10 Agosto 2020 - 21:37:15

Cit Turin – Canelli Under 16, Lamorte e Pascale rimontano gli ospiti, non basta Gonella

Le più lette

Riunione Consiglio CRL: quattro ripescaggi in Eccellenza e Promozione a 96 squadre

Finalmente è arrivato il giorno in cui le società lombarde hanno conosciuto i format dei campionati. Come era ampiamente...

Legnano Serie D, ecco il botto finale e che botto: in lilla arriva Francesco Luoni

Che Edoardo Brusa potesse non essere l'ultimo acquisto del Legnano si poteva facilmente intuire, ma il colpo messo a...

Città di Varese Serie D, per il reparto offensivo c’è Alessandro Capelli. «Giocare all’Ossola sarà emozionante»

Quinto arrivo per il Città di Varese che pochi minuti fa ha annunciato l'esterno offensivo Alessandro Capelli, giocatore cresciuto...

Ennesima beffa nel finale per il Canelli di Alessandro Massasso che ancora una volta si trova a veder sfumare i tre punti negli ultimi minuti. La contesa fra Cit Turin e Canelli propone mille emozioni, terminando incredibilmente con un pirotecnico 2-2. Un Cit Turin inizialmente statico e pigro si sveglia nella ripresa mettendo a ferro e fuoco la retroguardia comandata da Carrieri. Il match si apre con la fortissima partenza del Canelli che già al 1′ sfiora il vantaggio con Prato, autore di una conclusione incredibilmente goffa che gli impedisce da due passi di centrare la porta sguarnita. Difesa assente in marcatura ma, nonostante la dubbia posizione, l’errore è assolutamente imperdonabile. Gli ospiti continuano a spingere sull’acceleratore e sfiorano nuovamente la realizzazione grazie al colpo di testa di Cabella, sfortunatamente terminato sul legno montante della porta difesa da Borio. Trema nuovamente la retroguardia locale. La prima offensiva dei padroni di casa arriva al 23′ con la buona iniziativa del neo-entrato Lamorte, fermato sul più bello dalla reattività di Chiriotti. Sul ribaltamento di fronte il Canelli riesce a trovare il vantaggio; Gjorgjiev recupera palla sull’esterno e pesca nel mezzo il preciso inserimento di Gonella che viene colpevolmente lasciato libero di impattare. L’unico del Cit Turin che sembra in grado di impensierire le resistenze avversarie risulta essere Lamorte, ancora protagonista al 33′ con una conclusione che sfila sopra la traversa di un soffio. Sicuramente impatto più che positivo per l’esterno rosso-verde. Il secondo tempo propone lo stesso assetto precedente ed il Canelli riesce a trovare subito il raddoppio con la conclusione di Prato, decisivamente sporcata dall’intervento di un difensore che beffa l’incolpevole Borio. Il doppio vantaggio è assolutamente meritato ma sveglia improvvisamente i padroni di casa che alzano notevolmente il ritmo; Ansah lascia partire un siluro dalla distanza che trova la pronta risposta di Chiriotti e, sul corner seguente, i padroni di casa sfiorano la rete con la sfortunata deviazione di Mattia Pergola, terminata sulla traversa. Massasso predica calma, i suoi ragazzi sembrano però clamorosamente in difficoltà. Al culmine di venti minuti d’assedio il Cit Turin riesce finalmente a riaprire la partita con il mancino del solito Lamorte, rapace ad avventarsi sul pallone perso da El Mouaatamid e freddo nella conclusione. Passano pochi minuti ed i locali riescono addirittura a trovare il pari con la folle conclusione di Pascale che, lasciato colpevolmente libero di calciare, riesce a pescare il jolly dai 40 metri sorprendendo un poco reattivo Chiriotti. La retroguardia del Canelli è incredibilmente in difficoltà. Gonella prova a scuotere i suoi con le sue solite progressioni, Bosio è un muro e gli nega la gioia della doppietta tenendo a galla la squadra. Nei minuti finali i padroni di casa sfiorano ripetutamente il vantaggio sia con Ansah che con Lamorte, ma Chiriotti riesce a salvarsi. L’ultimo brivido vede protagonista proprio il portiere ospite, autore di un’uscita scellerata probabilmente meritevole del penalty. Nadjir non è dello stesso avviso e manda le squadre negli spogliatoi.

IL TABELLINO DI CIT TURIN – CANELLI UNDER 16

RETI: 24′ Gonella (Ca) , 5′ st Prato (Ca), 27′ st Lamorte (Ci), 29′ st Pascale (Ci).
AMMONITI: 16′ Capobianco (Ca), 7′ st Cabella (Ca), 30′ Traina (Ci), 41′ Ravagnani (Ci).
CIT TURIN (4-4-2): Borio, Mursone (15′ Lamorte), Traina, Zorzi, Calò, Pascale, Carlino, Ravagnani , Magnetti (21′ st Gozzo), Bellucci (21′ st Kongjinaj), Lentini (30′ Ansah). All. Loddo. A disp. Ansah, Kongjinaj, Cerato, Gozzo, Bugni, Lamorte, D’Ambrosio.
CANELLI (4-3-3): Chiriotti, Pergola M, Abela (38′ st Piana), Pergola A, El Mouaatamid, Carrieri, Prato, Capobianco (24′ st Bosio), Gjorgjiev, Cabella, Gonella. All. Massasso. A disp. Olivero, Falletta, El Yamouni, Piana, Bosio, Russelli, Manzo, Amerio.
ARBITRO: Nadjir di Torino 6 Gestisce bene l’utilizzo dei cartellini, spesso lascia correre su contatti leggeri. Nel finale non concede un penalty molto dubbio a favore del Cit Turin.

LE PAGELLE DI CIT TURIN – CANELLI UNDER 16

 

Il Cit Turin Under 16
Il Cit Turin Under 16

Daniele Lamorte
Daniele Lamorte

 

CIT TURIN
All. Loddo 6
La squadra appare senza mordente, cerca di smuovere gli animi con alcuni cambi anticipati. Finale in crescendo.
Borio 6.5 Poco preciso nelle uscite alte, compie un miracolo su Gonella a cinque dalla fine.
Mursone sv 15′ Lamorte 7.5 Sicuramente il più propositivo, entra con il piglio giusto e riapre la gara approfittando di uno dei pochi errori della difesa avversaria.
Traina 5 Prestazione nettamente sotto tono, si perde Gjorgjiev sul gol e si fa ammonire ingenuamente.
Zorzi 6.5 Una sicurezza per la mediana, dialoga bene con i compagni e si fa sentire. Leader.
Calò 5 Dovrebbe comandare la retroguardia ma appare distratto ed impreciso.
Pascale 6.5 L’assetto difensivo di giornata non funziona ma lui si trasforma in bomber portando la propria squadra al pareggio.
Carlino 6 Vorrebbe dare la scossa con gli inserimenti, viene ingabbiato con facilità.
Ravagnani 6 Prima frazione da dimenticare, cresce maggiormente nella ripresa.
Magnetti 5.5 Non riesce a conquistare la profondità, è statico e prevedibile. 21′ st Gozzo sv
Bellucci 5.5 Si vede poco in fase offensiva, non riesce mai a calciare. 21′ st Kongjinaj sv
Lentini 5 Esce per scelta tecnica, assente ingiustificato. 30′ Ansah 7 Infonde forza fisica e potenza muscolare nel mezzo.

 

CANELLI
All. Massasso 6.5 Prestazione brillante nella prima frazione, ripresa a tratti da dimenticare. Peccato.
Chiriotti 5.5 Partita a due facce, primo tempo da spettatore e ripresa da bersaglio. Qualche errore di troppo.
Pergola M. 7 Sovrapposizioni puntuali e ripetute, è un treno sulla fascia.
Abela 6.5 Rispetto al collega si limita in fase d’attacco preferendo la difesa, scelta saggia. 38′ st Piana sv
Pergola A. 6 Imposta la manovra dalla propria area, a tratti si abbassa estremamente.
El Mouaatamid 6 Dovrebbe essere la muraglia a disposizione di Massasso ma concede troppo nella ripresa e paga il rischio.
Carrieri 6 Diagonali perfette, si applica con volontà ma è il principale colpevole sulla rete subita, liscia la palla e concede il tiro a Lamorte.
Prato 7 Brillante e deciso, l’errore in avvio è imperdonabile ma si riscatta nella ripresa. Bravo e fortunato.
Capobianco 6.5 Lotta a centrocampo con intensità e grinta. 24′ st Bosio sv
Gjorgjiev 7 Illumina con giocate da campione, la pennellata che pesca Gonella è da cineteca.
Cabella 7 Fa valere i propri centimetri nei contrasti aerei, recupera molti palloni ed abbandona il campo privo di energie. 27′ st Russelli sv
Gonella 7.5 Incontenibile, trova la rete del vantaggio e si scatena in rapidità. Saetta.

LE PAROLE A FINE GARA: Alessandro Massasso.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli