Una vera e propria rivincita quella del Bra. Contro tutti i pronostici della vigilia e a discapito della sconfitta dell’andata la squadra di Murgia emerge vittoriosa con una grinta da fare invidia. Il Pinerolo invece, dopo aver condotto la prima parte del primo tempo, non riesce a sfruttare la sua arma principale, l’esplosività del tridente offensivo, pur andando per prima in vantaggio. La difesa del Bra è una muraglia: Preka, Brangero, Dibenedetto e Gjomemo non lasciano neanche uno spazio. Al 17′ in uno sfortunato disimpegno difensivo la palla rimbalza sul braccio largo di Preka. L’arbitro è ben posizionato e assegna il rigore: Ciliberto contro Giaccardi, il numero 11 del Pinerolo incrocia con il sinistro ma il portierone del Bra sta in piedi fino all’ultimo e devia in corner. Sull’onda del rigore parato, il Bra sfiora il gol con Sansone, che impatta nell’uno contro uno con Bioi: la palla prende una direzione orizzontale, Sansone ci riprova ma Gonella si immola. Subito dopo un tocco con il braccio in area del Pinerolo, causa polemiche in campo ma il direttore lascia proseguire. La ripresa si apre con un errore grossolano di Giaccardi che, nel tentativo di alzare un tiro a fil di traversa, vede la palla scivolargli tra le mani. Occasione troppo ghiotta per Margaglione, a cui non rimane altro che gonfiare la rete. Qui il Bra fa il salto di qualità, iniziando una rimonta che ha dell’incredibile. L’1-1 porta la firma di Erik Mitev: punizione dalla lunetta di centrocampo, Dibenedetto in battuta, al grido dei tifosi «direttamente in porta, Luca!» non tradisce le aspettative confezionando un assist al bacio per il sinistro di Mitev sotto porta. Al 22′ l’inforcata del 2-1: dalla bandierina Manfredi trova lo stacco imperiale di Preka, che si riscatta al meglio. Il Pinerolo prova a rispondere con Mininni, che ci crede fino alla fine, ma nel tentativo di cercare il pari subisce il k.o. in contropiede. 33′, rinvio di Giaccardi, Protto allunga di testa, Alessandro Mingoia riceve palla sulla sinistra, si invola e trafigge Bioi con un diagonale chirurgico. Esplode la gioia del Bra. Brutto tonfo invece per il Pinerolo, che perde terreno dal Chisola nella corsa per la miglior seconda.

Bra 3
Pinerolo 1
RETI (0-1, 3-1): 7′ st Margaglione (P), 14′ st Mitev (B), 22′ st Preka (B), 33′ st Mingoia (B).
AMMONITI: 13′ st Margaglione (P), 35′ st Sansone (B).
NOTE: Rigore Parato: 17′ Giaccardi (B).
ARBITRO: Grillo di Bra  6. Attento sul rigore del primo tempo, si perde un tocco in area del Pinerolo.

BRA 4-3-1-2

All. Murgia 8 Bra trionfale, costruisce un capolavoro.
Giaccardi 6.5 Immenso sul rigore, erroraccio con Margaglione.
Gjomemo 7 Lotta come un leone. 30′ st Daga sv
Preka 7 Sfortunato sul rigore, si riscatta con il 2-1. 27′ st Rosas sv
Di benedetto 8 Non fa passare nessuno, gigante dietro. Rinato.
Brangero 7 Muraglia difensiva.
Sabena 7 In prima linea. Coriaceo.
Mitev 6.5 Pari d’esperienza, poi si mangia un gol. 20′ st Mingoia 7.5 Chiude i giochi, decisivo.
Zanon 6.5 Tiene bene a centrocampo. 30′ st Galletto sv
Ceccotti 6 Incide poco. 8′ st Riitano 6.5 Buoni spunti.
Endemini 6.5 Fa girare i suoi. 12′ st Manfredi 7 Svolta la partita.
Sansone 7 Dà il massimo, sempre pericoloso. 36’ st Protto sv
Dir: Galletto – Protto – Riitano.

PINEROLO 4-3-3

All. Primerano 6 Pinerolo in ombra, brutto tonfo.
Bioi 6 Rischia in uscita su Sansone. Sorpreso sul terzo gol.
Oddenino 6 Un po’ schiacciato.
Gonella 7 Si immola in difesa e suona la carica davanti.
Campra 6.5 Palla al piede causa più di un pericolo.
Chiattone 6 A tratti in affanno.
Perricone 6.5 Non molla.
Amansour 6.5 Con i suoi dribbling preoccupa il Bra, ma non trova la porta. 27′ st Zummo sv
Bolzonella 6 Fa girare palla. 27′ st Pellegrino sv
Margaglione 6 Sfrutta l’errore di Giaccardi, poi scompare.
Mininni 6.5 Non segna, ma è la linfa vitale del tridente offensivo.
Ciliberto 5.5 Poco brillante, Giaccardi lo ipnotizza. 22′ st Di Modugno 6 In ombra.
Dir: Bioi.

LE PAROLE A FINE GARA: DOMENICO PRIMERANO (PINEROLO)

LE PAROLE A FINE GARA: ALESSANDRO MURGIA (BRA)

GUARDA LA FOTOGALLERY DI GIROLAMO CASSARA’