9 Agosto 2020 - 10:46:03

Cenisia – Cit Turin Under 15, Dessì è l’uomo uomo dei derby, Bruscella Problem Solver

Le più lette

Un giornale dedicato ai nostri ragazzi, quelli che non mollano mai

Andiamo in vacanza per due settimane, torneremo in edicola il 24 agosto che, malgrado l’incapacità conclamata delle istituzioni calcistiche,...

Denuncia una società: «I dati dei giocatori potrebbero finire anche in Qatar, Mossino questo lo sa?». Intanto in Lombardia spunta tra i soci un...

Continua ad agitare le acque la decisione dei comitati regionali, Piemonte e Lombardia, di affidarsi ad una società esterna,...

Magenta, rivoluzione in corso: via Galli e arriva Vianello

Giornate caldissime a Magenta. Pochi minuti fa la società ha comunicato, tramite un comunicato sui propri canali social, che...

Torino, 16 febbraio 2020, Via Revello 1, ore 10:30: va in scena il secondo derby del tribunale del campionato tra Cenisia e Cit Turin. Una gara che vale un pezzo importante della stagione per entrambe le compagini coinvolte: per i viola, infatti, imporsi nella stracittadina avrebbe significato tornare alla vittoria dopo ben sette partite (4 sconfitte e 3 pareggi); per i rossoverdi, sconfiggere i cugini equivaleva ad allontanarsi da bassifondi della classifica. Il risultato finale non accontenta nessuno (o, a seconda del proprio punto di vista, fa felici tutti per metà): 1-1, un punto a testa, tantissimo agonismo e due approcci completamente diversi per quanto concerne l’interpretazione della gara. I padroni di casa, seguendo le direttive del tecnico Secci, hanno cercato sin da subito di assumere un atteggiamento iper offensivo, provando a tenere in mano il pallino del gioco per dare avvio allo sfondamento della retroguardia di Corso Ferrucci (che ha tenuto botta dall’inizio alla fine, innalzando una saracinesca quasi invalicabile, con Russo e Barbero in buono spolvero); di contro, gli 11 di Zecchi hanno adottato una tattica attendista, provando a instradarsi sulla strada del contropiede alla prima disattenzione avversaria. Al 5′, Taga premia il taglio di Bruscella, che impatta la sfera col piattone e sfiora il vantaggio casalingo; il numero 4 ci riprova appena un minuto dopo, questa volta, però, sfruttando l’assist di Fezzulla, ma l’esito non cambia: l’1 a 0 rimane una chimera. Dopo un quarto d’ora di assoluto dominio viola, a trovare il vantaggio è però il Cit, grazie a un glaciale Dessì (proprio l’uomo che aveva deciso il derby d’andata), che dagli undici metri trafigge l’incolpevole ultimo uomo del Cenisia, Schettini, e suona la carica per i suoi compagni; il pareggio del Cenisia arriva sul finire del primo tempo, quando Taga lascia in ciabatte Sahnoune con una finta e appoggia in mezzo per un Bruscella liberissimo, che ha buon gioco nel capitalizzare il tap-in e riportare la gara sul pareggio. Nel secondo tempo, il canovaccio della partita non cambia: al 28′, il gran destro di Mirante viene parato in due tempi da un accorto Schettino; sette minuti dopo, il subentrato Angelotti tira un bolide da calcio piazzato che, per la bellezza del gesto, avrebbe meritato decisamente più fortuna, ma finisce con lo sfiorare la traversa. A conti fatti, forse il Cenisia avrebbe meritato qualcosina in più, ma il nostro sport preferito, purtroppo, non viene deciso ai punti, e la poca freddezza sotto porta può risultare decisiva in negativo. In ogni caso, una bella domenica di calcio, propiziata da un derby combattutissimo che non dimenticheremo.

