24 Novembre 2020 - 14:19:42

Torino – Chieri U14: Salamanca e Incarbone domano i granata

Le più lette

Villaclarense Under 15, la storia dell’attaccante Carlo Sanzogni alla corte di Silvano Pasinetti

Alla corte dell'allenatore Silvano Pasinetti, nella Villaclarense Under 15 gioca da ormai 5 anni come attaccante Carlo Sanzogni. Con...

San Bartolomeo Under 15, l’allenatore Giovanni Losio: «Il campo è uno spaccato della vita»

In casa San Bartolomeo ormai Giovanni Losio è un'istituzione, nonostante la ancora breve militanza nel club. Dopo 7 anni nella...

Domenico Guerrisi, storia di un bomber fuori categoria

Basiglio-Voghera andata e ritorno. È questo il primo capitolo dell'avventura di Domenico Guerrisi, che attualmente fa scintille nell'Atletico Alcione...

La doppietta di Mattia Incarbone decide un match divertente, apre Christian Salamanca con un tiro imparabile, illude Mattia Grisafi su rigore. L’equilibrio della prima frazione viene rotto dall’animo con cui il Chieri scende in campo nella ripresa. Il Torino non riesce a reagire per mancanza di idee, grande merito al pressing asfissiante del trio offensivo avversario.

L’inizio di partita è scoppiettante e fin da subito entrambe le squadre cercano l’imbucata vincente. Matteo Muscato prova a combinare con Mattia Grisafi, l’occasione è buona per la testa di Andrea Vanegas che non imprime abbastanza forza. Dall’altra parte risponde Lorenzo Spinelli a conclusione di una lunga transizione di squadra, tiro da lontano comodo per Proietti. L’attacco chierese, impegnato nell’impedire la ripartenza granata, crea non poca difficoltà ai tre di difesa, molti i rischi corsi durante la partita per via di passaggi imprecisi in zone cruciali. Le occasioni concesse dal Chieri partono soprattutto dai piedi di Finizio e Vanegas, spesso a cercare le punte Grisafi e Ghibaudo per far risalire la squadra.

Partita tutto sommato equilibrata, ritmi alti e passaggi di prima a sottolineare un primo tempo apertissimo. Al 20′ Christian Salamanca riceve dai 20 metri e lascia partire un tiro a giro che toglie la ragnatela dal sette, aprendo le marcature. Bastano 5′ per ristabilire il pareggio. Simone Spinelli lancia in profondità per Lorenzo Ghibaudo che viene atterrato fallosamente in area da Pittuelli, l’arbitro non ha dubbi sul calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Grisafi che non sbaglia spiazzando a sinistra Kamel. Gol che non spostano dunque l’inerzia della partita rendendola anzi più combattuta da entrambe le parti fino al termine della prima frazione. L’ultima occasione capita sui piedi di Matteo Casamassima, dalla tre quarti non ci pensa due volte e carica il destro, la palla va a sbattere sulla traversa graziando Proietti.

Cambia lo spartito negli ultimi 35′ di gara. Il Chieri di Mauro Piras scende in campo con le idee più chiare, l’ingresso di Edoardo Marchese per uno spento Mancini rinvigorisce l’attacco. Gli spazi liberati sulla tre quarti fanno salire il centrocampo ospite, Incarbone e Salamanca gestiscono palla in attesa di azzeccare il varco per l’attacco. A differenza di un Torino molto meno grintoso, non aiutano delle ripartenze insicure e gli errori dei centrali Fiore e Massano. Il tecnico granata Massimo Garella prova allora a dare una scossa inserendo Malaussena e Decolombi, in particolare il secondo ispirato ed entrato con motivazione, ma a poco vale visto il black-out che in due minuti condanna il Torino.

La punizione di Pittuelli da centrocampo impensierisce Proietti che mette in angolo. A battere va Salamanca, palla precisa per l’indisturbato Incarbone che timbra il cartellino al 15′. Due giri di lancette e di nuovo Salamanca da calcio d’angolo per Incarbone, stavolta colpo di tacco ad imitare Zlatan Ibrahimovic e doppietta personale. Vicino alla doppietta anche Salamanca, piede caldissimo per lui, punizione da centrocampo stampato sulla traversa e stupore generale. I due colpi fanno malissimo al Torino ormai inerme. Nonostante i due gol di vantaggio il Chieri non molla, impedendo ai granata di uscire dalla propria area, e non accontentandosi della gestione tranquilla. La tripletta per Incarbone potrebbe arrivare di nuovo angolo di Salamanca, stavolta Proietti si fa trovare attento.

Vittoria che da molta soddisfazione ai ragazzi di Piras, lo stesso allenatore è molto contento del risultato ma soprattutto del gioco dei suoi: «L’avevamo preparata così, pressione alta per farli soffrire. abbiamo vinto meritatamente, merito ai ragazzi».

IL TABELLINO DI TORINO – CHIERI U14

TORINO-CHIERI 1-3
RETI (1-1, 0-2): 20′ Salamanca (C), 25′ Grisafi (T), 15′ st Incarbone (C), 17′ st Incarbone (C).
TORINO (3-5-2): Proietti 6, Borgna 6.5, Muscato 6.5, Fiore J. 6, Massano 6, Finizio 6.5, Ghibaudo 6 (10′ st Gironi 6), Spinelli 6 (1′ st Decolombi 6.5), Grisafi 7, Vanegas 6, Bosco 6.5 (10′ st Malaussena 6). A disp. Bruno. All. Garella 6. Dir. Vino – Rodano.
CHIERI (4-3-3): Kamel 6.5, Pittuelli 6.5, Castellarin Alessio 7, Castagna 7, Stabile 6.5 (14′ st Troia 7), Salamanca 8, Mancini 6 (1′ st Marchese 7), Spinelli 7, Vitale 6 (10′ st Borello 7), Incarbone 8.5, Casamassima 7. All. Piras 7.5. Dir. Casamassima – Stabile.
ARBITRO: Polimero di Nichelino 7.5 Direzione senza sbavature, gara in mano fin dall’inizio. Nessun dubbio sul rigore.

LE PAGELLE DI TORINO – CHIERI U14

TORINO (3-5-2)

Torino 2007

All. Garella 6 La squadra viene chiusa e non riesce a trovare le geometrie giuste, manca totalmente il contrattacco per reagire.
Proietti 6 Salva la porta in un paio di occasioni, spera nello schermo dei compagni sui gol da angolo.
Borgna 6.5 Tra gli ultimi a mollare, si intestardisce più volte cercando la discesa personale in attacco.
Muscato 6.5 Nel primo tempo domina sulla fascia sinistra, poi crolla insieme alla squadra.
Fiore J. 6 Passaggi rischiosi sui tentativi di ripartenza, da’ fastidio agli attaccanti in anticipo.
Massano 6 Perde Incarbone sui gol, episodi che condizionano la partita. Regge in velocità.
Finizio 6.5 Prova le giocate personali, buone imbucate per i compagni poco concretizzate.
Ghibaudo 6 Meno attivo rispetto a Grisafi, qualche fiammata me non riesce a far salire la squadra.
10′ st Gironi 6 Non riesce ad incidere come vorrebbe, si invola verso la porta ma viene fermato.
Spinelli 6 Non riesce ad imporre il gioco della sua squadra, il primo a soffrire il pressing asfissiante.
1′ st Decolombi 6.5 Porta vivacità, buone idee e tanta corsa. Non è però il momento adatto.
Grisafi 7 Realizza il rigore e si batte per tutta la gara cercando di andare via in velocità. Cerca le combinazioni invano.
Vanegas 6 Ci si aspetterebbe di più, qualità che si vede per pochi tratti in partita.
Bosco 6.5 Costretto a rimanere basso, più pericoloso comunque rispetto ad altri compagni quando arriva sulla tre quarti.
10′ st Malaussena 6 Non offre alternativa in ripartenza.
Dir: Vino – Rodano.

CHIERI (4-3-3)

Christian Salamanca e Mattia Incarbone, migliori in campo

All. Piras 7.5 Prepara la partita e la azzecca sotto tutti gli aspetti, vittoria che ha i suoi perché.
Kamel 6.5 Poche occasioni per mettersi in mostra, spiazzato sul rigore.
Pittuelli 6.5 Provoca il rigore, dopo in crescita progressiva durante tutta la gara.
Castellarin Alessio 7 Da’ una mano al centrocampo cercando spesso la progressione sulla fascia.
Castagna 7 Il più in forma dell’attacco, dal suo lato arrivano le occasioni migliori. Instancabile nel pressing.
Stabile 6.5 Qualche indecisione ma vince la maggior parte dei duelli difensivi.
14′ st Troia 7 Porta maggiore sicurezza in difesa, ferma con una scivolata precisa Gironi lanciato a rete.
Salamanca 8 La sua grande prestazione condizione il gioco della squadra, tanto lavoro in interdizione. Corona con il gol e i due assist.
Mancini 6 Cerca la palla sui piedi per andare in profondità, non riesce ad applicare bene il pressing richiesto dall’allenatore.
1′ st Marchese 7 Si prende il centro dell’attacco facendo sentire la sua presenza e liberando gli spazi per gli inserimenti dei centrocampisti.
Spinelli 7 Tocca a lui fare da schermo difensivo, sbaglia poco sostenendo il peso di una squadra squilibrata in avanti.
Vitale 6 Non incide, limitato dal gioco corto e veloce.
10′ st Borello 7 Entra subito in partita, porta grinta, fondamentale per il gioco applicato dalla sua squadra.
Incarbone 8.5 Muove la squadra svariando tra centrocampo e attacco, tocca la palla con movimenti eleganti. Freddo nel realizzare i due gol, menzione per il secondo realizzato di tacco.
Casamassima 7 Presenza fissa, ottimo in copertura sulla fascia sinistra.
Dir: Casamassima – Stabile.

LE PAROLE DI MAURO PIRAS NEL POST-PARTITA DI TORINO – CHIERI U14

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli