Il gruppo 2004 di Clemente Pesce
Il gruppo 2004 di Clemente Pesce

”Don’t stop me now” è lo spirito con cui i protagonisti della finale di Coppa Piemonte affrontano il palcoscenico del Righi, perfetta cornice per un match che dà vita a una battaglia senza esclusioni di colpi; da una parte l’Ivrea Banchette, dall’altra i Boys, entrambi agguerriti più che mai e con in testa la brama di vittoria, strappata all’ultimo secondo da un’intuizione geniale di “Mr. Fahrenheit” Davide Dimino che nel caldo cocente di Borgaro, accende la partita sfruttando il brillante assist di Andrea Rondoletto e la maldestra uscita di Lorenzo Massone, per infilarla nel sacco con un colpo di spalla. Partita molto equilibrata, nel primo tempo: gli eporediesi di Pesce al 3’ ottengono il vantaggio grazie al lesto Davide Dimino servito da un assist del bomber Edoardo Pitti, i Boys, invece, creano gioco e buone occasioni per finalizzare. La prima chance per la squadra di Micale porta la firma di Samuele Tagliotti, che con un cross al limite dell’area colpisce il palo alla destra di Ippolito. Un’altra grande opportunità viene creata al 26’, quando Ippolito, troppo spavaldo, lascia incustodita la porta, Jacopo Cannonero, solo in area, non riesce a mettere a segno il colpaccio. Riapre la partita il rigore (dubbio) dato al 34’, da un lieve contatto di Ippolito con Cannonero, Matteo Visentin dal dischetto, non sbaglia e spiazza il portiere, chiudendo la prima frazione di gara sull’1-1 tra i cori degli spettatori entusiasti, portando più ossigeno alla squadra. Il secondo tempo, si riapre con la grande consapevolezza da parte di entrambe le squadre che rimane solo un tempo da giocare, e il desiderio di riuscire a chiudere la partita in quei 35’, senza dover affrontare i supplementari e scongiurare i rigori. Al 12’ “l’inventore” Pitti, crea la giusta azione per il raddoppio, dalla distanza cerca l’eurogol, ma l’impresa sfuma a causa della prontezza di riflessi di Massone, abile a bloccare ogni sua intenzione. I ragazzi di Micale non demordono e al 16’ Edoardo Barbato su passaggio del capitano Mazzarello cerca la conclusione, di nuovo Ippolito, la stoppa tra i guantoni. Il Boys Calcio cerca di prendere il totale sopravvento in campo, Cannonero prova a riscattarsi, servendo abilmente Mazzarello, ma la difesa eporediese è invalicabile e la palla gli viene tolta dai piedi. Allo scadere della seconda frazione di gara, le compagini, stremate, danno il tutto per tutto, al 33’ Tommaso Campodonico, tenta l’ultima chance cercando la via della rete, non trovando però il sostegno dei compagni di reparto, sfuma ogni sogno di gloria. A infrangere definitivamente le speranze di Biagio Micale e del suo Boys Calcio è la spallata di Dimino, allo scadere del recupero. Onore ai vincitori, ma anche ai vinti; ambedue le squadre concludono un’annata encomiabile che non ammette rimpianti.

Ivrea Banchette-Boys Calcio 2-1
RETI (1-0, 1-1, 2-1): 3′ Dimino, 34′ rig. Visentin (B), 38′ st Dimino.
IVREA BANCHETTE (4-3-3): Ippolito 7.5, Corgnati 7 (22′ st Tosi 7), Villa 8, Madaro 8 (35′ st Bovio sv), Bagalà 8.5, Benso 7.5, Dimino 10, Rondoletto 8.5, Pitti 9, Poma Vargas 8 (14′ st Alpignano 7), Colonna 9 (26′ st Primon sv). A disp. Gassino, Miled Jihed. All. Pesce 10.
BOYS CALCIO (4-3-1-2): Massone 6, Regini 6.5, Sciutto 8, Barbato 6.5, Alloisio Edoardo 7, Visentin 7.5, Mazzarello 7, Ferrari J. 6.5, Cannonero 7.5 (37′ st Torelli sv), Campodonico 7, Tagliotti 7. A disp. Maranzana, Perrotta, Statuto, Alloisio Samuele. All. Micale 8.
ARBITRO: Matteo Moncalvo di Collegno 6 Permane più di un dubbio sul contatto che ha causato il rigore.
COLLABORATORI: Gheorghe Mititelu e Umberto Galasso di Torino.