IL TABELLINO DI CENISIA CIT TURIN UNDER 15

CENISIA-CIT TURIN 1-1
RETI (0-1, 1-1): 17′ rig. Dessì (Ci), 29′ Bruscella (Ce).
CENISIA (3-5-2): Schettini 6.5, Sorbone 6, Picciano 6, Bruscella 7, Lingua 6, Feer 6.5, Fezulla 7, Scalabrin 7.5, Napoli 6 (23′ st Angelotti 6), Palazzo 6 (22′ st Cicogna 6), Taga 6.5 (1′ st Manavella 6). A disp. Fammy, Taricco, Sezzano, Bonfante, Dodita, Compierchio. All. Secci. Dir. Scalabrin – Picciano.
CIT TURIN (5-3-2): Massari 6 (1′ st De Stermich 6.5), Sbriccoli 6.5, Sahnoune 6 (18′ st Castriota 6), Monte 6.5, Russo 6.5, Barbero 6, Dapavo 6 (11′ st Mirante 6), Anastasia 6, Picerno 6, Dessì 7, Ino 6 (1′ st Astuto 6). A disp. Franceschini. All. Zecchi Fabrizio. Dir. Picerno – Barbero.
ARBITRO: Centonze di Torino 7.5.
AMMONITI: 16′ st Mirante (Ci), 17′ st Palazzo (Ce).

Il Cit Turin Under 15 di Fabrizio Zecchi
Il Cit Turin Under 15 di Fabrizio Zecchi

LE PAGELLE DI CENISIA – CIT TURIN UNDER 15

CENISIA
All. Secci 6.5 
La sua squadra le prova tutte per andare a segno, ma manca un pizzico di lucidità sotto porta.
Schettini 6.5 Sul rigore non può nulla; per il resto, buonissima prova.
Sorbone 6 Spinge il più possibile, ma non trova varchi.
Picciano 6 Buona corsa.
Bruscella 7 Un suo inserimento prezioso permette di pareggiare i conti.
Lingua 6 Pochi alti, ma tanto sacrificio.
Feer 6.5 Gladiatorio.
Fezulla 7 Prova a pungere in tutti i modi possibili, ma ha poca fortuna.
Scalabrin 7.5 L’MVP della domenica mattina.
Napoli 6 Prestazione non memorabile, ma conferisce la giusta quantità.
23′ st Angelotti 6 Non male da subentrato.
Palazzo 6 Ha poco spazio per il gol.
22′ st Cicogna 6 Una bella sassata da calcio piazzato sul finire della ripresa.
Taga 6.5 Suo l’assist che permette a Bruscella di insaccare nel sette.
1′ st Manavella 6 Fa sentire il fisico.
Dir: Scalabrin – Picciano.

CIT TURIN
All. Zecchi 6.5 
Ottima fase difensiva per i suoi.
Massari 6 Incolpevole sul gol.
1′ st De Stermich 6.5 Secondo tempo di pregiata fattura.
Sbriccoli 6.5 Dai suoi piedi partono un paio di ripartenze potenzialmente velenose.
Sahnoune 6 Macina chilometri a destra.
18′ st Castriota 6 Il suo ingresso regala un po’ di brio.
Monte 6.5 Combattivo.
Russo 6.5 Robusto in mediana.
Barbero 6 Fa ottima guardia.
Dapavo 6 Non brilla.
11′ st Mirante 6 Nella ripresa si merita la sufficienza piena.
Anastasia 6 Mastino in mezzo al campo.
Picerno 6 Tenta di sfondare la retroguardia avversaria in contropiede.
Dessì 7 Destro potente dagli undici metri e rete del momentaneo vantaggio.
Astuto 6 Crea scompiglio in avanti.
1′ st Ino 6 Imprevedibile e velocissimo.
Dir: Picerno – Barbero.

Giacomo Scalabrin, l'MVP della domenica mattina
Giacomo Scalabrin (Cenisia), l’MVP della domenica mattina

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli