Chieri Under 16
I collinari di Christian Viola

A chiudere un girone da 100 e Lode è una partita assurda. Al Chieri basterebbe un solo punto sull’Accademia Verbania per conquistare la matematica certezza delle semifinali, peccato però che Corsi si presenti nella tana della capolista con solo 9 generosi ragazzi arruolabili. Sanzione e figuraccia evitata (?), ma ciò che si vede in campo è più vicino ad un allenamento situazionale che ad una partita di regionali. Valera dà inizio alle danze dopo soli 5’ dovendosela però vedere con un eroico Tucci che lo costringe a due tocchi per sporcare la rete per la prima volta. Nel giro di 15’ Alberetto, Saddi e Laneve (tiro da fuori di pregevole fattura) mettono in ghiaccio le cose e permettono ai collinari di concentrarsi sul palleggio. Nella seconda metà della prima frazione la linea guidata da Arnaboldi regge e argina il passivo fino allo scadere, quando ancora Laneve timbra il tabellino. Nella ripresa, le poche forze di Plorutti e compagni vengono meno e il tiro al bersaglio diventa disarmante. Alberetto si erge ad architetto e regala assist deliziosi a destra e a manca; tra i cambi l’unico a non trovare la rete è Businaro che però si propone sempre e manda in rete Martello con un’azione stilisticamente perfetta; Saddi mette a ferro e fuoco l’out di destra con incursioni continue e sempre pericolose. Tra i più stoici a lottare contro i mulini a vento si distinguono Tucci, miracoloso su Laneve e De Santis al 15’ e al 18’, e Greggio che pressa da solo per 80’ senza mai prender fiato. Con l’ultimo gol di Gai al 41’ i collinari si possono fermare avendo raggiunto la simbolica cifra di 100 reti fatte in campionato. Una terza cifra da paura che, oltre a testimoniare la tirannide esercitata dai collinari sul Girone A, manda anche un messaggio fortissimo alle pretendenti al titolo: l’armata azzurra c’è e aspetta ansiosa avversari alla sua altezza.

Chieri 14
Acc.Verbania 0
RETI: 5′ e 39′ st Valera, 9′ Alberetto, 16′ 24′ st Saddi, 19′ e 41′ Laneve, 5′ st Pianetti, 13′ st Mennuti, 21′ st Tollardo, 23′ st e 35′ st Caprino, 28′ st Martello, 41′ st Gai.
AMMONITI: 18′ Greggio.
ARBITRO: Tudisco di Nichelino  7 Partita eccessivamente facile.

CHIERI 4-2-3-1
All. Viola 8 Gioco, set, partita. Semifinali in cassaforte.
Gagliardi 7 Sei palloni toccati.
Pianetti 7.5 Si fa trovare pronto e prende gusto nelle scorribande. 8′ st Caprino 8 Doppio bollo.
Guariento 7 Stagione da terzino nel segno della solidità. 8′ st Businaro 7.5 Affamato di gol.
Gai 7.5 Prova anche da terzino in ottica nazionale.
De Santis 7 Granitico.
Frattoloni 7 Manca solo il gol.
Mennuti 7.5 Fonte viva di qualità. 19′ st Tollardo 7.5 Prova a chiudere in bellezza con la rovesciata.
Alberetto 8 Versatilità e qualità.
Valera 8 Cinico e generoso.
Laneve 8 Certi spiragli li vede solo lui. 19′ st Martello S. 7.5 Combinazione da calcetto con Businaro.
Saddi 8 Non smette mai di correre.
A disp: Bellomo.
Dir: Guariento – Pianetti.

ACCADEMIA VERBANIA 4-3-3
All. Corsi 6 Condizioni più che disagevoli. Società, ci sei?
Tucci 7 Eroe stoico fino ai due errori su Saddi e Martello a metà secondo tempo. Da prendere come allenamento intensivo.
Greggio 7.5 Pressa da solo per 80’: volontà ferrea e coraggio. Esce tra gli applausi unanimi.
Maesano 6 In mezzo è chiaramente in difficoltà. Fa quello che può.
Capriolo 6.5 Vince qualche contrasto. Buona la seconda metà di primo tempo.
Iracà 7 Con coraggio si lancia anche in un paio di percussioni.
Rosa 6.5 Prova a dar battaglia.
Secondo 6 Le poche palle in possesso non le gestisce al meglio.
Arnaboldi 6.5 Qualche buco riesce a tapparlo.
Plorutti 7 Dialoga bene con Iraci in più occasioni.
Dir: Arnaboldi.

Accademia Verbania Under 16
I ragazzi di Davide Corsi

LE PAROLE A FINE GARA: CRISTIAN VIOLA E DARIO LANEVE