12 Agosto 2020 - 00:28:10

Chisola, Sicilia tra due fuochi: Il Lascaris lo vuole ma il Chisola lo considera patrimonio della società e lo vuole trattenere

Le più lette

Rovato Eccellenza, tra i pali arriva Manuel Felotti dal Brusaporto

Nuovo portiere per il Montorfano Rovato, società impegnata nel campionato di Eccellenza, che si è assicurata il classe 2002...

Città di Varese Serie D, altro colpo in attacco: ecco Andrea Addiego Mobilio

Il Città di Varese comunica di aver raggiunto l'accordo con Andrea Addiego Mobilio, esterno d'attacco in arrivo dai liguri...

Rivoli: Granieri vince il ricorso e torna presidente, Scozzaro out

Se non vi siete portati il romanzo da ombrellone in spiaggia, potete facilmente rileggere l’anno tormentato del Rivoli del...

Da una parte l’esigenza della società, in questo caso il Chisola, che per poter svolgere l’attività e programmare una stagione hanno bisogno di certezze, dall’altra quella dei giocatori. Sta di fatto che spesso si finisce in un muro contro muro che a lungo andare non giova a nessuno. La storia è quella di Daniele Sicilia, trasferitosi a Vinovo nella stagione 2018-2019: con la maglia del Chisola aveva concluso l’annata collezionando 10 presenze e segnando una rete. In estate, però, qualcosa è cambiato: alcune problematiche hanno fatto sì che il padre, Franco, decidesse di chiedere lo svincolo dal Chisola. Parole sue: «La ragione è prettamente economica: la nostra famiglia è di Pianezza, e lo spostamento da casa a Vinovo per più volte a settimana era diventato insostenibile. In più c’era anche l’aspetto scolastico: conciliare in una giornata gli impegni di scuola con gli allenamenti a Vinovo è stato sempre più duro, e anche il rendimento di Daniele cominciava a risentirne. Abbiamo chiesto di essere svincolati ma non ci è stato concesso, e fino a metà novembre Daniele si è ancora allenato e ha giocato. Poi abbiamo fatto richiesta di nulla osta in modo che Daniele potesse allenarsi con il Lascaris, aspettando la scadenza del 30 giugno, ma anche questo ci è stato negato. Onestamente non so perché, considerando che invece Pier Paolo Broggio aveva richiesto di essere svincolato ed è stato accontentato. Daniele rischia di stare fermo fino a giugno, l’unica nota positiva è che almeno il rendimento scolastico è migliorato». Sentito telefonicamente il responsabile del settore giovanile del Chisola, Enzo Scalia, è stato netto: «Con Broggio abbiamo fatto le nostre valutazioni basate anche sull’impiego del giocatore, mentre per quanto riguarda Sicilia il discorso è completamente diverso. Daniele è un patrimonio della società, e per questo stiamo facendo di tutto per trattenerlo: se il problema è il trasporto la soluzione la troviamo, siamo pronti a trovare un compromesso. Se invece il problema vero è un altro allora per tanti sforzi che la società possa fare allora non si arriverà mai a una soluzione. Per quanto riguarda il nulla osta non ho ricevuto alcuna richiesta, resta il fatto che Daniele ha a disposizione le nostre strutture per allenarsi e se vuole tornare lo accogliamo a braccia aperte».

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli