Vergano vs Rullo
Capitani a confronto, Vergano (Quincitava) e Rullo (Castellazzo)

Un pareggio amaro e pieno di rimpianti. Rimpianti per il Castellazzo, che con tre punti avrebbe conservato la categoria regionale in virtù della miglior differenza reti rispetto all’Accademia Borgomanero; rimpianti per il Quincitava, autore di una stagione in cui il bel gioco espresso non è stato sovente accompagnato da altrettanto positivi risultati. Nel primo tempo parte meglio il Castellazzo, con il portiere dei gialloneri Rampin che ha subito il suo bel da fare. I ragazzi di Goretta passano meritatamente in vantaggio al termine di una bella azione corale: Dan recupera palla a metà campo e la cede a Scavelli, che serve in profondità Viscomi; il numero 10 si presenta solo davanti a Rampin e lo supera con un tocco morbido. La risposta del Quincitava è affidata al centrale classe 2004 Mattioli, abile nel gioco aereo e vicino per due volte al gol sugli sviluppi di calci piazzati. Nella ripresa la squadra di Reolfi scende in campo con un piglio diverso, ma al quarto d’ora si ritrova in 10 per il rosso a Vigna. L’inferiorità numerica non scoraggia i gialloneri, che trovano il pari su rigore (fallo di mano di Rullo) con Pianese che trasforma. Rullo ha però l’occasione per il riscatto: al 36’ Ughetti spinge Kolev in area, per il direttore è calcio di rigore e il capitano del Castellazzo riporta avanti i suoi. Con questo punteggio i biancoverdi sarebbero salvi, ma il calcio riserva sorprese: manca un minuto al termine quando Gatti strattona vistosamente in area Vergano, inevitabile l’ennesimo penalty; della battuta si incarica capitan Vergano, che non sbaglia e riporta la sfida in parità. Nel finale il Quincitava avrebbe anche la possibilità di fare il colpaccio, con Fileccia che scarta tutti, portiere compreso, ma Randazzo salva sulla linea con la complicità del palo. Al triplice fischio il risultato, così come i (tanti) rimpianti, è di parità.

IL TABELLINO:

Castellazzo-Quincitava 2-2
RETI (1-0, 1-1, 2-1, 2-2): 17′ Viscomi (C), 30′ st rig. Pianese (Q), 36′ st rig. Rullo (C), 39′ st rig. Vergano (Q).
CASTELLAZZO (3-5-2): Capocchiano 6.5, Cela 6, Volpi 6.5 (14′ st Montobbio 5.5), Rullo 7, Mattei 6.5, Randazzo 7.5, Gatti 6.5, Dan A. 6.5 (26′ st Moretti sv), Scavelli 7 (28′ st Kolev 6.5), Viscomi 6.5 (38′ st Magnetti sv), Boriani 6. A disp. Visentin, Damoni, Fagan. All. Goretta 6.5. Dir. Mattei.
QUINCITAVA (4-2-3-1): Rampin 6.5, Ruggeri 7, Balbiano 6.5, Vergano 7, Mattioli 6.5, Ughetti 5.5, Vigna 6, Maglione 6.5, Pianese 7, Macinato 6 (17′ st Verteramo 6, 32′ st Cossu sv), Fileccia 6.5. A disp. Scaglia Rat, Ferrando, Pitti, Gnorra. All. Reolfi 6.5. Dir. Bodrino.
ARBITRO: Bushaj di Novara  5.5.
ESPULSI: 16′ st Vigna (Q), 42′ st Montobbio (C), 44′ st Gatti (C).

Castellazzo
All. Goretta 6.5 Prima frazione davvero convincente dei suoi.
Capocchiano 6.5 Bravo su Fileccia, quasi intuisce su Pianese.
Cela 6 Non sempre attento dietro, rischia di farsi espellere.
Volpi 6.5 Contiene Fileccia. 14′ st Montobbio 5.5 Nervoso.
Rullo 7 Buoni interventi, causa un rigore e ne trasforma uno.
Mattei 6.5 Filtro utile davanti al trio difensivo, flangiflutti.
Randazzo 7.5 Salvataggio provvidenziale nel finale, a sinistra non si risparmia e lotta con Vigna e Ruggeri.
Gatti 6.5 Mezzo voto in meno per l’ingenuità del rigore.
Dan A. 6.5 In mezzo alterna spunti offensivi a coperture.
Scavelli 7 Assist illuminante. 28′ st Kolev 6.5 Porta energia.
Viscomi 6.5 Segna il gol del vantaggio, poi cala vistosamente.
Boriani 6 Spesso fuori dal fulcro dell’azione, poteva fare di più.

Quincitava
All. Reolfi 6.5 Partenza in sordina, prestazione in crescendo.
Rampin 6.5 Attento soprattutto in avvio, uscite efficaci.
Ruggeri 7 Uno dei migliori, non molla mai e sfiora un eurogol.
Balbiano 6.5 Solita sicurezza ma a volte tarda il passaggio.
Vergano 7 Giropalla di qualità, procura e trasforma il penalty.
Mattioli 6.5 Gran personalità e di testa è sempre pericoloso.
Ughetti 5.5 Giornata no, tanti errori evitabili e il rigore causato.
Vigna 6 L’intesa con Ruggeri era buona, poi si fa espellere.
Maglione 6.5 Gioca semplice, usando la testa e la calma.
Pianese 7 Si muove bene e segna la rete della speranza.
Macinato 6 Non incide. 17′ st Verteramo 6 Arrembante.
Fileccia 6.5 Ispirato e sempre pungente a sinistra; ha due grandi occasioni che non riesce a sfruttare per pochissimo.

LE PAROLE A FINE GARA: PATRICK REOLFI

LA FOTOGALLERY DI GIROLAMO CASSARA’