Il Borgaro Under 16 di Gilberti

I due migliori attacchi del girone, la rivalità della passata stagione, la consapevolezza di non poter più perdere treni per riagganciare la vetta. Sono solo alcune delle premesse che hanno contribuito a rendere epica la battaglia di Mappano tra Borgaro e Lascaris. Su un campo stile Vietnam, le truppe di Gilberti e Manavella sanno di non poter sbagliare e dalle prime battute si capisce che non può essere una partita da X. I bianconeri scendono con più benzina e Andrioli prova subito a sfondare a sinistra. Dopo tre affondi senza esito decide di delegare e manda Mostacci sul fondo. Cross basso su cui Tugnolo non arriva pulito e manda sul fondo. Il Borgaro accenna una reazione con un tiro da fuori di Savio (sicuro Tribastone), ma Andrioli torna immediatamente a trainare i suoi con una traversa al 17’. La retroguardia gialloblù soffre e al 20’ viene bucata: Andrioli vince il rimpallo con Popescu e generosamente regala un rigore in movimento a Russo. 1-0. Passano 6’ e Scoccimarro assegna un rigore su fallo di mano di Quaceci e Russo glacialmente raddoppia. Un uno-due che stordisce i padroni di casa, ma la gara è troppo importante per non reagire e su palla recuperata da Alessio Montenegro, Greco non sbaglia il tupertu. Davanti il Lasca si intende alla grande e l’asse Andrioli-Russo crea altre due palle gol non sfruttate. Nella ripresa la battaglia in mediana è senza quartiere, ma la prima occasione arriva al 19’. Punizione di Quaceci, sulla ribattuta Savio strozza un tiro da fuori servendo Popescu sul limite del fuorigioco che, in solitudine, insacca. I cambi di Manavella non portano pericolosità (Andrioli fa reparto da solo), e il Borgaro ci crede. La chiave diventa un Savio scatenato. Cross basso per Greco al 29’, punizione a fil di palo al 32’, ma soprattutto la palla-partita. Al 42’ Alessio Montenegro vince l’ennesimo duello in mediana e lancia Savio che brucia 10 metri a Scoditti e incrocia a tupertu. La rimonta è completa e ora Quaceci&Co puntano la cavalcata verso la vetta.

Borgaro 3-5-2
All. Gilberti 8 Il carattere e la grinta sono marchi di fabbrica.
Lastella 6.5 Interventi sicuri.
Montenegro Al. 7.5 Picchia e propone su ogni pallone. L’ultimo a mollare e l’assist ne è testimone.
Cata 6 Parte impaurito, poi diventa ordinato.
Ameno 7 Gran ritorno per il bulldog di Gilberti. Colosso.
Anqoud 6.5 Col tempo prende le misure ad un Andrioli sgusciante.
Popescu 7 Ripresa da supereroe.
Greco 7.5 Sprinter efficace.
Quaceci 7.5 Contrasti, cavalcate e muscoli. Leader indiscusso.
Lobue 7 Lavoro oscuro preziosissimo. Utile per il gioco veloce.
Savio 8 Fa venire mal di testa a Patitucci… e a Scoditti.
Montenegro F. 6.5 Non sempre deciso, ma presente.
A disp: Ferreri, Manfredi, Savoca, Bongiovanni, Coello. Dir: Quaceci.

Lascaris 3-5-2
All. Manavella 6 Inizio spumeggiante. Maledizione.
Tribastone 7 Sventa un paio di iniziative pericolose.
Vassallo 7 L’unico a tenere la velocità di Greco. Eccellente anche da centrale. 32′ st Marchetti sv
Patitucci 5.5 La sinistra fa acqua.
Maida 6.5 Battagliero. 11′ st Palumbo 5.5 Non incide.
Pretti 6 Lucida regia, poi cala. 16′ st Sottil 6 Prova a strappare.
Marchesini 6.5 Preciso.
Tugnolo 5.5 Poche incursioni e non preciso quando arretra. 40′ st Scoditti 5.5 Perde 10 metri fatali.
Mostacci 6 Si rende pericoloso. 16′ st Adamo 6 Ha delle idee.
Russo 7 Killer. Ottima intesa offensiva. 12′ st Lobianco 5.5 Spuntato.
Andrioli 7 Sgusciante.
Carta 6.5 Corsa continua.
A disp: Pavarani,Merico,Fontana.
Dir: Marchesini.

LE INTERVISTE: Le parole a fine gara di Daniele Gilberti

LE INTERVISTE: Le parole a fine gara di Giorgio Manavella