La Biellese, seconda miglior difesa del campionato dopo il Chieri, ferma sul pari il lanciatissimo Città di Cossato autentica rivelazione della stagione. Malgrado il risultato a reti bianche è stata comunque una gara piacevole, combattuta fino all’ultimo minuto e i ragazzi di Luca Debernardi avrebbero, almeno ai punti, meritato di vincere, ma va anche detto che la Biellese ha fatto la sua onesta partita senza mai andare veramente in affanno, ripartendo, almeno fino alla tre quarti campo, con un buon fraseggio. Ed è lo stesso tecnico ospite a fine gara a fare un’analisi perfetta: «Se costruisci cinque palle gol nel corso della partita e non riesci a buttarne dentro nemmeno una diventa difficile poi vincere». Questo il pensiero di Debernardi a cui fa eco Giuseppe Albertini: «Loro sono una squadra fortissima, sia fisicamente che atleticamente, ma detto questo sono contento della prestazione dei miei giocatori». In effetti le palle gol il Città di Cossato le ha costruite ma vuoi per la scarsa precisione vuoi perché ad un certo punto sembrava che gli attaccanti volessero entrare in porta con la palla, fattostà che alla fine è rimasto solo il rammarico. Solita azione sulle corsie laterali per gli ospiti con Andrea Romeo a sinistra, e Alessandro Mancin dall’altra, capaci di mettere sotto pressione la difesa per settanta minuti. Bene anche Mattia Romeo e Simone Saporito a cui è mancato veramente solo il gol. Sul fronte opposto onesta la prestazione di Micheletti e Grupallo. Quest’ultimo, malgrado il fisico non lo aiuti, gioca con grande sicurezza in un ruolo dove di contro si trova Francesco Ciuccio che oltre al fisico ha qualità e buona visione di gioco. Le più nitide palle gol in chiusura di partita: al 26’ Mattia Romeo manca la palla da un metro e per poco Edoardo Secco non centra la propria porta. Quattro minuti dopo paratona di Maftei su Mancin e infine batti e ribatti in area con Ciuccio che invece di calciare cerca un improbabile assist. Finisce 0-0 e in fondo è giusto così.

La Biellese-Città di Cossato 0-0
AMMONITI: 20′ Saporito G. (C), 26′ st Grupallo (L).
ARBITRO: Angela Megna di Biella  7 Gestisce in modo sereno una partita che si stava innervosendo.

La Biellese 4-1-4-1
All. Albertini 7 Saggiamente difensivista.
Maftei 7 Bravo nelle uscite.
Secco 6.5 Non molla mai.
Le Rose 6.5 Abile in chiusura.
Grupallo 6.5 Si destreggia a centrocampo.
Miola 6.5 Buona impostazione difensiva e ottime chiusure.
Gilardi 6.5 Si sacrifica.
De Ruvo 6.5 Qualche passaggio sbagliato ma ci mette grinta. 24’ st Bellio 6.5 Dà il suo contributo.
Bredariol 6.5 Aiuta la difesa. 30’ st Molinaro sv.
Esslaoui 6 Poco servito.
Micheletti 7 Lotta come un leone. Buona difesa del pallone.
Peritore 6.5 Buoni inserimenti e bravo nel gioco aereo.
A disp: Negri,Pelle,Piletta,Stella,De Santo.
Dir: Le Rose.

Città di Cossato 4-4-2
All. Debernardi 6.5 La squadra rischia poco.
Sigurtà 6.5 Poco impensierito.
Miolo 6.5 Sempre vigile, bravo nel sovrapporsi.
Morra 6.5 Non va in difficoltà.
Saporito G. 6 Fa valere il fisico ma si innervosisce.
Rinaldi 7 Ottima impostazione da dietro e bravo nei contrasti.
Cavallini 6.5 Attento a spazzare. Si spinge spesso in avanti.
Mancin 7 Bel dribbling.
Ciuccio 6.5 Tanta corsa.
Saporito S. 6.5 Si propone con grinta in fase offensiva. 21’ st Tommaso 6.5 Entra bene in partita.
Romeo M. 7 Sfiora il gol.
Romeo A. 7 Sempre pericoloso. 29’ st Carta 6.5 Mette subito in mezzo un cross pericoloso.
A DISP: Calarco,Saccomanno,Vergnaghi,Tonella,Maffezzoni,Inocco,Longo.
DIR: Grossato.