Cumiana in festa
Cumiana in festa

Campo neutro e scontro diretto. L’esempio perfetto di una partita combattuta e incerta. E, come nelle migliori favole, a fine gara a festeggiare sono entrambe le società: il Cumiana con la vittoria scavalca l’Accademia, guadagnandosi la salvezza da primo nel girone, mentre la squadra di Ottina ringrazia lo scivolone del San Mauro e il pareggio tra Castellazzo e Quincitava, che le consentono di staccare il pass salvezza della miglior seconda. I primi minuti sono infuocati, e vedono il Cumiana partire carico, sfruttando fulminee ripartenze; alla prima occasione i gialloblù colpiscono: Vinciguerra offre un cioccolatino a Codias, che dopo la prima conclusione respinta da Salina si avventa sulla ribattuta, insaccando il vantaggio. L’Accademia continua a fare la partita, ma i pericoli sono pochi e sterili. Dall’altra parte la rapidità delle punte fa ancora male a Salina e compagni: Vinciguerra si districa tra le maglie rossoblù e trova il varco per calciare; Gabriele Salina ribatte ancora, ma sulle seconde palle i più svelti sono sempre i ragazzi di Raeli, nello specifico Lucantonio, che colpisce a porta sguarnita. Il Cumiana torna ad abbassare il baricentro, ma alla lunga l’Accademia punisce: Del Ponte apre il piattone dopo un cross dalla destra, e prende in controtempo Marcellino, con la palla al sette. Nella ripresa il merito dei gialloblù sta nel non sussultare al riavvicinarsi avversario, giocando coperti e a tensione sempre massima. I pericoli però non tardano ad arrivare dalle parti di Marcellino, che prima salva al 12’ su una conclusione a botta sicura di Cetrangolo, e poi, a due minuti dal recupero, si supera su Djemaili, con una bella respinta alta. Sigillata la salvezza per il Cumiana, che può festeggiare e cantare, mentre i rimpianti di Ottina e i suoi vengono strozzati dopo esser venuti a conoscenza dei risultati dagli altri campi. Bella partita e bell’epilogo.

Cumiana Real-A.Borgomanero 2-1
RETI (2-0, 2-1): 6′ Codias (C), 21′ Lucantonio (C), 39′ Del Ponte (A).
CUMIANA REAL (4-3-3): Marcellino 6.5, Molino 6, Scaglia 6.5, Vasciaveo 6.5, Toscano 7, Boetto 7, Lucantonio 6.5 (15′ st Ierinò 6.5), Raeli 6, Pipino M. 6 (9′ st Greco 6), Vinciguerra 7.5 (34′ st Benigno sv), Codias 7. All. Raeli 7.5. Dir. Molino.
A.BORGOMANERO (4-3-3): Salina 6.5, Zonca 5.5, Roberto 5.5, Pagani 6, Cerutti 6, Cavallaro 6.5, Menzaghi 6 (1′ st Bovi 6.5), Cetrangolo 6.5, Tumino 6, Del Ponte 7, Pileri 7 (29′ st Djemaili 6). A disp. Nojelli, Delmastro, Rekkab, Filiberti, Tuzzeo, Zoccali, Muzzupappa. All. Ottina 6.5. Dir. Filiberti. ARBITRO: Zanello di Vercelli 6.
AMMONITI: 18′ Pagani (A), 19′ Toscano (C), 39′ Marcellino (C), 39′ Pileri (A), 41′ Vinciguerra (C), 6′ st Codias (C), 22′ st Cavallaro (A), 42′ st Raeli (C).

Cumiana Real Under 16
Cumiana Real Under 16

Cumiana Real
All. Raeli E. 7.5 Lui si attribuisce appena il 10% del successo, ma noi vogliamo dargli più credito. Gara di lotta ben preparata.
Marcellino 6.5 Riflesso felino su Cetrangolo. Sempre attento.
Molino 6 Non si abbatte, e risponde colpo su colpo.
Scaglia 6.5 Sicurezza su tutta la fascia. Pendolino.
Vasciaveo 6.5 Spinge meno, ma garantisce copertura.
Toscano 7 Grinta e lotta, nonostante l’ammonizione fulminea.
Boetto 7 E’ su tutte le linee di passaggio. Mastino eccezionale.
Lucantonio 6.5 Rapace. 15′ st Ierinò 6.5 Bravo su Del Ponte.
Raeli D. 6 Si sbatte. Lo frenano un paio di fuorigioco dubbi.
Pipino 6 Si intende con Raeli. 9′ st Greco 6 Arretra per giocare.
Vinciguerra 7.5 Assiste il primo gol, e propizia il secondo.
Codias 7 Rapidissimo negli inserimenti. Gol d’apertura.

Accademia Borgomanero Under 16
Accademia Borgomanero Under 16

Accademia Borgomanero
All. Ottina 6.5 Sconfitta indolore. Le due vittorie nelle prime due partite salvano la sua Accademia come miglior seconda.
Salina 6.5 Così e così con i piedi, meglio con i guantoni.
Zonca 5.5 Alla canna del gas. Mancano le sue discese.
Roberto 5.5 Preso d’infilata perché spesso fuori posizione.
Pagani 6 Le punte gialloblù gli scappano. Si rifà nella ripresa.
Cerutti 6 In simbiosi con il collega, sale di colpi col tempo.
Cavallaro 6.5 Utile lavoro d’interdizione. Fa ripartire l’azione.
Menzaghi 6 Fermo sulle gambe. 1′ st Bovi 6.5 Più pimpante.
Cetrangolo 6.5 Mette ordine nel confusionario centrocampo.
Tumino 6 Ha una buona chance alla mezz’ora, poi sparisce.
Del Ponte 7 Chirurgico nel pescare l’angolino.
Pileri 7 Parte in quinta. 29′ st Djemaili 6 Sbatte su Marcellino.

LE PAROLE A FINE GARA: PAOLO OTTINA E NICO RAELI