Settimo Acc. Verbania Under 15
L'Accademia Verbania di Bolzoni travolge il Settimo

I singoli fanno la differenza nel calcio e il Settimo, oggi, ne ha avuto l’ennesima prova. Poco si può fare quando si incontrano giocatori del calibro di Vianoli. E, se sono in giornata, si può solo incrociare le dita e sperare che la sorte sia benevola. Oggi, per i padroni di casa, non lo è stata: l’Accademia Verbania vince per 5-1, con tre reti del suo numero 10 e lancia un segnale forte al campionato. L’inizio della partita, sebbene il risultato finale risulti impietoso, mostra un equilibrio tra le due squadre. Il Settimo gestisce il pallone e cerca il fraseggio corto nei suoi uomini a centrocampo. Storniolo inventa, ma davanti manca sempre qualcosa. Al minuto 5′, gli ospiti si destano: basta una palla alle spalle dei difensori avversari e si genera il panico. Vianoli viene anticipato all’ultimo, ma è solo il preludio di un vantaggio imminente. Al tredicesimo, Ferrari si traveste da pittore e pennella un pallone al bacio per l’accorrente Vianoli, che scarta Capato e deposita in rete. Il vantaggio non scuote gli ospiti, che anzi accusano il colpo. Due minuti più tardi, è ancora Vianoli a ergersi protagonista. Dalla destra, si accentra, dribbla tre avversari con facilità irrisoria e piazza alla sinistra del portiere avversario. Un gol incredibile, di un giocatore che forse meriterebbe palcoscenici ancora più importanti. Non sazio, il 10 del Verbania decide di portarsi il pallone a casa. Al 18′, Capato esce in maniera perfetta per anticipare Pazzini. La palla termina al limite dell’area, dove c’è ovviamente Vianoli, che raccoglie e piazza all’angolino. Tre a zero in neanche venti minuti. Il Settimo prova a reagire, affidandosi allle invenzioni di Piovero e alla grinta di Penna. L’ultima emozione del primo tempo è regalata, però, ancora dagli ospiti: al 33′, su sviluppi di un calcio d’angolo, la palla arriva a Osmenaj, che di testa lambisce la parte superiore della traversa.

L’inizio del secondo tempo vede, nelle prime battute, una rabbiosa reazione dei padroni di casa. Dopo appena cinque minuti, Penna, caparbio e potente, parte dalla destra, supera due uomini e viene atterrato in area di rigore. Si presenta lui stesso dagli undici metri e non falisce. D’arrando si dirige verso la porta, intento a raccogliere il pallone per riportarlo al centro del campo. Interviene Piola e, nel parapiglia generale, il portiere degli ospiti viene atterrato dal 9 del Settimo, che lo spinge per terra. L’arbitro (in maniera forse un po’ troppo fiscale) decide di espellere l’attaccante del tecnico Pancioli, costringendo i suoi a tentare un’impresa in inferiorità numerica. L’episodio è decisivo: il Settimo non riesce a produrre altre occasioni ed è costretto a subire l’inevitabile avanzata degli avversari. Al quattordicesimo minuto, Penna colpisce a botta sicura, ma tra lui e la gloria si frappone Capato, che compie un autentico miracolo. Un minuto più tardi, D’arrando raccoglie un pallone sulla destra, lo stoppa con dolcezza, si accentra e realizza col sinistro la quarta rete. Un altro gol da applausi. Il Settimo allora crolla e si espone a grandissimi rischi. Al 19′, Gaeta scappa in profondità, resiste a un fallo, non cade e incrocia con il destro: è 1-5. Da questo momento, gli ospiti decidono di gestire, più che affondare. Il ritmo della partita cala e il numero delle occasioni diminuisce in maniera vertiginosa. L’Accademia Verbania vince, il Settimo reclama per l’espulsione subita. A mettere tutti d’accordo ci pensa Vianoli: di fronte a giocatori così, non ci possono essere discussioni.

IL TABELLINO DI SETTIMO ACCADEMIA VERBANIA

Settimo 1
Acc.Verbania 5
RETI (0-3, 1-3, 1-5): 13′ Vianoli (A), 16′ Vianoli (A), 18′ Vianoli (A), 5′ st rig. Penna (S), 15′ st Ferrari (A), 19′ st Primerano (A).
SETTIMO (4-3-3): Capato 7, Carlini 6, Masi 6 (4′ st Formicola 6), D’Iorio 5.5 (4′ st Di Crea 6), Ferroni 7 (35′ st Donisi 6), Ruella 5.5 (23′ st Aimar 6), Scaramuzzi 6 (24′ Tavilla 6.5), Storniolo 7 (23′ st Usai 6), D’Arrando 6, Piovero Simone 7, Penna 7 (28′ st Gaeta 6). A disp. Mazzeo, Merlino. Dir. Pancioli Ale..
ACC.VERBANIA (4-3-2-1): Piola 7, Romagnoli 7 (5′ st Silvestri 6), Gulfo 7.5, Negri 7, Osmenaj 7, Cerutti 7 (28′ st Marinaro 6), Mariona 7.5 (12′ st Primerano 7), Imbriaco 7, Ferrari 8 (22′ st Cavalli 6), Pazzini 7.5, Vianoli 8.5. A disp. Fadino, Lenoci, Briola, Castrigno. All. Bolzoni.
ARBITRO: Sacchitella di Collegno 5 L’episodio dell’espulsione di D’Arrando lascia qualche dubbio.
AMMONITI: 16′ st Carlini (S), 37′ st Cavalli (A).                                                                                                                                    ESPULSIONI: 5′ st D’Arrando (S).

Le pagelle di Settimo – Acc. Verbania Under 15

Settimo 4-3-3

settimo Acc. Verbania Under 15 Settimo
Il Setttimo di Pancioli sconfitto dal Verbania

All. Pancioli 6.5 Ha qualcosa da recriminare sull’episodio dell’espulsione.

Capato 7 Incolpevole sui gol subiti. Realizza un vero e proprio miracolo su Penna nel secondo tempo.
Carlini 6.5 Quantità e corsa da vendere.
Masi 6 Attento, preciso in copertura.  4′ st Formicola 6 Entra in un momento non semplice. Sufficiente.
D’Iorio 5.5 Soffre un po’ la qualità offensiva degli avversari. 4′ st Di Crea 6 Entra bene.
Ferroni 7 Leone vero. Da capitano, esce solo quando è esausto. 35′ st Donisi sv.
Ruella 6 Ha qualche colpa sui primi gol, ma ha un compito non facile. 23′ st Aimar 6 Positivo.
Scaramuzzi 6 Non brilla particolarmente. 24′ Tavilla 6.5 Cuore e grinta là in mezzo.
Storniolo 7 Illumina. Uno degli ultimi a mollare. 23′ st Usai 6 Ci prova.
D’Arrando 6 Poco lucido quando arriva là davanti.
Piovero 7 Ha classe, ma poco continuo.
Penna 7 Corre per sé e per altri 4 (almeno). 28′ st Gaeta sv.

Acc. Verbania 4-3-2-1
All. Bolzoni 7 Vittoria roboante. La sua squadra ha tanta qualità

Settimo Accademia Verbania Under 15, Vianoli
Biru Vianoli autore della tripletta

Piola 7 Quando è chiamato in causa, è sempre attento.
Briola 7 Quantità e qualità là in mezzo. 5′ st Silvestri 6.5 Molto tecnico.
Gulfo 7.5 Dalla sua parte non passa neanche l’aria.
Negri 7 Insuperabile, sicuro.
Osmenaj 7 Con Negri, forma una coppia d’acciaio.
Cerutti 7 Ordine e fosforo in mezzo al campo. 28′ st Marinaro sv
Mariona 7.5 Non smette mai di correre. Quando allunga, è imprendibile. 12′ st Primerano 7 Entra e fa la differenza. Attacca benissimo la profondità.
Imbriaco 7 Gioca da terzino e lo fa in maniera egregia. Piede sinistro raffinatissimo.
Ferrari 8 Crea, inventa, segna. Bel giocatore. 22′ st Cavalli 6.5 Entra e fa bene.
Pazzini 7.5 Le grandi prove di Ferrari e Vianoli non devono illudere: anche lui è fortissimo.
Vianoli 8.5 Tutti ancora hanno negli occhi il suo secondo gol. Il migliore in campo, senza troppe discussioni.