mercoledì, 27 Maggio 2020

Cenisia – Acqui Under 15, Morganti illumina ma Schettini è insuperabile

Le più lette

Chiuduno Grumellese – Telgate Eccellenza, la fusione è finalmente ufficiale

L'avevamo anticipato ormai più di una settimana fa e dopo i primi cambiamenti avvenuti di recente in casa giallorossa...

FIFA Sprint eSport Piemonte, 7ª edizione: Fabio Accastelli vince ancora!

Fabio Accastelli, alla guida dell'Inghilterra, trionfa nella finale contro l'Olanda di Matteo Kanani, centrocampista centrale del Pertusa Under 19,...

Pro Sesto, C siamo quasi! Jacopo Colombo: «Fare le promozioni è una decisione che ci rende giustizia». Confermato Parravicini

«Ci siamo quasi». Questo il primo pensiero di tutto il mondo della Pro Sesto, dopo le linee guide pubblicate...

Le violette imbrigliano i bianconeri dell’Acqui ed escono, dalle proprie mura, imbattuti e senza subire gol. Dopo una prima frazione di gioco a ritmi bassi, i ragazzi di Oliva alzano il pressing nella ripresa e provano in tutti i modi a sbloccare la partita ma Schettini ed i suoi compagni della retroguardia proteggono con le unghie e con i denti la loro porta.

Classifica alla mano l’esito di questo scontro poteva sembrare già scritto in partenza ma così non è stato perché nel primo tempo la squadra di Secci ha tenuto testa agli avversari arrivando anche ad un passo dal gol mentre nella ripresa è stata brava a rimanere compatta ed ha provato più volte a colpire in contropiede. Discorso simile si può fare per gli acquesi che, nei primi 35 minuti di gioco faticano ad essere incisivi, mentre, nel secondo tempo, nonostante, schiaccino gli avversari nella propria metà campo non riescono trovare, anche per merito dei difensori e del portiere viola, la zampata vincente.

Come si evince da quanto scritto fino ad adesso è stata una giornata positiva per l’estremo difensore del Cenisia Emanuele Schettini che mantiene inviolata la sua porta con delle ottime uscite, soprattutto nei momenti finali di partita, quando la spinta dei bianconeri si è fatta sempre più insistente. Altra violetta che si è particolarmente distinta in campo è stato l’attaccante Nicolas Napoli con una prestazione da vero centroboa della pallanuoto, abile a proteggere il pallone ed a far risalire i suoi compagni, per fare un paragone con la serie A si potrebbe dire “una partita alla Lukaku/Petagna”. Brillanti anche le prove dei tre centrali Andrea Picciano, Alberto Lingua e Matteo Taricco che bloccano le offensive dell’Acqui e riuscendo anche a tratti a dare il via alle proprie azioni d’attacco. Infine, vanno segnalate anche le prove di Edoardo Angelotti, entrato subito in partita ed uno dei più pericolosi nella ripresa, e Emiliano Fezulla che sulla fascia sinistra non ha fatto mancare il suo apporto arrivando più volte al cross. Nel complesso è stata una buona prova della squadra di Secci il quale, ripropone il nuovo 3-5-2 e conquista nuovamente punti in classifica.

Per quanto riguarda l’Acqui si può parlare di una partita a due facce con un primo tempo più opaco ed un secondo a ritmi più elevati confermando ancora una volta il loro 4° posto in classifica. All’interno della formazione di Oliva brilla, tra tutti, il duo composto da Gabriele Garello e la punta Guglielmo Morganti. Il primo rende onore alla fascia di capitano e da difensore centrale non lascia passare nessun avversario, ottimo sia negli anticipi che con le diagonali difensive; scatenato, invece, il n° 11 che, negli ultimi 35 minuti, si trasforma in una vera spina nel fianco della difesa avversaria, unendo alla sua rapidità anche dei dribbling improvvisi e spesso vincenti. Oltre a loro spicca anche la prova di Jacopo Soave uno dei più attivi, insieme ai sopracitati, dei suoi, detta numerosi passaggi e si crea un paio di occasioni veramente ghiotte. In mezzo al campo buona anche la prova di Giulio Fava, che recupera tanti palloni e fa ripartire spesso i suoi.

CRONACA
Come detto in apertura d’articolo nel primo tempo è l’equilibrio a farla da padrone, con le due squadre che si contendono il possesso del pallone nella zona centrale del campo. I ragazzi di Secci tengono bene il campo, bloccano gli avversari sulla trequarti e cambiano campo con facilità; l’unica pecca è che arrivati al limite dell’area manca chi si incarica della conclusione perdendo così un tempo di gioco e permettendo ai difensori bianconeri di intervenire; ne è un esempio l’azione, al 22′ di Fezulla che penetra in area ma poi non conclude in tempo per il recupero di Zayd Abdlahna. Primo tempo a fasi alterne per i ragazzi di Oliva, timidi una volta superata la metà campo eccezion fatta per due occasioni: al 19′ con Trajanov che colpisce al volo ma manda alto ed al 28′ con Fava che apre per Soave il quale però, in controbalzo, non inquadra lo specchio.
Nella ripresa l’Acqui alza pericolosamente il ritmo, al 5′ è strepitoso l’intervento di Schettini che devia in corner il rasoterra di Garello indirizzato all’angolino. Trascorrono 10 minuti e l’occasione più ghiotta della partita capita sui piedi di Soave che scheggia la traversa dopo la bella azione di Morganti che gli serve un rigore in movimento. Intorno al 20′ è chiamato agli straordinari il portiere viola per due volte consecutive in uscita chiude lo specchio a Mulargia, il più lesto a risolvere le mischie nate sui calci d’angolo. Unico squillo del Cenisia arriva con la punizione di Fezulla che sfiora la traversa prima di spegnersi sul fondo.

Christan Secci, all. Cenisia: «Non posso rimproverare niente ai ragazzi, i passi avanti con il nuovo modulo sono evidenti. L’unico neo è che dobbiamo calciare di più in porta, non dico che ogni tiro deve essere gol ma non finalizziamo le occasioni che creiamo».
Gianluca Oliva, all. Acqui: «Nel primo tempo non eravamo noi, meglio nella ripresa. I ragazzi stanno facendo molto bene, anche al di sopra delle aspettative di inizio stagione. Dobbiamo continuare così».

IL TABELLINO DI CENISIA-ACQUI UNDER 15

CENISIA – ACQUI 0-0
CENISIA (3-5-2)
: Schettini 7, Sorbone 6.5, Picciano 6.5, Sezzano 6.5 (10′ st Manavella 6), Lingua 7, Taricco 7, Fezulla 7 (7′ st Angelotti 7), Scalabrin 6.5, Napoli 7.5 (13′ st Barillà 6), Palazzo 6 (16′ st Tagna 6), Bruscella 6.5 (25′ st Cicogna s.v.). A disp. Fammy, Feer, Dodita, Compierchio. All. Secci. Dir. Scalabrin.
ACQUI (4-3-3): Vecchiattini 6.5, Negri 6.5 (2′ st Santi 6), Abdlahna S. 6.5, Trajanov 6.5 (6′ st Baretta 6), Abdlahna Z. 6.5, Garello G. 7.5, Mulargia 6.5, Fava 6.5, Bosio 6.5 (1′ st Robbiano 7), Soave 7 (16′ st Sahraoui 6), Morganti 7.5. A disp. De Cesare, Eremita, Laiolo. All. Oliva. Dir. De Rosa.
ARBITRO: Furnò di Torino 7 Direzione impeccabile, spegne le lamentele sul nascere. Bene anche sui fuorigioco e buona gestione dei cartellini.

LE PAGELLE DI CENISIA-ACQUI UNDER 15

CENISIA

Il Cenisia Under 15 di Christian Secci

All. Secci 6.5 Il nuovo modulo funziona e probabilmente miglioreranno sempre più le prestazioni non appena arriverà la giusta confidenza.
Schettini 7.5 La sua prestazione migliora man mano che tirano in porta. Oggi non si batte
Sorbone 6.5 Sempre pronto a dare una mano alla fase offensiva, in difesa ha l’arduo compito di contenere Morganti, insieme a Taricco riesce a limitarlo.
Picciano 6.5 Partita ordinata.
Sezzano 6.5 Non dà punti di riferimento ai difensori avversari. 10′ st Manavella 6 
Lingua 7 Puntuale nelle chiusure, svetta su tanti palloni alti.
Taricco 7 Con il compagno di reparto forma una coppia difficile da superare.
Fezulla 7 Sulla fascia non si ferma un attimo, spesso crea la superiorità numerica sulla sua fascia. 7′ st Angelotti 7 Entra subito in partita, si fa trovare sempre pronto e riesce ad allentare il pressing dei bianconeri.
Scalabrin 6.5 Mette ordine e intercetta tanti palloni.
Napoli 7.5 Punta di peso. Fa risalire tutta la squadra, come dice l’allenatore: «Lui è in grado di fare giocare bene chiunque gli stia a fianco». 13′ st Barillà 6 Grande sacrificio, fatica a liberarsi dalla marcatura dei difensori
Palazzo 6 La voglia non manca, ma serve ancora pratica con il nuovo modulo. 16′ st Tagna 6 Entra un po’ timido ma col tempo viene fuori.
Bruscella 6.5 Ottima spinta sulla fascia 25′ st Cicogna s.v.

ACQUI

Guglielmo Morganti e Gabriele Garello, Acqui Under 15

All. Oliva 6.5 Si fa sentire nell’intervallo, i suoi le provano tutte nella ripresa.
Vecchiattini 6.5 Quando chiamato in causa risponde presente.
Negri 6.5 Le azioni più pericolose del primo tempo arrivano dal suo lato del campo. 2′ st Santi 6 Spinge meno sulla fascia ma comunque dalle sue parti non corre grosse pericoli.
Abdlahna S. 6.5 Cresce come tutti i compagni nella ripresa, una spinta costante sulla destra.
Trajanov 6.5 Classico interno di centrocampo, recupera palloni. Quando si affaccia in avanti si rende pericoloso. 6′ st Baretta 6 Meno incisivo del compagno che sostituisce ma comunque una prova sufficiente.
Abdlahna Z. 6.5 L’anticipo è la sua arma in più, un po’ frettoloso quando ha il pallone tra i piedi.
Garello G. 7.5 Il capitano si fa valere, splendido in difesa e pericoloso anche in attacco.
Mulargia 6.5 Ottimi inserimenti, bene anche in interdizione.
Fava 6.5 Con Mulargia c’è una buona intesa, quando sale uno scende l’altro.
Bosio 6.5 1′ st Robbiano 7 Entra bene in partita, scambia bene con i suoi compagni di reparto e non sta mai fermo.
Soave 7 Insieme a Morganti è l’attaccante più attivo, attacca bene gli spazi, manca un po’ di freddezza sotto porta. 16′ st Sahraoui 6 Poco più di 20 minuti a disposizione, dà il suo apporto.
Morganti 7.5 Oggi non riescono a fermarlo, si perde il conto dei dribbling riusciti. Prova a prendersi la squadra sulle spalle ma le occasioni più pericolose arrivano quando fraseggia con i compagni.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

Privacy Policy Cookie Policy