Il Venaria allenato da Alessandro Ursoleo

Davide contro Golia. Questa volta però è il gigante ad avere la fionda in mano e a tempestare di gol il piccolo uomo. E’ non è una metafora in cui Davide è la squadra più piccola e forse meno organizzata e Golia è lo squadrone super rinforzato. No, è un paragone prettamente fisico questa volta. Sblano schiera ben 9 giocatori titolari di un anno più piccoli (del 2006, ndr) rispetto agli avversari e la differenza è sì tecnica, ma soprattutto fisica: i cervotti di Ursoleo non si lasciano mai spostare e in mezzo al campo fanno quello che vogliono, per gran parte del tempo. Da parte dei padroni di casa non c’è solo una predominanza fisica: costruiscono la manovra fin da Gatti e Cella, che servono i corridoi laterali controllati da Di Nunzio e Di Raimondo che innescano spesso con esito positivo i tre grandi protagonisti della partita. Mazza, Di Battista e Lombardo hanno una straordinaria intesa davanti alla porta protetta da Scarpetta e non si lasciano scappare nessuna occasione: già dopo 4’ il Venaria è avanti con Mazza che si libera di Fiorenza e la butta alle spalle del portiere. Il resto è tutto in discesa: quattro saranno i gol per l’attaccante del Venaria e altrettanti da spartirsi fra Di Battista, Mey, entrato splendidamente in partita e subito autore di un pregevole assist per Mazza, Silverio e Cella, che alla fine si improvvisa anche cecchino. L’Ivrea prova in sole due occasioni a rendersi pericoloso con un ispirato Fiorenza che, spostato in avanti, riesce ad impensierire Gatti e Gagliardi, altrimenti inoperoso. Adragna regala un sussulto alla fine della ripresa, ma la fulminea progressione con annessi un paio di dribbling viene bloccata dal solito Gatti.


VENARIA (4-3-3)

Mazza, mvp di giornata

All. Ursoleo 8 Gara in discesa. I suoi tatticamente esemplari.
Gagliardi 6.5 Poco impegnato.
Garruto 7 Scatenato a destra. 20’ st Liso 6.5 Favorisce un paio di ripartenze.
Di Chiara 7.5 Non si fa mai superare.
Gerardo 8 Non cede nulla. 33’ st Pasqua sv.
Gatti 8.5 Una rara sicurezza in difesa.
Cella 8.5 Titano nelle retrovie.
Di Nunzio 7.5 Svaria su tutto il fronte offensivo. 7’ st Silverio 8 Regala qualità.
Diraimondo 8.5 Il centrocampo è suo. 27’ st Verando 6.5 Reattivo.
Mazza 9 Poker e pallone da conservare. 22’ st Franza 7 Attento.
Di Battista 8.5 Regista di attacco e centrocampo. 17’ st Tinnirello 7.5 Spigliato.
Lombardo 8 Splendida intesa coi compagni di reparto. 1’ st Mey 8.5 Il migliore nella ripresa.
A disposizione: Scotti.
Dirigente: Di Battista.


IVREA 1905 (4-3-3)

All. Sblano 5.5 Può fare poco, i suoi sono sovrastati.
Scarpetta 5.5 Sui tiri ravvicinati non può nulla. 33’ Occleppo 5.5 La difesa non lo aiuta.
Battaglia 6 Filtranti ispirati per Fusaro.
Adragna 6 Temibile in progressione. 25’ st Tursi 5.5 Fuori dalla manovra.
Hajrullahu 5 Asfissiato da Lombardo.
Osmani 5.5 Non è facile marcare Mazza. 19’ st Moore 6 A volte anticipa Di Battista.
Carabotta 5.5 Prova a contenere. 1’ st Condello 5.5 Leggero nei contrasti.
Fusaro 6.5 Incursioni coraggiose. 9’ st Blanc 6 Qualche buono spunto.
Melis 5 Poca grinta. 15’ st Miope 5 Poco presente.
Fiorenza 6.5 In avanti è un’ottima risorsa.
Pesando 5.5 Prova ad impostare.
Perotti 5 Con Gatti non si passa. 1’ st Ibnessayeh 6 Interventi precisi.
Dirigente: Battaglia.

L’Ivrea 1905 di Sblano

Ascolta le parole di Alessandro Ursoleo (Venaria)