Il pubblico è quello delle grandi occasioni, il giorno uno di quelli da cerchiare nel calendario, perché prima o poi, guardando indietro, sarà più che logico pensare al passato sorridendo a cuor leggero. Il 6-0 inflitto al Mirafiori e la contemporanea caduta casalinga della Cheraschese contro il Bra, consegnano al Chisola il primo posto matematico nel girone C, decretando un trionfo ampiamente meritato che apre le porte della fase finale. Una partita dominata per larghi tratti, nonostante un avvio spumeggiante e convincente dei padroni di casa a cui va attribuito il merito di aver disputato un ottimo campionato, conclusa tra gli applausi convinti di una tifoseria festante. I primi venti minuti sono equilibrati, l’impressione è che il risultato possa rimanere in bilico fino alla fine, ma al 27’ cambia il parziale e, di conseguenza, il destino dell’incontro. Sparascio, in assoluto il migliore in campo, dopo una fuga sulla fascia destra, pennella un cross per Domiziano che di destro punisce Berti. Il Mirafiori subisce il colpo e nel giro di cinque minuti il Chisola segna altre due volte, prima con un’azione solitaria di Fotia conclusa con un destro sotto la traversa (30’), poi con un meraviglioso gesto tecnico di Boscaro che dal vertice destro dell’area di rigore calcia di controbalzo indirizzando la sfera sotto l’incrocio (32’). La ripresa sancisce la supremazia tecnica degli ospiti. Al 16’ Boscaro firma la doppietta personale con una rete rocambolesca in seguito a un pasticcio della difesa gialloblù. Le ultime due fiammate dei ragazzi di Andrea Comotto sono firmate da Nicolas Arduini (23’), con un diagonale rasoterra, e Mattia Sparascio, bravo nel farsi perdonare il rigore sbagliato poco prima e nel concludere con un bel destro angolato. La notizia della vittoria del Bra inizia a spargersi poco prima che Turcu di Nichelino fischi tre volte. Dopo 3’ di recupero, finalmente, la festa vinovese può esolodere.

Mirafiori 0
Chisola 6
RETI: 27′ Domiziano (C), 30′ Fotia (C), 16′ st Boscaro (C), 23′ st Arduini (C), 27′ st Sparascio (C), 32′ st Boscaro (C).
ARBITRO: Turcu di Nichelino  7 Partita non difficile gestita molto bene.

MIRAFIORI 4-4-2
All. Straforini 6 Squadra che va elogiata per la stagione.
Berti 6 Incerto sulle reti subite, si fa perdonare parando un rigore.
D’Attilo 6 Tiene botta coraggiosamente. 30’ st Giani sv
Trivero 6 Spinge e difende.
Arroyo 6 Prestazione attenta.
Molner 6 Non sempre lucido. 10’ st Cora 6 Ci prova.
Brogna 6.5 Il migliore dei gialloblù. Parla con i piedi e incanta. 26’ st Miscione sv
Marchetti 6 Non la miglior partita. 1’ st Fassino 6 Svolge il compito.
Noschese 6 Ci prova fino alla fine.
Gariglio 6 Lotta. 18’ st D’Angelo 6 Poco tempo a disposizione.
Delbosco 6 La sua velocità mette in apprensione la difesa. 18’ st Durante 6 Può fare di meglio.
Pizzuto 6 Prova a rendersi pericoloso. 26’ st Tarollo sv
A disp: Sibione, Marchese. Dir. D’Attilo.

CHISOLA 4-3-3
All. Comotto 7 I suoi ragazzi sono uno spettacolo.
Ciquera 6 Mai chiamato in causa.
Sparascio 8 Perfetto in entrambe le fasi; partita meravigliosa.
Piovan 7 Spinge con costanza.
Romano 6.5 Chiude tutti gli spazi.
Cortese 6.5 Gestisce la difesa con personalità e diligenza.
D’Anna 7 Il gioco parte dai suoi piedi. Regista da oscar.
Domiziano 7 Gol e tanta corsa. 20’ st Di Lorenzo 6 Entra bene.
Trimarchi 6.5 Buona prova di sostanza e concretezza. 30’ st Melis sv
Fotia 7 Segna e si rende pericoloso continuamente. 18’ st Arduini 6.5 Entra e firma la rete del 5-0.
Boscaro 7.5 Imprendibile, segna 2 volte. Sfiora la tripletta più volte.
Tomatis 6.5 Il capitano è sempre presente. Cuore e coraggio.
A disp: Franzè, Bergese, Zerbo, Ciquera. Dir. Fanti.

LE PAROLE A FINE GARA: STRAFORINI (MIRAFIORI)

LE PAROLE A FINE GARA: COMOTTO (CHISOLA)