

CRESCENTINESE 4-3-1-2
All. Cadoni 5 I suoi propongono buon calcio, ma il suo nervosismo penalizza il gruppo.
Bottan 6 Disoccupato, preciso nelle poche uscite.
Ceccarello 6.5 Molto bene in tutte e due le fasi, quando spinge è insidioso.
Davin 6.5 Dalla sua parte mai un errore, esce ordinato palla al piede.
Milano 6.5 Non fatica mai, poco impensierito dall’avversario. 21’ st Aissous 6.5 Ragiona sempre bene e non sbaglia un colpo, in scioltezza.
Canales 7 Una diga impenetrabile, un vero e proprio baluardo davanti alla difesa.
Parasiliti 6.5 Impenetrabile, non si fa mai beffare, sempre in posizione.
Garavaglia 7 Il capitano svaria sulla trequarti, rifornendo il reparto avanzato come non ci fosse un domani.
Passuello 6.5 Metronomo in mezzo al campo, detta i tempi.
Ghigliotti 7 Qualità e quantità, pericolosissimo in mezzo al campo, vicino al gol in alcune occasioni. 9’ st Gaye 6 Non riesce a incidere come vorrebbe, peccato per il bomber.
Cadoni 7 Una spina nel fianco della difesa, sfiora il gol nel primo tempo.
Lazzaroni 7 È ispirato ma non riesce a concludere a rete, ci va vicinissimo in un’occasione.
DIR: Rametta

La Crescentinese di Stefano Cadoni

CITTA’ DI COSSATO 4-3-3
All. Fasana 7 Un punto sudatissimo, indicazioni centellinate, difensivamente ineccepibile.
Beskorovaynyy 8 Il punto porta la forma dei suoi guantoni: almeno 3 interventi stupendi, superman.
Zennaro 7 Che lavoro straordinario, non può spingere ma in copertura è formidabile.
Rosin 7 Anche lui superbo, dovranno pagargli gli straordinari.
Ronzani 6.5 Non brillantissimo in fase propositiva, ma riesce a cavarsela. 9’ st Saorin 6.5 Tanta corsa.
Ghedini 7 Avrà buttato la maglietta a fine gara, energie inesauribili.
Biassoli 7.5 Gran sacrificio, provvidenziale salvataggio sulla linea.
Esposito 6.5 Ci mette bene il fisico, fa a sportellate con tutti.
Vistali 6 Non riesce a tenere molti palloni. 1’ st Simonetti 6 Aiuta in copertura, può poco.
Mazzoni 6 Prova a far salire la squadra ma è troppo isolato. 20’ st Morelli 6 Mantiene alta la guardia.
Librasi 6 Poco incisivo ma non viene servito a dovere.
Pignataro 6 Non al suo meglio, l’andamento della gara non lo aiuta. 31’ Tomasoni 6 Prova a dare rapidità in mezzo al campo, ci riesce a metà. 24’ st Puppio 6 Prezioso nel ridare un po’ di freschezza ai suoi.
DIR: Longhini

LE INTERVISTE DI CRESCENTINESE CITTA’ DI COSSATO UNDER 14

CLICCA QUI PER ASCOLTARE LE PAROLE DI MARCO FASANA (CITTA’ DI COSSATO)

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli