Allungo fulmineo del Lucento in ottica primo posto. La squadra di Emiliano Ferrari ormai è in fuga, con 11 punti di vantaggio sul Vanchiglia secondo classificato. 11 sono anche le vittorie consecutive e le fasi finali sono sempre più vicine… Il Venaria è sceso in campo con grande determinazione e voglia di far risultato, mettendo in difficoltà una grande compagine come quella ospite. Nonostante la sconfitta, di misura, Francesco Aragona può essere ampiamente soddisfatto. Il Lucento parte col turbo e dopo 4’ passa già in vantaggio. Sapone, da vero numero 10, serve, da metà campo, un preciso filtrante per Mennai, sulla sfera si avventa Matees che nel provare a metterci una pezza buca clamorosamente l’intervento, non riuscendo così ad allontanare la palla. Mennai si appropria della sfera, s’invola in area e a tu per tu con De Pasquale non fallisce, 0-1. Emerge il cuore dei padroni di casa e arriva la reazione. Al 24’ punizione pericolosa dell’ex di turno Belgiovine, Cuna è attento e spedisce in angolo. Dalla bandierina va a calciare Muscato, Ibrahimi sceglie il tempo giusto per colpire ma il suo esterno termina alto. Sul finire della prima frazione, al 31’, altra occasione per i cervotti. Granata, con un gioco di gambe straordinario, manda al bar la retroguardia ospite e serve un cross perfetto su cui si avventa Muscato, ma la sua girata viene neutralizzata in sicurezza da Cuna. Nella ripresa la squadra di Ferrari entra con un altro piglio e l’ingresso in campo di Caminiti dà maggiore verve ai suoi. Dopo 1’, pericoloso dai e vai tra Caminiti e Mennai, con il numero 16 che manca l’appuntamento col gol per un soffio. Al 10’, percussione solitaria ancora di Caminiti che s’incunea in area dall’out di sinistra provando la conclusione col destro. De Pasquale però è piazzato benissimo e chiude in corner col piede. I ragazzi di Aragona non riescono a creare palle-gol velenose e l’occasione più ghiotta è degli ospiti. Al 21’, Fioccardi batte un calcio di punizione, dai 30 metri, magistralmente, la traiettoria è perfetta ma la sfera si stampa sulla traversa. Super vittoria di carattere del Lucento.

Venaria 0
Lucento 1
RETI: 4′ Mennai (L).
AMMONITI: 15′ Ibrahimi (V), 23′ Arduino (L), 12′ st Castelmaro (L), 32′ st Smeriglio (L). ARBITRO: Santoro di Torino 6. Non commette errori da matita blu ma ogni tanto appare un po’ in affanno.


Venaria 4-4-2

All. Aragona 6.5 I suoi danno tutto, grande voglia.
De Pasquale 7 Attento nelle uscite, ottima parata su Caminiti.
Onidi 6 Qualche disattenzione di troppo. 26′ st Lanzafame sv
Niculaesi 6.5 Solido dietro.
Matees 5.5 Paga a caro prezzo la disattenzione sul primo gol.
Belgiovine 6.5 Non sbaglia quasi mai, prova rocciosa.
Cuccaro 6.5 Geometrie intelligenti, specie nei primi 35’.
Sebastiani 6.5 Qualche guizzo pericoloso. 17′ st Cannella 6.5 Entra con il giusto piglio.
Cesarano 6 Bene ma solo a tratti.
Ibrahimi 7 Abbina velocità e qualità. 25′ st Mina Simone sv
Muscato 6.5 Sponde interessanti. 21′ st Carlisi 6.5 Volenteroso.
Granata 7 Movimenti intriganti, tra i migliori in campo.
Dir: Gusmeroli.


Lucento 4-4-2

All. Ferrari 7 Ottima prova di forza ospite. Punti d’oro.
Cuna 6.5 Dà sicurezza al reparto difensivo.
Botta 7 Grande spinta a sinistra.
Macanthony 6.5 Sempre col giusto tempismo.
Castelmaro 7 Faro in mezzo al campo. Non sbaglia nulla.
Ech Cherqaoui 6 Un po’ spento. 1′ st Caminiti 7 Propositivo.
Fioccardi 7.5 Un muro dalla forte carica agonistica.
Merlo 6.5 Si muove bene.
Pasquale 7 Con lui la palla è in cassaforte, sontuoso.
Mennai 7.5 Freddissimo sotto porta, letale.
Sapone 7 Palloni al bacio. El Diez. 25′ st Smeriglio 6.5 Entra e lotta per i suoi.
Arduino 7 Un guerriero vero, non smette mai di correre.
Dir: Arduino – Malano.

LE PAROLE A FINE GARA: FRANCESCO ARAGONA (VENARIA)

LE PAROLE A FINE GARA: EMILIANO FERRARI (LUCENTO)